12°

26°

EDITORIALE

Per Salvini e Di Maio il problema è l'Europa

salvini di maio
Ricevi gratis le news
5

E’ tutt’ora ricco di incognite e di rischi, il cammino intrapreso da Salvini e Di Maio, i nuovi dioscuri convinti di poter governare insieme e di spartirsi l’Italia, la Lega padrona del Nord, il M5S egemone al Sud. Un connubio fino a tre mesi fa impensabile per i più ma captato anzitempo dalle lunghe antenne di Sua Emittenza, un Silvio Berlusconi che presentiva come un incubo il nascere “dell’Italia di Salvini e Di Maio” evento catalogato come “la peggiore jattura”, paragonata al mostruoso e innaturale ircocervo, metà capro e metà cervo: nella fattispecie, secondo il Cavaliere, metà antidemocratico, metà antieuropeo. Ed è appunto il rapporto con l’Unione europea la questione più spinosa lungo il percorso di Salvini e Di Maio che hanno chiesto al presidente della Repubblica di concedere loro altri due giorni per poter costruire un’ipotesi di governo a maggioranza autarchica Lega e M5S con Forza Italia in posizione non ostile al tentativo di Salvini fino a ieri bloccato dal ‘’niet’’ con il quale Berlusconi ricambiava il veto di Di Maio in quanto paradigma vivente dei peggiori mali. Che il leader pentastellato si sia spinto a sostenere di non aver mai imposto ostracismo al Cavaliere e che Salvini non abbia battuto ciglio dimostra come spesso in politica il raccontare frottole sia proficuo anziché imperdonabile.
Ora i dioscuri sono alle prese con i nomi e i ruoli, chi sarà premier e chi ministro, una trattativa piena di insidie. Ma lo scoglio vero, sul quale potrebbe infrangersi il tutto, è quell’Europa, ieri evocata da Mattarella come punto di riferimento assoluto, rassicurante baluardo contro la crisi. In sovrappiù il presidente ha bollato come insensatezze le pulsioni sovraniste: e certo parlava a nuora affinché intendessero le due suocere attese nuovamente al Quirinale, il Salvini spauracchio della Commissione europea, finora tenuto a freno dal Cavaliere garante per lui con la Merkel e Junker, adesso libero di scatenarsi, com’è già successo, in promesse di ignorare vincoli e impegni presi, e il Di Maio però più prudente nell’annacquare l’empito antieuropeista. E’ un punto, questo, sul quale Mattarella esigerà chiarezza e impegni precisi. Che faranno i due rampantissimi vincitori seppur non appieno del 4 marzo? Altro aspetto che finora Salvini pare abbia ignorato o sottovalutato è che il “contratto alla tedesca”, come Di Maio chiama l’accordo “non politico” di governo, andrà sottoposto alla rete grillina, alla Piattaforma Rousseau, ultima istanza di democrazia telematica diretta: e se gli iscritti bocciassero l’accordo? Forse è valutando tutte queste incognite e i rischi conseguenti che Berlusconi ha infine deciso per l’astensione, cioè di defilarsi nel caso di insuccesso e all’occorrenza avere invece un ruolo determinante per difendere Forza Italia dalla voracità salviniana e, secondo i nemici, soprattutto per contrattare, al motto di “Astengo famiglia”, l’intangibilità delle proprie aziende.
vittorio.testa@comesermail.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    12 Maggio @ 09.58

    sig.Testa il problema per l'Europa non sono Salvini e Di Maio ma tutti coloro che vogliono mettere in discussione questa politica europea che è bocciata dalla maggior parte dei cittadini dell'Unione. I media, mi perdoni, fanno il loro lavoro , cercano di dare "consigli" più o meno velati, decaloghi, ultimatum ed etichettano a loro piacere quello che ancora non è dato sapere . Questo nuovo governo, se riuscirà a nascere, indubbiamente per il Paese sarà una novità assoluta e lo giudicheremo con il suo operato, senza preconcetti o pregiudizi e visto quello che hanno combinato quelli che li hanno preceduti siamo fiduciosi.

    Rispondi

    • giorgiop

      12 Maggio @ 11.39

      giorgiop

      il rischio è che quando saremo in grado di giudicarne l'operato, sarà tardi per rimediare alle cappelle che saranno fatte. Qualcuno deve spiegare come si concilia l'abbattimento delle imposte voluto da Salvini con il reddito di nullafacenza voluto dall'altro. Pare sia stata trovata la soluzione degna di un analista (di quelli col camice bianco): aumentare il debito pubblico fino a portare il parametro Maastricht al 2,80% in tre anni, appena sotto la soglia dell'adesso basta. E ci volevano due astronauti, come credono di essere, per una pirlata di questo tipo ? Cerrrrto..come diceva Greggio, tanto le tasche dei contribuenti (quelli che rimangono) sono sempre aperte come i porti del sud che continuano ad accumulare immigrati senza freno. E questi due astronauti non si sono ancora chiesti, specialmente quello di cdx, se questa pirlata è quello che volevano i loro elettori e se, dopo un possibile fallimento ed una altrettanto possibile rielezione, riprenderanno gli stessi voti di prima.

      Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 20.37

    Atlante, non è che bisogni uscire dall'Europa ma siamo il terzo paese ora che non ci sono più gli inglesi, e non ci possiamo far trattare come se fossimo la Lituania o Lettonia (con tutto il rispetto ma in totale equivalgono a Milano) tutti hanno sforato per i loro tornaconto interni , gli unici a cui non è concesso siamo noi,Europa ok ma Italia deve farsi rispettare x quello che è, e questo sarà dovuto anche da quello che gli italiani faranno nelle prossime elezioni. È chiaro che non dobbiamo farci mettere i piedi in testa specie dai tedeschi che c temono perché nonostante non siamo così 'teutonici' dobbiamo arrivare ad essere consapevoli di cosa siamo, non andare come sempre fatto a chiedere elemosine . siamo L'Italia, non gli ultimi .

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    11 Maggio @ 19.47

    la rivolta di atlante

    DI PRESIDENTI IMPICCIONI IL POPOLO VOTANTE HA DIMOSTRATO CHIARAMENTE DI AVERNE ABBASTANZA. SE IN EUROPA HANNO AVUTO LA BREXIT È PENSABILE CHE SI POSSA AVERE ANCHE UNA ITALEXIT .... TANTO L'EUROPA NON È UN GRANDE AFFARE TRA SOLDI VERSATI , IMMIGRATI GESTITI E SANZIONI RUSSE .... UN MERCATO F D'ORO PER NOI È PIÙ QUELLO CHE CI COSTA CHE QUELLO CHE CI DÀ.

    Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 15.16

    Forse il problema, non e' l'Europa ma Mattarella, che poteva evitare di porre paletti, in quanto, e chi conosce la Costituzione dovrebbe sperlo (lui) siamo in una repubblica parlamentare. i cittadini eleggono i parlamentari che a loro volta producono il governo, non e' una repubblica presidenziale. La sua funzione e' solo quella di certificare che i singoli ministri siano idonei a partecipare al governo, ma la scelta politica e' del popolo che ha votato , non sua , altrimenti stravolge la volonta' popolare, e gia' ne abbiamo avuto abbastanza del suo predecessore al riguardo.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Previsioni del tempo e soluzione Cubo di Rubik

FLORIDA

Aggiorna il meteo mentre risolve il cubo di Rubik in diretta tv

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club"

PARMA CALCIO

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club" Video

1commento

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

PARMA

Lauryn Hill entusiasma la Cittadella: le foto della serata

LUTTO

Addio a Benecchi, storico oste di borgo dei Grassani

3commenti

PARMA

Spaccio in Oltretorrente, i residenti: "Chiediamo l'identificazione dei clienti" Video

6commenti

Processo

Public money, le difese: «Assolvete Costa e Villani»

2commenti

brescello

Spray urticante in faccia al venditore per non pagare l'iPhone: in carcere 26enne

Il giovane aveva risposto a un annuncio online

Ambiente

Le Guardie ecologiche: «Non possiamo più tutelare la natura come prima»

2commenti

BORGOTARO

Addio a Maria Rosaria Brugnoli, colonna del volontariato

PARMA

Proges, positivo il bilancio 2017. Michela Bolondi alla presidenza

Traversetolo

Musulmani, la polemica sul cambio di sede

1commento

Collecchio

Rompono i vetri ma nell'auto non c'è niente

1commento

BEDONIA

Addio alla maestra Maria Luisa Serpagli

PARMA

Incidente a Pontetaro sulla tangenziale cispadana: due feriti Gallery

AUTOSTRADA

Traffico intenso fino al primo pomeriggio in A1 e in Autocisa

In A15 si sono registrati fino a 7 km di coda tra Aulla e l'A12

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Censimento dei rom e schedature più urgenti

di Filiberto Molossi

2commenti

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

cattolica

Ceffone al figlio che fuma uno spinello: padre denunciato

ROMA

La morte dello chef Narducci e dell'assistente: automobilista indagato per omicidio stradale

SPORT

calcio

Mondiali, Puyol censurato dalla tv iraniana: ha i capelli lunghi

motori

F1, Gp Francia: Hamilton in pole, terza la Ferrari di Vettel

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

Piacenza

Capriolo incastrato fra le sbarre: lo liberano i vigili del fuoco Video

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse