17°

28°

PARMA IN "B"

Festeggiamo insieme una promozione storica

parma calcio promozione in b
Ricevi gratis le news
1

I l 18 giugno di dodici anni fa, i tifosi del Parma festeggiavano la vittoria per 2-0 del Dall'Ara contro il Bologna che significava salvezza dalla retrocessione in serie B. Ieri a Firenze quegli stessi tifosi - più tanti altri che allora erano ancora bambini - hanno gioito (e pianto) per un analogo 2-0 all'Alessandria, che stavolta significa promozione in serie B.

Le prospettive, infatti, nella vita e nello sport cambiano nel tempo e in questi anni di acqua sotto i ponti della società crociata ne è passata tanta, anche quella sporca (e sapete bene a quale «coppia» è diretto questo riferimento). A resistere negli anni e a dispetto della categoria sono però il tifo, la passione, l'amore per la maglia e il senso di appartenenza a una città. E questa promozione è «storica», forse più ancora dei due spareggi di Vicenza (quando i fasti della serie A e delle Coppe europee erano emozioni ancora sconosciute) per più di un motivo. Innanzitutto perchè è la seconda consecutiva: due anni fa la società crociata, presa coraggiosamente in mano e di fatto rifondata da un gruppo di imprenditori parmigiani, ripartiva dalla quarta serie. E se la vittoria di quel campionato poteva considerarsi in qualche modo «scontata» (anche se nulla lo è nel calcio), questa ha il sapore del miracolo, dell'impresa strappata con le unghie e con i denti. Ammettiamolo: smaltito il «brucio» per la mancata promozione diretta (frutto delle due sciagurate partite con il Venezia più ancora che delle troppe sconfitte casalinghe), alzi la mano chi era così ottimista da dare per certo che mister D'Aversa e i suoi ragazzi sarebbero riusciti a guadagnare l'unico posto rimasto, passando attraverso le forche caudine di una formula a eliminazione diretta di 28 squadre. Ebbene, ce l'hanno fatta con un po' di buona sorte (il sorteggio con la Lucchese dopo aver regolato il Piacenza), mangiando un gatto vivo (i rigori con il Pordenone), per poi sfilare in gran parata nell'appuntamento più importante della stagione. Sportivamente dispiace pensare che l'Alessandria abbia fallito la promozione in B ancora una volta e in questo modo crudele. Ma era proprio questo il rischio che la proprietà e i tifosi del Parma temevano: restare imprigionati a lungo nell'inferno della Lega Pro (che dal prossimo anno tornerà a chiamarsi serie C ma a questo punto chissenefrega), che costa come la B ma non dà ricavi e dove si ha tutto da perdere. Le altre neopromosse in B, il Venezia stesso, la Cremonese e il Foggia, in questo inferno ci hanno passato anni. Il Parma no: il nuovo Parma targato 1913 è arrivato dal piano di sotto e si è fermato solo una stagione, balzando subito a quello di sopra. Doppio salto: quello che un mese fa sembrava impossibile è diventato una favola vera. Ma guai ad andare troppo in là con la fantasia pensando alla Spal o al Benevento dei salti tripli fino in A. Verrà il tempo - ok è dietro l'angolo - di programmare la prossima stagione e di calibrarne gli obiettivi, così come quello di documentare il progressivo passaggio di proprietà ai cinesi della Desports rappresentati da Hernan Crespo. Ieri, e non era la prima volta, l'ex bomber argentino era in tribuna vicino agli esponenti dell'attuale proprietà, che resterà comunque alla guida del Parma fino alla fine della prossima stagione. A chi ha riportato il Parma in alto togliendolo dalla polvere in cui era stato fatto precipitare, senza mai far mancare il proprio supporto anche e soprattutto quando le cose sembravano non quagliare, la città deve dire un grazie grande quanto il Tardini. Poi, ovvio, vanno ringraziati ad uno ad uno tutti gli artefici di questa splendida cavalcata ma un grazie speciale non può che andare a capitan Lucarelli. E, permettetecelo, una dedica dai giornalisti della «Gazzetta» se la merita tutta Gianfranco Bellè, che sorride da lassù.
fmonaco@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remo

    18 Giugno @ 14.27

    Capitan Lucarelli "cittadino onorario" di Parma subito!(anche se non parla ancora parmigiano, ed ha sempre un accento da "toscanaccio"... ;-)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"