-0°

15°

FINANZA

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse
Ricevi gratis le news
21

Ieri l'operazione della Finanza che ha fatto luce sulla maxi frode messa in piedi da Luigi Sabbatino e altri complici: una montagna di imposte non pagate e oltre 1 milione di false fatturazioni. Ecco tutte le accuse e i nomi

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele E

    19 Aprile @ 11.03

    federicot ma tu che lavoro fai? lo fai gratis?

    Rispondi

    • federicot

      19 Aprile @ 11.33

      federicot

      Non lavoro per soldi. A me non interessa chi paga l'informazione...io non la pago , come non pago un sacco di altre cose.

      Rispondi

      • Filippo

        19 Aprile @ 15.39

        Grazie, per non perdere occasione di dimostrare sempre a tutti quel che sei.

        Rispondi

        • federicot

          19 Aprile @ 16.05

          federicot

          Non esprimo il mio pensiero per avere consensi né mi importa molto cosa pensa la gente di me.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 16.32

          Visto che esprimi il tuo pensiero per scrivere commenti di fondamentale importanza per l’umanita’ quali, ad esempio, “non ci sono mai stato”, sotto un articolo che parla della chiusura di una pizzeria, e mai una volta, negli anni, ne ho letto uno che apportasse qualcosa alla discussione se non per il gusto di indispettire ed indisporre, passando sempre per anticonformista e bastian contrario, non posso far altro che rilevare che, inspiegabilmente a mio avviso, la redazione ha con te molta più pazienza di quanto ne avrei io. Che, non solo per la tua insopportabile arroganza, ti avrei già da tempo escluso dalla possibilità di commentare, lasciandoti liberissimo di ammorbare l’aria dove non paghi, come tuo deprecabile costume.

          Rispondi

        • Roberto

          19 Aprile @ 17.16

          Filippo, perfettamente d'accordo, infatti a volte mi chiedo anche io come mai la redazione mi censuri tanti commenti, pur essendo civili ed educati , basati su dati oggettivi e che quindi possono portare a discussioni, magari anche utili. Si vede che e' meglio fare ele sparate che poi sono anche difficili da commentare o su cui intavolare una discussione.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 18.29

          Succede anche a me: purtroppo dipende da chi legge il tuo commento in redazione...

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 18.55

          (dalla redazione) In realtà, come non ci stanchiamo di dire, dipende soprattutto dai contenuti che proponete per la pubblicazione che molte volte sono gratuitamente ingiuriosi o completamente off topic rispetto all'articolo cui si riferiscono. Alcuni commentano, poi, in modo seriale senza nemmeno rileggere quello che scrivono decine di volte al giorno. Difficilmente un contenuto non viene pubblicato se argomentato e con un lessico adeguato a un sito che si sobbarca i costi della moderazione dei contenuti per non urtare la sensibilità di tutti i nostri lettori.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 20.55

          No, guardi, non è proprio così: a volte non si viene pubblicati solo perché il commento non piace a chi lo legge, che magari è più realista del re. Ne sono assolutamente certo.

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 21.02

          (dalla redazione) Purtroppo non esiste un antidoto alle granitiche certezze.

          Rispondi

        • Filippo

          19 Aprile @ 21.46

          Ha ragione, ma se vuole la prossima volta tengo lo screenshot di quanto non viene pubblicato (spesso nel pomeriggio...) e poi mi dice qual era il motivo...! Ne ricordo un paio di critica ad un articolo di Rinaldi, ad una affermazione di Brambilla o un commento su un imprenditore vostro azionista: senza insulti o niente passabile di censura, semplice disaccordo.

          Rispondi

      • Roberto

        19 Aprile @ 12.53

        FedericoT, sei unico

        Rispondi

  • Medioman

    18 Aprile @ 16.08

    Niente di nuovo sotto il sole. Quando, una cinquantina di anni fa, bazzicavo i "paesi comunisti", il patto tacito tra i "lavoratori" e lo Stato era: "io faccio finta di lavorare, e tu fai finta di pagarmi". In realtà, la vera economia era basata sulla "mancia", dal cameriere all'alto funzionario. D'altra parte, con tutti i "nuovi italiani" che abbiamo, ve lo immaginate: "io ti faccio un finto contratto di lavoro, e poi facciamo a mezzo di quello che prendi dallo Stato".... chi non accetterebbe?

    Rispondi

  • Michele E

    18 Aprile @ 12.33

    Quanti fidentini e salsesi tra quei nomi...

    Rispondi

  • Claudio

    18 Aprile @ 08.33

    Bhe, io non credo sia un caso isolato! E' una pratica abbastanza diffusa, le aziende, oltre al guadagno per la vendita dei loro prodotti, hanno quello che proviene dalle contestazioni ai fornitori, lo sfruttamento dei benefici dei propri dipendenti appunto, rimborsi Irpef, malattie e trattenute fiscali e morose! Il vero business è quello! Altrimenti, non si spiegherebbe la ricerca disperata di manovalanza a basso costo!!!

    Rispondi

  • federicot

    18 Aprile @ 07.58

    federicot

    Mah...non riesco a leggerli...

    Rispondi

    • 18 Aprile @ 10.50

      Da Redazione: sa, abbiamo questa brutta abitudine di considerare il lavoro come qualcosa da retribuire...

      Rispondi

      • federicot

        19 Aprile @ 10.25

        federicot

        sa ho questa brutta abitudine...considerare l'informazione un diritto GRATUITO. poi mi spiegherete quante copie in più pensate di vendere con questo abilissimo trucchetto.

        Rispondi

        • 19 Aprile @ 10.31

          Come diceva Milton Friedman non esistono pasti gratis. E vale anche per l’informazione.

          Rispondi

        • federicot

          19 Aprile @ 11.30

          federicot

          Beh i miei soldi non li cuccate di sicuro. Se pensate ancora di stare in piedi con i soldi delle copie state freschi....ho detto che io non pago, come state in piedi a me frega poco. Ribadisco la domanda, quante copie in più avete venduto che questo trucchetto?

          Rispondi

        • 19 Aprile @ 12.06

          (Dalla redazione) Abbastanza per continuare a fornirle informazione gratuita. Fin che dura.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Calcio: Paolo Rossi duetta con 'Ridge' di Beautiful

strana coppia

Paolo Rossi duetta con "Ridge" di Beautiful in Toscana Video

Morto Franco Rosi, 'fu' il Telegattone

TELEVISIONE

E' morto l'imitatore Franco Rosi, la voce del Telegattone Video

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

festival del cinema

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

bar cocktail

esercizi commerciali

Pioggia di multe nei bar: 15 violazioni e un "conto" da quasi 10mila euro

1commento

lago ballano

Comitiva di ciaspolatori in difficoltà per il ghiaccio: interviene il Soccorso alpino

dopo l'uccisione

Fontevivo, coi cani in piazza per ricordare Moon e Shadow Foto

La «base» in Veneto

Il giro delle intestazioni fittizie: a Parma scoperte cinquanta auto

voto online

Caso Diciotti, Pizzarotti durissimo col M5S: "Non siamo a X-Factor"

2commenti

Fontevivo

Raid della «banda dei profumi», ma arrivano i carabinieri

ambiente

Fino alle 18.30 la domenica è ecologica - La mappa

3commenti

weekend

Tra ciaspolate, "code" di San Valentino e polenta distesa: l'agenda della domenica

Ko a Cagliari

Parma, la sindrome dello spreco

2commenti

SERIE A

D'Aversa: "Dobbiamo ritrovare la cattiveria del girone d'andata"

COLLECCHIO

Centrosinistra, oggi le primarie. Dondi o Galli, chi sarà la candidata sindaca?

Fiere

Francesco Moser al Travel Outdoor Fest: «Così mi tengo in forma»

FIDENZA

Riaperto il cantiere sulla via Emilia, prime code a Parola

UNIVERSITA'

Burioni a Parma per un seminario sui vaccini

FIDENZA

Addio a Colabove, ex carabiniere e impiegato bancario

ASSOCIAZIONE

Centro aiuto alla vita, da 40 anni accanto a chi ha bisogno di sostegno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

CALCIO

Il pagellone di Cagliari - Parma: votate

EDITORIALE

Silvio e Matteo amici-nemici. Il centrodestra si sgretola?

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Simula il pagamento dei mobili antichi e le prosciuga il conto: denunciato

social network

Raccoglie carte e cicche nel centro storico, il sindaco di Pesaro la cerca su Fb

SPORT

Serie A

Bergamo: il Milan, trascinato da Piatek, batte l'Atalanta (3-1)

como

Sasso contro l'auto di Wanda Nara. A bordo c'erano anche 3 figli

SOCIETA'

ARCHEOLOGIA

Pompei, dopo Leda affiora uno strepitoso affresco con Narciso Foto

ANIMALI

Gatti, oggi è il giorno della loro festa nazionale

MOTORI

MOTORI

Auto: dal 2020 sarà obbligatoria la frenata automatica d'emergenza

motori

Crazyrun: 500 km di divertimento a bordo di una supercar