19°

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti
Ricevi gratis le news
2

«Abbiamo individuato uno stretto collegamento tra i flussi migratori e l'aumento della criminalità nel nostro Paese, soprattutto di delitti predatori, il che dimostra che se a fronte del flusso migratorio non c'è un sistema di integrazione dei soggetti che arrivano, si fa di questi soggetti facile preda della criminalità». Lo ha detto l'altro giorno il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti nella sua relazione annuale. Mentre già un anno fa il direttore di Europol, Rob Wainwright, a una riunione dei ministri degli Interni dell'Ue, aveva parlato apertamente di un «collegamento sempre più intenso tra migrazione e terrorismo». Lo dimostra anche l'arresto, non più tardi di pochi giorni fa, di un profugo iracheno, che nel centro di accoglienza di Crotone faceva proselitismo tra i migranti musulmani istigandoli ad arruolarsi tra le file dello Stato islamico, sostenendo che agli infedeli «dovrebbe essere tagliata la gola».
Tutto questo cosa significa? Che la colpa della presenza massiccia della criminalità in Italia, o l'esposizione del nostro Paese al rischio di attacchi terroristici, dipendono unicamente dall'afflusso di migranti? No di certo. Ma di sicuro l'arrivo incontrollato e disordinato di centinaia di migliaia di persone ogni anno rappresenta un sicuro elemento di aumento del pericolo di offrire da una parte una comoda manodopera alla criminalità comune, dall'altra di esporre persone spaesate e condizionabili a processi di radicalizzazione. Senza contare che i canali attraverso cui avviene l'esodo sono essi stessi strumento in mano alle organizzazioni criminali, non di rado legate a realtà fondamentaliste.
Sì, è vero, in Francia e in Gran Bretagna molti degli attacchi terroristici sono avvenuti anche per mano di estremisti islamici che, per quanto di origini extracomunitarie, erano spesso cittadini di quei Paesi. Ma questo non è un buon motivo per abbassare la guardia su chi varca i confini europei e permettere che entri chiunque si proclami profugo, lasciando che vada a ingrossare le fila di criminali comuni o aspiranti jihadisti (come spiegato da Roberti e Wainwright). Porre un limite a questo esodo epocale potrà non essere piacevole, ma è inevitabile, perché lasciando entrare tutti non si fa il bene di chi arriva, ma nella migliore delle ipotesi lo si pone di fronte alla prospettiva di una vita di stenti ed emarginazione, nella peggiore lo si lascia alla mercé di organizzazioni criminali, quando non di veri e propri estremisti.
Chi propone i blocchi navali (che in realtà consisterebbero nell'intercettare e riaccompagnare indietro i migranti) viene sbrigativamente accusato di voler affondare i barconi. Nessuno però fiata di fronte al supporto che l'Italia offre alla Libia affinché rafforzi il controllo delle proprie coste. Ma non sarebbe un blocco navale anche quello? Però se i migranti li riportiamo indietro noi siamo degli assassini, se li riportano indietro i libici (che notoriamente non sono proprio dei paladini dei diritti umani) allora va bene. Strano concetto. D'altra parte, nessuno obietta per i miliardi di euro regalati dall'Ue alla Turchia del «sultano» Erdogan perché blocchi i migranti che vogliono percorrere la rotta balcanica: quei respingimenti effettuati dai turchi sono più umani di quelli che potrebbero fare le navi italiane ed europee?
fbandini@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rradamess

    25 Giugno @ 09.01

    Pensavo che nessun giornalista potesse capire queste cose elementari. Invece, grazie a Dio, qualcuno c'è.

    Rispondi

  • BRUNO C.

    24 Giugno @ 16.42

    PAROLE VERISSIME !!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osè erano rubate"

decisione

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osé erano rubate"

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

La copertina del libro

NOSTRE INIZIATIVE

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

università

UniRankings 2019: l'ateneo di Parma 501esimo nella classifica mondiale

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel