21°

30°

FINANZA

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse
Ricevi gratis le news
21

Ieri l'operazione della Finanza che ha fatto luce sulla maxi frode messa in piedi da Luigi Sabbatino e altri complici: una montagna di imposte non pagate e oltre 1 milione di false fatturazioni. Ecco tutte le accuse e i nomi

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele E

    19 Aprile @ 11.03

    federicot ma tu che lavoro fai? lo fai gratis?

    Rispondi

    • federicot

      19 Aprile @ 11.33

      federicot

      Non lavoro per soldi. A me non interessa chi paga l'informazione...io non la pago , come non pago un sacco di altre cose.

      Rispondi

      • Filippo

        19 Aprile @ 15.39

        Grazie, per non perdere occasione di dimostrare sempre a tutti quel che sei.

        Rispondi

        • federicot

          19 Aprile @ 16.05

          federicot

          Non esprimo il mio pensiero per avere consensi né mi importa molto cosa pensa la gente di me.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 16.32

          Visto che esprimi il tuo pensiero per scrivere commenti di fondamentale importanza per l’umanita’ quali, ad esempio, “non ci sono mai stato”, sotto un articolo che parla della chiusura di una pizzeria, e mai una volta, negli anni, ne ho letto uno che apportasse qualcosa alla discussione se non per il gusto di indispettire ed indisporre, passando sempre per anticonformista e bastian contrario, non posso far altro che rilevare che, inspiegabilmente a mio avviso, la redazione ha con te molta più pazienza di quanto ne avrei io. Che, non solo per la tua insopportabile arroganza, ti avrei già da tempo escluso dalla possibilità di commentare, lasciandoti liberissimo di ammorbare l’aria dove non paghi, come tuo deprecabile costume.

          Rispondi

        • Roberto

          19 Aprile @ 17.16

          Filippo, perfettamente d'accordo, infatti a volte mi chiedo anche io come mai la redazione mi censuri tanti commenti, pur essendo civili ed educati , basati su dati oggettivi e che quindi possono portare a discussioni, magari anche utili. Si vede che e' meglio fare ele sparate che poi sono anche difficili da commentare o su cui intavolare una discussione.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 18.29

          Succede anche a me: purtroppo dipende da chi legge il tuo commento in redazione...

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 18.55

          (dalla redazione) In realtà, come non ci stanchiamo di dire, dipende soprattutto dai contenuti che proponete per la pubblicazione che molte volte sono gratuitamente ingiuriosi o completamente off topic rispetto all'articolo cui si riferiscono. Alcuni commentano, poi, in modo seriale senza nemmeno rileggere quello che scrivono decine di volte al giorno. Difficilmente un contenuto non viene pubblicato se argomentato e con un lessico adeguato a un sito che si sobbarca i costi della moderazione dei contenuti per non urtare la sensibilità di tutti i nostri lettori.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 20.55

          No, guardi, non è proprio così: a volte non si viene pubblicati solo perché il commento non piace a chi lo legge, che magari è più realista del re. Ne sono assolutamente certo.

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 21.02

          (dalla redazione) Purtroppo non esiste un antidoto alle granitiche certezze.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 21.46

          Ha ragione, ma se vuole la prossima volta tengo lo screenshot di quanto non viene pubblicato (spesso nel pomeriggio...) e poi mi dice qual era il motivo...! Ne ricordo un paio di critica ad un articolo di Rinaldi, ad una affermazione di Brambilla o un commento su un imprenditore vostro azionista: senza insulti o niente passabile di censura, semplice disaccordo.

          Rispondi

      • Roberto

        19 Aprile @ 12.53

        FedericoT, sei unico

        Rispondi

  • Medioman

    18 Aprile @ 16.08

    Niente di nuovo sotto il sole. Quando, una cinquantina di anni fa, bazzicavo i "paesi comunisti", il patto tacito tra i "lavoratori" e lo Stato era: "io faccio finta di lavorare, e tu fai finta di pagarmi". In realtà, la vera economia era basata sulla "mancia", dal cameriere all'alto funzionario. D'altra parte, con tutti i "nuovi italiani" che abbiamo, ve lo immaginate: "io ti faccio un finto contratto di lavoro, e poi facciamo a mezzo di quello che prendi dallo Stato".... chi non accetterebbe?

    Rispondi

  • Michele E

    18 Aprile @ 12.33

    Quanti fidentini e salsesi tra quei nomi...

    Rispondi

  • Claudio

    18 Aprile @ 08.33

    Bhe, io non credo sia un caso isolato! E' una pratica abbastanza diffusa, le aziende, oltre al guadagno per la vendita dei loro prodotti, hanno quello che proviene dalle contestazioni ai fornitori, lo sfruttamento dei benefici dei propri dipendenti appunto, rimborsi Irpef, malattie e trattenute fiscali e morose! Il vero business è quello! Altrimenti, non si spiegherebbe la ricerca disperata di manovalanza a basso costo!!!

    Rispondi

  • federicot

    18 Aprile @ 07.58

    federicot

    Mah...non riesco a leggerli...

    Rispondi

    • 18 Aprile @ 10.50

      Da Redazione: sa, abbiamo questa brutta abitudine di considerare il lavoro come qualcosa da retribuire...

      Rispondi

      • federicot

        19 Aprile @ 10.25

        federicot

        sa ho questa brutta abitudine...considerare l'informazione un diritto GRATUITO. poi mi spiegherete quante copie in più pensate di vendere con questo abilissimo trucchetto.

        Rispondi

        • 19 Aprile @ 10.31

          Come diceva Milton Friedman non esistono pasti gratis. E vale anche per l’informazione.

          Rispondi

        • federicot

          19 Aprile @ 11.30

          federicot

          Beh i miei soldi non li cuccate di sicuro. Se pensate ancora di stare in piedi con i soldi delle copie state freschi....ho detto che io non pago, come state in piedi a me frega poco. Ribadisco la domanda, quante copie in più avete venduto che questo trucchetto?

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 12.06

          (Dalla redazione) Abbastanza per continuare a fornirle informazione gratuita. Fin che dura.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Collecchio: indimenticabile notte rosa

FESTE PGN

Collecchio: indimenticabile notte rosa Foto

La Top5 delle donne del  Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

L'INDISCRETO

La Top5 delle donne del Mondiale

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La ricetta della domenica - Riso all'ortolana

Riso all'ortolana

LA PEPPA

La ricetta  - Riso all'ortolana

Lealtrenotizie

Spara alla moglie e si getta nel vuoto

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

PARMA CALCIO

Caso sms, domani il processo: promozione a rischio. Calaiò lascia il ritiro

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

9commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Nuovo incidente: 8 chilometri di coda

Problemi sia tra Fidenza e Parma sia fra il bivio con l'A15 e Campegine. Disagi per traffico intenso a Modena e Bologna

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

Il caso

Valsartan, lotti ritirati anche dalle farmacie di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ceta, quando il meglio è nemico del bene

di Paolo Ferrandi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

IL PIU' GRAVE SULLA A1

Drammatico weekend sulle strade italiane, 9 morti in incidenti

NELLA NOTTE

Cinque colpi di pistola contro la casa di un giornalista a Padova

SPORT

RUSSIA 2018

Da Messi a Lewandowski: la "flop 11" del Mondiale

calcio

Ronaldo è arrivato: eccolo appena sbarcato a Caselle Video

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

PONTREMOLI

Villa Dosi Delfini: visite guidate in estate

MOTORI

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery

IL TEST

Nuovo Jeep Wrangler: come cambia in 5 mosse Foto