19°

31°

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga
Ricevi gratis le news
23

«La realtà di un'Italia che sta scappando di mano», era il titolo di un editoriale di Ernesto Galli della Loggia sul Corriere della Sera di pochi giorni fa. Una riflessione amara e tagliente in cui, enumerando una sfilza di situazioni di insicurezza e degrado che attanagliano la penisola da nord a sud, si dava conto di un'Italia che «è di chi se la vuol prendere», in cui «chiunque può fare quello che vuole» e dove «il governo e con lui tutti i pubblici poteri appaiono sul punto di perdere il controllo del territorio».
Fatte le debite proporzioni, verrebbe da dire che qualcosa del genere ormai lo si può dire anche di Parma. Attenzione: questo non significa che la città sia in preda all'anarchia e che si debba circolare armati fino ai denti. No di certo. Ma che la situazione stia velocemente scivolando lungo un pendio ripido e insidioso, questo sì, e lo si vede dalla velocità con cui la percezione di sicurezza e anche le reali condizioni di vivibilità sono peggiorate nell'arco di una manciata di anni.
Non più tardi di ieri, in un'inchiesta di Luca Pelagatti, la Gazzetta ancora una volta ha dovuto parlare dell'endemico fenomeno dello spaccio in viale Vittoria, dove pusher spavaldi e onnipresenti spadroneggiano giorno e notte. Tutti sanno chi sono e cosa fanno, ma sembra che porre fine a questo andazzo sia impossibile. Eppure siamo a Parma, non nella squallida periferia di Los Angeles. È quasi monotono dover ripetere l'elenco dei tanti altri punti critici della città, dal quartiere San Leonardo colonizzato anch'esso dagli spacciatori, alla zona della stazione, eletta a dimora permanente di figuri inquietanti e violenti. E via di questo passo, fino alla prostituzione lasciata libera di prosperare sulla via Emilia e alle gang di ragazzacci molesti e irrispettosi, che non si riesce a schiodare nemmeno dai gradini del monumento simbolo di Parma, il Battistero antelamico.
Vogliamo proprio lasciar correre tutto quanto, fino al punto di doverci svegliare un giorno e scoprire che abbiamo oltrepassato il punto di non ritorno? Perché è questo ciò che rischia seriamente di succedere. Un'esagerazione? Può anche darsi, ma è sempre meglio tenere alta la guardia, perché, specie in una comunità che ha raggiunto alti livelli di sviluppo e di benessere, la tentazione di adagiarsi sulle conquiste ottenute è sempre alta e particolarmente rischiosa, perché attenua la capacità di ammettere che le cose possano drasticamente – e anche rapidamente – degenerare.
Tutte le istituzioni accampano motivazioni più che valide per spiegare la difficoltà di far fronte al degrado crescente: il Comune non ha le competenze, le forze dell'ordine non hanno sufficienti uomini e mezzi, il governo non ha strumenti per arginare l'esodo di migranti... È tutto vero. L'unica possibilità sta non solo nel non sedersi, ma al contrario nel non dare tregua agli «operatori del degrado». La carta vincente non può che essere proprio questa: non dare tregua a chi pensa di far attecchire in città la radici del degrado e della malavita. Come? Tutte le sere retate, controlli a tappeto, lampeggianti e divise sulle strade: non necessariamente per arrestare, ma anche solo per disturbare, intralciare, sabotare il malaffare, finché quelli non capiranno che è meglio cambiare aria. È l'unica chance: altrimenti, se gli lasciamo pensare che accettiamo tutto, la situazione ci scapperà veramente di mano.

fbandini@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianni Cesari

    26 Luglio @ 17.46

    giannicesari

    Forse un giorno ci ricorderemo che noi però siamo in maggioranza, almeno 10 a 1. Ecco, quel giorno qualcosa cambierà. Si sa, non è solo un luogo comune, il settore privato è più efficente del pubblico.

    Rispondi

  • falco

    26 Luglio @ 11.48

    "Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga" Sempre i soliti punti suli quali fare le notizie.... sesso, droga..... manca però il rock n' roll. Attenti che prima o poi si lamenteranno anche del rock n' roll.

    Rispondi

    • filippo

      26 Luglio @ 13.36

      tu cosa proponi? articoli sui gatti?

      Rispondi

  • ANONIMUS

    26 Luglio @ 11.38

    Davide hai ragione é da sempre che esistono gli spacciatori ma negli ultimi anni sono decuplicati e non si sono spostati dal parco nord o dal parco di via mantova adesso oltre ad essere nei parchi sono in tutta la città a qualsiasi ora del giorno e della notte e non hanno il minimo rispetto di niente e nessuno tanto restano impuniti.

    Rispondi

    • ab9pr

      26 Luglio @ 12.21

      alberto_bianco@alice.it

      Hai detto bene ma che la colpa sia tutta del sindaco come pensano in tanti è solo un'idiozia.

      Rispondi

  • Filippo

    26 Luglio @ 08.50

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Il prefetto ed il questore si sono rivelati non all'altezza del loro compito di tutela dell'ordine pubblico. Possiamo noi cittadini richiedere in qualche modo la loro rimozione/sostituzione?

    Rispondi

  • filippo

    26 Luglio @ 08.19

    Ieri sera in stazione sembrava di essere a Lagos......uno girava con tante banconote da 50 in mano e tre telefonini.....chissà che lavoro fa

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

13commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Claudio Santamaria e i voti nuziali per Francesca Barra

gossip

Santamaria-Barra nozze bis in Basilicata tra arrivi in barca e serenate Video

Minttu Virtanen: ecco le foto di "lady Raikkonen"

FORMULA UNO

Minttu Virtanen: ecco le foto di "lady Raikkonen"

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

social

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di ciliegie e cioccolato

LA PEPPA

La ricetta - Torta di ciliegie e cioccolato

Lealtrenotizie

Tribunale Figc, Parma -5 in Serie A prossima stagione

figc

Ecco la sentenza: - 5 al Parma in Serie A e due anni di squalifica a Calaiò

18commenti

serie a

Verdetto Figc, il Parma calcio: "Iniquo e illogico. Subito il ricorso"

1commento

incidenti

Ciclista travolto da un tir: è in Rianimazione

truffe

Finti avvocati spillavano soldi agli anziani (anche a Parma): arrestati

"Tuo figlio ha causato incidente" era la scusa utilizzata

gazzareporter

Ore 2.20, via della Salute: l'auto sbanda e si capovolge Foto

SENTENZA

Mezzo secolo fa le trasfusioni infette, ora i soldi dovuti

SISSA TRECASALI

A San Quirico lo stabilimento per produrre bioplastica

1commento

autosole

Schianto tra tre auto nei pressi di Parma: cinque feriti

PARMA

Inceneritore: si lavora a un accordo per limitare i rifiuti da smaltire a Ugozzolo Video

COMMERCIO

Negozi aperti la domenica: tanti «no» e qualche «sì»

7commenti

GAZZAREPORTER

Forte temporale a Salsomaggiore: le foto di Matteo

GAZZAREPORTER

"Prove di bus elettrico in città"

1commento

PROVINCIA

Asfaltature in corso: traffico a senso unico alternato fra Montecchio e Montechiarugolo

Collecchio

Un taxi «calmierato» per i paesi senza bus

Fidenza

Addio a Renato Pizzati: oste, poeta e scultore

valceno river race

La pazza giornata delle canoe di cartone: la sfida in Ceno Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il manager che ha vinto e segnato un'epoca

di Domenico Cacopardo

EDITORIALE

Il talento e il carattere del figlio del maresciallo

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ragazza violentata a Reggio Emilia, è caccia all'uomo

1commento

MILANO

Prima la droga nel drink, poi lo stupro: condanne fino a 12 anni per tre uomini

SPORT

CALCIO

Bando per la rinascita della Reggiana: richiesta "onorabilità", ripartirà dai dilettanti

il commento

Gp Germania, Hamilton epico: tutti gli ingredienti della F1 di una volta

SOCIETA'

torino

Ubriaco a cavallo, denunciato per guida in stato di ebbrezza

paura

Incontro ravvicinato con lo squalo Video

MOTORI

MOTORI

Il test Nissan Micra Bose: tutta un'altra musica

IL TEST

Il futuro secondo Bmw? Elettrificato:25 novità da qui al 2025