10°

EDITORIALE

Per Salvini e Di Maio il problema è l'Europa

salvini di maio
Ricevi gratis le news
5

E’ tutt’ora ricco di incognite e di rischi, il cammino intrapreso da Salvini e Di Maio, i nuovi dioscuri convinti di poter governare insieme e di spartirsi l’Italia, la Lega padrona del Nord, il M5S egemone al Sud. Un connubio fino a tre mesi fa impensabile per i più ma captato anzitempo dalle lunghe antenne di Sua Emittenza, un Silvio Berlusconi che presentiva come un incubo il nascere “dell’Italia di Salvini e Di Maio” evento catalogato come “la peggiore jattura”, paragonata al mostruoso e innaturale ircocervo, metà capro e metà cervo: nella fattispecie, secondo il Cavaliere, metà antidemocratico, metà antieuropeo. Ed è appunto il rapporto con l’Unione europea la questione più spinosa lungo il percorso di Salvini e Di Maio che hanno chiesto al presidente della Repubblica di concedere loro altri due giorni per poter costruire un’ipotesi di governo a maggioranza autarchica Lega e M5S con Forza Italia in posizione non ostile al tentativo di Salvini fino a ieri bloccato dal ‘’niet’’ con il quale Berlusconi ricambiava il veto di Di Maio in quanto paradigma vivente dei peggiori mali. Che il leader pentastellato si sia spinto a sostenere di non aver mai imposto ostracismo al Cavaliere e che Salvini non abbia battuto ciglio dimostra come spesso in politica il raccontare frottole sia proficuo anziché imperdonabile.
Ora i dioscuri sono alle prese con i nomi e i ruoli, chi sarà premier e chi ministro, una trattativa piena di insidie. Ma lo scoglio vero, sul quale potrebbe infrangersi il tutto, è quell’Europa, ieri evocata da Mattarella come punto di riferimento assoluto, rassicurante baluardo contro la crisi. In sovrappiù il presidente ha bollato come insensatezze le pulsioni sovraniste: e certo parlava a nuora affinché intendessero le due suocere attese nuovamente al Quirinale, il Salvini spauracchio della Commissione europea, finora tenuto a freno dal Cavaliere garante per lui con la Merkel e Junker, adesso libero di scatenarsi, com’è già successo, in promesse di ignorare vincoli e impegni presi, e il Di Maio però più prudente nell’annacquare l’empito antieuropeista. E’ un punto, questo, sul quale Mattarella esigerà chiarezza e impegni precisi. Che faranno i due rampantissimi vincitori seppur non appieno del 4 marzo? Altro aspetto che finora Salvini pare abbia ignorato o sottovalutato è che il “contratto alla tedesca”, come Di Maio chiama l’accordo “non politico” di governo, andrà sottoposto alla rete grillina, alla Piattaforma Rousseau, ultima istanza di democrazia telematica diretta: e se gli iscritti bocciassero l’accordo? Forse è valutando tutte queste incognite e i rischi conseguenti che Berlusconi ha infine deciso per l’astensione, cioè di defilarsi nel caso di insuccesso e all’occorrenza avere invece un ruolo determinante per difendere Forza Italia dalla voracità salviniana e, secondo i nemici, soprattutto per contrattare, al motto di “Astengo famiglia”, l’intangibilità delle proprie aziende.
vittorio.testa@comesermail.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    12 Maggio @ 09.58

    sig.Testa il problema per l'Europa non sono Salvini e Di Maio ma tutti coloro che vogliono mettere in discussione questa politica europea che è bocciata dalla maggior parte dei cittadini dell'Unione. I media, mi perdoni, fanno il loro lavoro , cercano di dare "consigli" più o meno velati, decaloghi, ultimatum ed etichettano a loro piacere quello che ancora non è dato sapere . Questo nuovo governo, se riuscirà a nascere, indubbiamente per il Paese sarà una novità assoluta e lo giudicheremo con il suo operato, senza preconcetti o pregiudizi e visto quello che hanno combinato quelli che li hanno preceduti siamo fiduciosi.

    Rispondi

    • giorgiop

      12 Maggio @ 11.39

      giorgiop

      il rischio è che quando saremo in grado di giudicarne l'operato, sarà tardi per rimediare alle cappelle che saranno fatte. Qualcuno deve spiegare come si concilia l'abbattimento delle imposte voluto da Salvini con il reddito di nullafacenza voluto dall'altro. Pare sia stata trovata la soluzione degna di un analista (di quelli col camice bianco): aumentare il debito pubblico fino a portare il parametro Maastricht al 2,80% in tre anni, appena sotto la soglia dell'adesso basta. E ci volevano due astronauti, come credono di essere, per una pirlata di questo tipo ? Cerrrrto..come diceva Greggio, tanto le tasche dei contribuenti (quelli che rimangono) sono sempre aperte come i porti del sud che continuano ad accumulare immigrati senza freno. E questi due astronauti non si sono ancora chiesti, specialmente quello di cdx, se questa pirlata è quello che volevano i loro elettori e se, dopo un possibile fallimento ed una altrettanto possibile rielezione, riprenderanno gli stessi voti di prima.

      Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 20.37

    Atlante, non è che bisogni uscire dall'Europa ma siamo il terzo paese ora che non ci sono più gli inglesi, e non ci possiamo far trattare come se fossimo la Lituania o Lettonia (con tutto il rispetto ma in totale equivalgono a Milano) tutti hanno sforato per i loro tornaconto interni , gli unici a cui non è concesso siamo noi,Europa ok ma Italia deve farsi rispettare x quello che è, e questo sarà dovuto anche da quello che gli italiani faranno nelle prossime elezioni. È chiaro che non dobbiamo farci mettere i piedi in testa specie dai tedeschi che c temono perché nonostante non siamo così 'teutonici' dobbiamo arrivare ad essere consapevoli di cosa siamo, non andare come sempre fatto a chiedere elemosine . siamo L'Italia, non gli ultimi .

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    11 Maggio @ 19.47

    la rivolta di atlante

    DI PRESIDENTI IMPICCIONI IL POPOLO VOTANTE HA DIMOSTRATO CHIARAMENTE DI AVERNE ABBASTANZA. SE IN EUROPA HANNO AVUTO LA BREXIT È PENSABILE CHE SI POSSA AVERE ANCHE UNA ITALEXIT .... TANTO L'EUROPA NON È UN GRANDE AFFARE TRA SOLDI VERSATI , IMMIGRATI GESTITI E SANZIONI RUSSE .... UN MERCATO F D'ORO PER NOI È PIÙ QUELLO CHE CI COSTA CHE QUELLO CHE CI DÀ.

    Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 15.16

    Forse il problema, non e' l'Europa ma Mattarella, che poteva evitare di porre paletti, in quanto, e chi conosce la Costituzione dovrebbe sperlo (lui) siamo in una repubblica parlamentare. i cittadini eleggono i parlamentari che a loro volta producono il governo, non e' una repubblica presidenziale. La sua funzione e' solo quella di certificare che i singoli ministri siano idonei a partecipare al governo, ma la scelta politica e' del popolo che ha votato , non sua , altrimenti stravolge la volonta' popolare, e gia' ne abbiamo avuto abbastanza del suo predecessore al riguardo.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte

PGN

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte Ecco chi c'era: foto

Sanremo, la Rai smentisce aumenti del compenso per Claudio Baglioni

TELEVISIONE

Sanremo, la Rai smentisce aumenti del compenso per Claudio Baglioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Un'auto si ribalta in A1: grave un giovane. Per ore code a Terre di Canossa

AUTOSTRADA

Un'auto si ribalta in A1: grave un giovane. Per ore code a Terre di Canossa

Autocisa: pioggia tra Fornovo e Pontremoli

via della Repubblica

Benedizione degli animali in Sant'Antonio: tradizione che si ripete (con successo) Foto

PARMA

Controlli antidroga: sequestrato mezzo chilo di hashish al parco Falcone e Borsellino Video

Viarolo

Cercano di far esplodere il bancomat della Cassa Padana ma il colpo fallisce Video

L'anniversario

La mamma di Filippo Ricotti: «Sono passati due anni. Ma per mio figlio nessuna giustizia»

PARMA

Il pusher fugge e fa resistenza con violenza: un cittadino aiuta i carabinieri ad arrestarlo Video

La cronaca del 12TgParma

Intervista

Giulia ce l'ha fatta: «Vado a Oxford a studiare matematica»

CALCIO

Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

20 GENNAIO

Torna la domenica ecologica: limitazioni al traffico all'interno delle tangenziali Mappa

Sentenza

Guerra dell'acqua, Montagna 2000 deve 600mila euro a Berceto

2commenti

PARMA

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

2commenti

Tribunale

Perseguita un uomo con messaggi anonimi: collecchiese condannato per stalking

Zibello

È morto Corrado Tencati: preparò lo strolghino record del November Porc

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro: disagi al traffico ma nessun ferito Foto

INTERVISTA

Amanda Sandrelli: «La seduzione secondo Mirandolina»

TRIBUNALE

San Giovanni, entra in sagrestia e tenta di rapinare due monaci: condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come cambia la nostra vita in mezzo agli umanoidi

di Patrizia Ginepri

PGN

La nuova moda dell'uomo e la trasmissione «Prendi Nota»

di Mara Varoli

ITALIA/MONDO

calcio

Tifoso morto: arrestato il capo storico dei "Viking" Inter, Nino Ciccarelli Chi è

ANCONA

Untore hiv a processo per "omicidio", il pm chiede 18 anni

SPORT

calcio

Anche Mayweather alla festa nello spogliatoio della Juve per la Supercoppa

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

salute

Nel corpo umano ci sono 5.000 specie di batteri, pronto un catalogo

la storia

Il piccolo migrante annegato con la pagella cucita addosso (reso noto da una vignetta)

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai