-1°

parma al cinema

«Quartiere Pablo», il film che mancava

«Quartiere Pablo», il film che mancava
Ricevi gratis le news
0

«Scusi abita qui lei?». L'uomo si gira con il capo chino, lentamente alza lo sguardo e risponde: «No, ma ho abitato qui». Gli occhi non ingannano e la voce calda, conosciuta nel mondo, non lascia dubbi: così Antonio Benassi incontra Franco Nero, il grande protagonista di «Quartiere Pablo», che è tornato da queste parti per rivivere gli anni più belli.

UNO SPACCATO STORICO
Gli aneddoti si aprono a ventaglio, in un film che conquista tra morbide inquadrature, musiche stupende, canzoni da riascoltare, un montaggio ben costruito, i volti di Alberto, Marco, Teresa e gli altri «attori»: gli stessi che con i loro vissuti dipingono questo spaccato storico, culturale e sociale. Che appartiene a chi il «Pablo» lo ha nel cuore ma anche a chi ama Parma e la sua gente. In poche parole? La rivincita della parmigianità. Un film girato con orgoglio, tra la primavera e l'estate 2014, con alcuni ritagli postumi, quasi un anno di gestazione per un prodotto giustamente riconosciuto di interesse culturale nazionale dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

LA REGIA
Nato da un'idea di Benassi, il film è firmato dalla regia di Pietro Medioli, autore di un raffinato e dettagliato lavoro: «E' un documentario narrativo - spiega il regista -, che si sviluppa in situazioni che si inseguono, tra passato, presente e futuro. Per cui, è una pellicola che cresce in maniera autonoma, senza gli artifici classici del documentario. E nel quale non viene utilizzata l'intervista, con l'eliminazione della voce fuori campo. Ho cercato di servirmi, nell'ambito del documentario, di espedienti tecnici, come il carrello, tipicamente usati invece nel cinema di finzione». Sulle note delle composizioni di Francesco Chiari, registrate alla Casa della Musica, e di alcuni brani originali di Antonio Benassi, la ricca storia del quartiere, da sempre dedito all'integrazione e alla solidarietà, comincia da quel Maretto, luogo di pace e per molti «una poesia senza parole».

ANTONIO BENASSI
Benassi è il fil rouge che ci accompagna in un quadro pieno di colore: lungo viale Piacenza e lungo via Buffolara, per portarci a scoprire con un fantomatico archeologo la città di Vittoria di Federico II: tra leggenda e polvere di storia, pare che proprio al «Pablo» l'imperatore volesse costruire la città di legno dedicata a San Vittorio. Un pretesto per tuffarsi nel passato più recente, seguendo i robusti gelsi della periferia, alla ricerca dei capannoni del Cornocchio, a ridosso della ferrovia, e di quei parmigiani sfrattati dalle loro case dell'Oltretorrente, non si sa se per un'opera di «risanamento» o per motivi prettamente politici. Parmigiani che oggi ricordano gli inverni scalzi e le bocciature in prima elementare alla «Racagni».

LA RICERCA
Ma è Marco Minardi, direttore dell'istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea, che aiuta Benassi in questa sua ricerca, tra documenti, mappe e vecchie fotografie. Un quartiere fatto anche di «Prati Bocchi» e di case contadine che «resistono» al tempo: la casa di Fernando Santi e la casa di Pinardi, che cura i campi con il figlio e che ogni giorno si mette a tavola a mezzogiorno. Un quartiere che da sempre ha mantenuto la capacità di accogliere più culture, pur manifestando una propria identità. Significativo lo scambio di scena tra il monumento ai caduti del bombardamento del '44 e le vittime di oggi: i figli di una terra lontana che soffre di ingiustizie. Quei figli del Ghana che in Italia cercavano la libertà e hanno trovato l'emarginazione. L'unica cosa preziosa che hanno? L'amicizia. Dall'altra parte, invece, gli stranieri che ce l'hanno fatta e si ritrovano all'ombra della chiesa del piazzale, Santa Maria della Pace, con i tamburi e i loro canti. Là dove i «ragazzi» di allora giocavano a calcio.

STEFANO PIOLI

E dietro la recinzione appare il campione Stefano Pioli, che guarda una partita dei piccoli dell'«Aurora» e li incita al gol, lui che ai tempi giocava nella «Coop Nord Emilia» e sognava la foto sulle figurine. E' questo il mondo che si muoveva e si muove davanti alla «Racagni»: ieri, con le immagini degli anni Settanta di un Sandro Savani in calzoncini corti; oggi, con le immagini della demolizione della scuola, sotto un cielo grigio, e della sua ricostruzione.

I CAMPIONI DEL BASEBALL

Ma «Quartiere Pablo» è anche viale Piacenza, un fiume in piena, che porta all'Efsa: e qui entrano in campo i campioni del baseball, Sal Varriale, Giacomo Bertoni e Claudio Corradi, che si raccontano le imprese memorabili del diamante. E Benassi fa da contorno con la sua ironica «Grazie Efsa» per quella «terra promessa». Così come cattura l'attenzione la sua versione di «Bella Ciao» per la forza comunicativa. Un brano chiaramente dedicato a Giacomo Crollalanza, il comandante unico «Pablo», e che viene registrato alla «Giovane Italia». Là dove l'attore Gigi Dall'Aglio terrà una lezione su «Falstaff» e su Giuseppe Verdi, i cui libretti vengono recitati a memoria dal colto anziano del piazzale: Giordano Bilzi. Quasi fosse al Regio. Personaggi che vivono e non dimenticano: così è la dolcissima Teresa Ardino della latteria, che tirava le orecchie ai «ragazzacci», per aiutarli a diventare «grandi».

 (Gigi Dall'Aglio)

ALBERTO MICHELOTTI

Bravo anche Alberto Michelotti alla commemorazione del 70º del Cornocchio: buca lo schermo l'ex arbitro, mentre legge Zerbini si commuove e suscita emozioni. Un'interpretazione che si arricchisce delle voci profonde del coro multirazziale, «Campagna & Città». 

FRANCO NERO
Certo, in molti dal quartiere se ne sono andati, ma qui si ritorna per quel legame profondo con le radici: un via vai raccolto nelle riprese del decollo al «Verdi» e di quei piccioni della Colombofila. Che partono ma non si sa mai quando rientrano a «casa». «Quartiere Pablo» si chiude con una scena che vale tutto il film: la fotografia del viaggio nella memoria di Franco Nero, seduto su una panchina, mentre i bimbi giocano a pallone. E ancora una volta, è «poesia senza parole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma.

Cinema

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma

Quasi 6 mln e 21.9% per 1/a parte Adrian

ASCOLTI TV

Quando c'è il Molleggiato in scena quasi 6 milioni di spettatori per "Adrian"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Sorpreso a spacciare in stazione e arrestato (dopo colluttazione)

carabinieri

Sorpreso a spacciare in stazione e arrestato (dopo colluttazione)

bardi

Fiamme in un'abitazione: due intossicati da fumo e casa parzialmente inagibile Foto Video

MALTRATTAMENTI

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

SPACCIO

Due anni e mezzo allo studente che teneva in casa quasi 2 chili di marijuana

fidenza

Violenza sessuale sulla figlia dell'ex compagna: operaio finisce in carcere

incidente

Eia, tamponamento nella notte: due feriti

Romagnosi

«La mia civetta? Un simbolo dell'antica Grecia»

BALI LAWAL

Da top model a operatrice culturale: «Insegno ai giovani ad essere liberi»

Borgotaro

È morto Marco Terroni, il prof cercatore di funghi

BERCETO

Addio al consigliere comunale Roberto Ablondi

LUTTO

Maria Gorreri stroncata da una malattia rarissima a 60 anni

Teatro Due

RezzaMastrella, l'adrenalina in scena

immigrazione

"Caso Cara", Pizzarotti: "Pagina nera del governo"

1commento

bedonia

Scopre il ladro in casa, lo insegue e lo riconosce: arrestato un giovane del paese Video

Parma

Minacce, insulti e tensione alla biglietteria della stazione: denunciata una 25enne

legambiente

Brescia, Lodi e Monza le città più inquinate. Parma seconda in Emilia: "Si respira smog un giorno su tre"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Da Cagliari è salpato il partito del non voto

di Vittorio Testa

2commenti

LA BACHECA

Ecco 78 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Incidente stradale tra un furgone e un tir sulla A1: due morti e un ferito

medio oriente

Siria, alcune fonti: 600 corpi trovati in una fossa comune a Raqqa

SPORT

calciomercato

E' fatta, Piatek va al Milan (per 40 milioni)

arbitri

Nicchi: "Var, i tifosi tranne pochi scemi sono meglio di addetti ai lavori"

SOCIETA'

WASHINGTON

Le cascate del Niagara ghiacciate Video

ristoranti stellati

Chef italiano festeggia la terza stella Michelin in Francia

MOTORI

MOTORI

Ecotassa: quanti paradossi. Ecco chi vince e chi perde

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo