17°

28°

EDITORIALE

Per Salvini e Di Maio il problema è l'Europa

salvini di maio
Ricevi gratis le news
5

E’ tutt’ora ricco di incognite e di rischi, il cammino intrapreso da Salvini e Di Maio, i nuovi dioscuri convinti di poter governare insieme e di spartirsi l’Italia, la Lega padrona del Nord, il M5S egemone al Sud. Un connubio fino a tre mesi fa impensabile per i più ma captato anzitempo dalle lunghe antenne di Sua Emittenza, un Silvio Berlusconi che presentiva come un incubo il nascere “dell’Italia di Salvini e Di Maio” evento catalogato come “la peggiore jattura”, paragonata al mostruoso e innaturale ircocervo, metà capro e metà cervo: nella fattispecie, secondo il Cavaliere, metà antidemocratico, metà antieuropeo. Ed è appunto il rapporto con l’Unione europea la questione più spinosa lungo il percorso di Salvini e Di Maio che hanno chiesto al presidente della Repubblica di concedere loro altri due giorni per poter costruire un’ipotesi di governo a maggioranza autarchica Lega e M5S con Forza Italia in posizione non ostile al tentativo di Salvini fino a ieri bloccato dal ‘’niet’’ con il quale Berlusconi ricambiava il veto di Di Maio in quanto paradigma vivente dei peggiori mali. Che il leader pentastellato si sia spinto a sostenere di non aver mai imposto ostracismo al Cavaliere e che Salvini non abbia battuto ciglio dimostra come spesso in politica il raccontare frottole sia proficuo anziché imperdonabile.
Ora i dioscuri sono alle prese con i nomi e i ruoli, chi sarà premier e chi ministro, una trattativa piena di insidie. Ma lo scoglio vero, sul quale potrebbe infrangersi il tutto, è quell’Europa, ieri evocata da Mattarella come punto di riferimento assoluto, rassicurante baluardo contro la crisi. In sovrappiù il presidente ha bollato come insensatezze le pulsioni sovraniste: e certo parlava a nuora affinché intendessero le due suocere attese nuovamente al Quirinale, il Salvini spauracchio della Commissione europea, finora tenuto a freno dal Cavaliere garante per lui con la Merkel e Junker, adesso libero di scatenarsi, com’è già successo, in promesse di ignorare vincoli e impegni presi, e il Di Maio però più prudente nell’annacquare l’empito antieuropeista. E’ un punto, questo, sul quale Mattarella esigerà chiarezza e impegni precisi. Che faranno i due rampantissimi vincitori seppur non appieno del 4 marzo? Altro aspetto che finora Salvini pare abbia ignorato o sottovalutato è che il “contratto alla tedesca”, come Di Maio chiama l’accordo “non politico” di governo, andrà sottoposto alla rete grillina, alla Piattaforma Rousseau, ultima istanza di democrazia telematica diretta: e se gli iscritti bocciassero l’accordo? Forse è valutando tutte queste incognite e i rischi conseguenti che Berlusconi ha infine deciso per l’astensione, cioè di defilarsi nel caso di insuccesso e all’occorrenza avere invece un ruolo determinante per difendere Forza Italia dalla voracità salviniana e, secondo i nemici, soprattutto per contrattare, al motto di “Astengo famiglia”, l’intangibilità delle proprie aziende.
vittorio.testa@comesermail.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    12 Maggio @ 09.58

    sig.Testa il problema per l'Europa non sono Salvini e Di Maio ma tutti coloro che vogliono mettere in discussione questa politica europea che è bocciata dalla maggior parte dei cittadini dell'Unione. I media, mi perdoni, fanno il loro lavoro , cercano di dare "consigli" più o meno velati, decaloghi, ultimatum ed etichettano a loro piacere quello che ancora non è dato sapere . Questo nuovo governo, se riuscirà a nascere, indubbiamente per il Paese sarà una novità assoluta e lo giudicheremo con il suo operato, senza preconcetti o pregiudizi e visto quello che hanno combinato quelli che li hanno preceduti siamo fiduciosi.

    Rispondi

    • giorgiop

      12 Maggio @ 11.39

      giorgiop

      il rischio è che quando saremo in grado di giudicarne l'operato, sarà tardi per rimediare alle cappelle che saranno fatte. Qualcuno deve spiegare come si concilia l'abbattimento delle imposte voluto da Salvini con il reddito di nullafacenza voluto dall'altro. Pare sia stata trovata la soluzione degna di un analista (di quelli col camice bianco): aumentare il debito pubblico fino a portare il parametro Maastricht al 2,80% in tre anni, appena sotto la soglia dell'adesso basta. E ci volevano due astronauti, come credono di essere, per una pirlata di questo tipo ? Cerrrrto..come diceva Greggio, tanto le tasche dei contribuenti (quelli che rimangono) sono sempre aperte come i porti del sud che continuano ad accumulare immigrati senza freno. E questi due astronauti non si sono ancora chiesti, specialmente quello di cdx, se questa pirlata è quello che volevano i loro elettori e se, dopo un possibile fallimento ed una altrettanto possibile rielezione, riprenderanno gli stessi voti di prima.

      Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 20.37

    Atlante, non è che bisogni uscire dall'Europa ma siamo il terzo paese ora che non ci sono più gli inglesi, e non ci possiamo far trattare come se fossimo la Lituania o Lettonia (con tutto il rispetto ma in totale equivalgono a Milano) tutti hanno sforato per i loro tornaconto interni , gli unici a cui non è concesso siamo noi,Europa ok ma Italia deve farsi rispettare x quello che è, e questo sarà dovuto anche da quello che gli italiani faranno nelle prossime elezioni. È chiaro che non dobbiamo farci mettere i piedi in testa specie dai tedeschi che c temono perché nonostante non siamo così 'teutonici' dobbiamo arrivare ad essere consapevoli di cosa siamo, non andare come sempre fatto a chiedere elemosine . siamo L'Italia, non gli ultimi .

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    11 Maggio @ 19.47

    la rivolta di atlante

    DI PRESIDENTI IMPICCIONI IL POPOLO VOTANTE HA DIMOSTRATO CHIARAMENTE DI AVERNE ABBASTANZA. SE IN EUROPA HANNO AVUTO LA BREXIT È PENSABILE CHE SI POSSA AVERE ANCHE UNA ITALEXIT .... TANTO L'EUROPA NON È UN GRANDE AFFARE TRA SOLDI VERSATI , IMMIGRATI GESTITI E SANZIONI RUSSE .... UN MERCATO F D'ORO PER NOI È PIÙ QUELLO CHE CI COSTA CHE QUELLO CHE CI DÀ.

    Rispondi

  • Roberto

    11 Maggio @ 15.16

    Forse il problema, non e' l'Europa ma Mattarella, che poteva evitare di porre paletti, in quanto, e chi conosce la Costituzione dovrebbe sperlo (lui) siamo in una repubblica parlamentare. i cittadini eleggono i parlamentari che a loro volta producono il governo, non e' una repubblica presidenziale. La sua funzione e' solo quella di certificare che i singoli ministri siano idonei a partecipare al governo, ma la scelta politica e' del popolo che ha votato , non sua , altrimenti stravolge la volonta' popolare, e gia' ne abbiamo avuto abbastanza del suo predecessore al riguardo.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"