14°

26°

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani
Ricevi gratis le news
7

Sulla questione dell'immigrazione e dei problemi che da essa derivano c'è a Parma un fronte preciso, netto, ben individuato e da tutti riconoscibile, che è quello della stazione (anche se i luoghi «difficili» sono certamente anche molti altri). Ma allo stesso tempo si sta formando anche un ulteriore fronte, diffuso, impalpabile e ubiquo: quello dei tanti paesi della provincia che hanno ricevuto o riceveranno migranti-profughi, sistemati in una miriade di collocazioni più o meno felici e più o meno visibili.
Rispetto al primo fronte, gli animi hanno da tempo cominciato ad accendersi, per un'oggettiva situazione di degrado e di perdita di controllo che è a dir poco imbarazzante e che ormai ha ampiamente oltrepassato il limite della tollerabilità. Lo si è visto proprio in questi ultimi giorni, con manifestazioni e contromanifestazioni delle opposte fazioni, che peraltro non hanno minimamente intaccato l'andazzo di quella zona.
Ma anche rispetto all'altro fronte, quello dei profughi disseminati sul territorio, qualcosa di inquietante sta cominciando a muoversi. È successo a San Michele Tiorre, sonnacchiosa frazione alle porte di Felino, dove se cammini per strada fai fatica a incrociare qualcuno, ma dove poi la gente esce di casa e si organizza spontaneamente di fronte all'imposizione di qualcosa che viene vissuto come estraneo, sconosciuto e minaccioso: una mobilitazione degenerata però in una durissima e inedita contestazione, rivolta direttamente al privato cittadino che legittimamente ha messo a disposizione delle autorità un'abitazione per l'accoglienza di venti richiedenti asilo.
Un episodio sul quale i carabinieri stanno cercando di fare piena luce, ma che – al di là delle diverse ricostruzioni della vicenda – non può non essere condannato: l'aggressione, anche quando è solo a parole, non è mai giustificabile. È però indice preoccupante di un timore e di una rabbia sempre più difficili da reprimere. In questa scia si inserisce anche la scelta dei Comuni a guida leghista di dotarsi di ordinanze che complichino la vita a quei privati che vogliano utilizzare immobili per ospitare migranti; come pure la manifestazione contro l'arrivo di stranieri andata in scena sabato per la prima volta nella piazza di Felino.
Casi destinati a rimanere isolati? Oppure prove generali di un malcontento strisciante che aspetta solo di incanalarsi in qualche forma più visibile e tangibile, e magari anche pericolosamente fuori controllo? Nessuno lo sa. Quello che per ora si sa è che qualcosa sta cambiando e che i propositi bellicosi che fin qui venivano manifestati solo a parole, magari al bar, ora cominciano a tradursi in azioni concrete e potenzialmente pericolose. È chiaro che il nostro nervo scoperto non è più solo piazzale Dalla Chiesa a Parma, ma anche il tessuto profondo di una provincia che si scopre vulnerabile e impaurita, che rifiuta di essere scavalcata e che per la prima volta alza la voce, anche se in un modo sbagliato, eccessivo e allarmante. È vero che i problemi della stazione sono reali e concreti, mentre quelli dei comuni che accolgono (o accoglieranno) i profughi sono solo potenziali. Ma la sottovalutazione per troppo tempo del problema immigrazione e una certa ipocrisia del politicamente corretto rischiano solo di esacerbare gli animi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    22 Settembre @ 15.39

    Scusate, non e' proprio legato a questo, ma come mai su nessuna delle testate on line appare quanto successo ieri verso le 17,30 all'inizio di Via Trento, dove 4 nigeriani stavano litigando con contorno di pugni e bottigliate, e i poveri passanti che non sapevano piu' dove andare per non essere coinvolti, cosi' anche in strada si e' bloccato traffico per non investire qualcuno. Ma e' la Polizia che non da' le notizie o ci sono altri motivi per cui non sempre vengono pubblicate, grazie.

    Rispondi

  • emma

    22 Settembre @ 10.50

    credo che bisognerebbe metterli nelle associazioni dove avrebbero bisogno di aiuto per ripulire la citta o le varie associazioni umanitarie invece che lasciarli cosi allo sbando appena arrivati , e credo che quelli beccati a fare cose illegali dovrebbero essere espulsi e non lasciati andare dopo 2 minuti . mi dispiace dirlo ma non se ne puo piu di non poter andare in giro senza aver paura di essere avvicinati da alcuni brutti ceffi

    Rispondi

  • filippo

    18 Settembre @ 23.47

    ma a parma non ci sono problemi , vi sta IL MODELLO PARMA, e i problemi di sicurezza sono solo PERCEZIONE e il sindaco ha rassicurato la popolazione PERCHE' LUI I PROFUGHI LI HA GUARDATI IN FACCIA, avanti parma, avanti pizza

    Rispondi

  • Luca

    18 Settembre @ 21.48

    Una cosa è certa,il problema è reale e nessuno fino ad ora lo affronta nella maniera adeguata.La sinistra (Sic!) con il terrore di apparire di destra non riesce ad uscire dallo schema fascismo,razzismo ecc. ma provvedimenti zero mentre la destra cerca di cavalcare il disagio.Cosa deve fare il cittadino che si deve fare carico dell'inerzia delle istituzioni? Pizzarotti ha preso un sacco di voti di dx ma continua a fare il rifondarolo dando la colpa del malcontento a casa Pound elogiando il "modello Parma" sull'immigrazione, a me pare una presa x i fondelli bella e buona.

    Rispondi

  • ANONIMUS

    18 Settembre @ 20.10

    Per molti politici locali e nazionali non esiste il problema! Non ammetteranno mai il totale fallimento di questa accoglienza senza controlli e senza regole! E le uniche cose che ripetono è che l europa ci ha abbandonato e che la soluzione é lo sprar. La gente é stanca perchè oltre a zone occupate da clandestini e agli stupri tutti i giorni ci sono furti in appartamento e in ditte sempre più violenti!! Anche oggi uno spacciatore nigeriano fermato dai carabinieri gli ha lanciato la bici per cercare di scappare! Questa gente non ha paura e non rispetta neanche le forze dell ordine!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «un danno per il commercio»

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

Polesine Zibello

Per i soldi per la dose minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

2commenti

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

9commenti

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

londra

Per il giudice Alfie può andare a casa, ma non in Italia. I medici frenano

piacenza

Due discoteche chiuse per alcol a minorenni

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento