IL CASO

L'invasione delle zecche

L'invasione delle zecche
Ricevi gratis le news
17

Boom di zecche per il clima caldo e umido e l'aumento degli animali selvatici . L'Ausl mette in guardia: «Cercate di prevenire i morsi e di rimuovere al più presto i parassiti». Scopri come.

Da un lato l'aumento di animali selvatici (cinghiali e caprioli in testa) nei boschi, dall'altro una primavera piovosa ma calda che favorisce lo sviluppo dell'erba, non sempre tagliata puntualmente nelle aree verdi cittadine. Il risultato sono le condizioni ideali per la riproduzione e invasione di zecche (maggio-ottobre è il loro «momento d'oro») che si sta registrando in queste settimane. «Non un'emergenza - chiarisce Mauro Cavalca, direttore del servizio Sanità animale dell'Ausl - ma una delle ondate cicliche che ci affliggono da decenni».

Fatto sta che si moltiplicano le segnalazioni: basta una passeggiata nel bosco, ma anche in un giardinetto o parco cittadino, o persino la prolungata presenza in un balcone (perché le zecche molli o «Argasidae» sono veicolate dai volatili) per essere attaccati da questo insetto indistruttibile: «L'inverno non le uccide, possono stare per mesi senza mangiare, resistono ai pesticidi e non hanno nemici naturali» riassume Cavalca.

Esistono 900 tipi di zecche, ma la più comune è una zecca «dura» (dotata di corazza), la Ixodes ricinus, che attacca i mammiferi, uomini e animali, succhiando sangue. Ed è vorace: «Può rimanere attaccata poche ore, ma anche due settimane, raddoppiando il suo peso fino a 100 volte», dice Cavalca. Per questo è importante individuarle e rimuoverle al più presto, scongiurando eventuali infezioni, causate anche dai rigurgiti dell'insetto.

Una delle complicazioni più comuni è la malattia (o «borreliosi») di Lyme. «È caratterizzata da un eritema migrante chiaro al centro e con un alone rosso - spiega Bianca Borrini del Servizio igiene e sanità pubblica dell'Ausl - In questi casi è bene un'osservazione di 30-40 giorni prima di iniziare ad assumere un antibiotico, cosa che impedirebbe al medico una diagnosi corretta. La terapia antibiotica è abbastanza lunga ma in grado quasi sempre di stroncare l'infezione. Opportuno anche verificare l'ultima antitetanica ed eventualmente fare un richiamo». Altri campanelli d'allarme sono febbre, mal di testa, dolori articolari.

Dal 1999 si sono registrati a Parma e provincia 55 casi di malattia di Lyme, con un trend costante di 3-4 casi l'anno e nessuno con esiti gravi (che includono complicanze tardive articolari, neurologiche e cardio-circolatorie); sette casi di febbre bottonosa (altra malattia trasmessa dalle zecche); solo un caso di encefalite da zecca. Le stesse infezioni sono trasmesse anche agli animali domestici, oltre a erlichiosi e piroplasmosi.

La prevenzione, come sempre, è la migliore arma: «Se si ha in programma una passeggiata nel bosco o una lunga permanenza in un'area verde, indossare maniche e pantaloni lunghi, meglio se chiari per identificare meglio gli insetti» dice Borrini.

Al rientro a casa, aggiunge Cavalca, controllare, oltre ai propri abiti e cute, zampe, occhi, orecchie, muso, pancia, inguine e ascelle dell'amico a quattro zampe. Possono essere utili repellenti a base di dietiltoluamide o picaridina, presenti anche in molti antizanzare, e per gli animali i collari antizecca.

COME PREVENIRE

Indossa vestiti chiari per identificare meglio le zecche e rimuoverle. Usa indumenti a maniche lunghe e infila i pantaloni dentro a calzettoni o stivali. Cammina al centro dei sentieri, non sederti direttamente sull'erba. Usa repellenti su abiti e pelle esposta, senza esagerare in quantità e frequenza specie nei bimbi. Per ridurre le zecche nelle zone residenziali rimuovi foglie secche, cespugli e residui di potatura, cura alberi, siepi e prati per far penetrare i raggi solari: la zecca ama ombra e umidità.

COME SCOPRIRLE

Controlla i tratti di pelle scoperti e gli abiti. Al ritorno da gite in zone a rischio lava i vestiti in lavatrice ad alta temperatura e, prima di fare il bagno, ispezionati il corpo con l’aiuto di un’altra persona per le zone difficilmente visibili. Soprattutto nei bambini controlla anche i capelli.

COME RIMUOVERLE

Afferrala con una pinza il più vicino possibile alla cute e toglila tirando verso l'alto senza schiacciarla. Se il rostro (l’organo che la zecca usa per attaccarsi) rimane nella pelle, puoi estrarlo con un ago da siringa sterile. Non gettare la zecca tolta ma bruciala.

COSA NON FARE

Non usare metodi di estrazione quali il caldo (brace di sigaretta, fiammiferi, aghi arroventati) o sostanze chimiche (petrolio, benzina, trielina, ammoniaca, acetone, olio, sapone. ecc). Questi metodi aumentano il rischio di infezione perché provocano il rigurgito del parassita. Non togliere la zecca con le mani e non schiacciarla con le dita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • atipofachiro

    01 Giugno @ 15.04

    Io dico che la giunta, il Sindaco e l'amministrazione pubblica in generale, stanno sottovalutando il problema dei detriti spaziali. Pizzarotti dobbiamo aspettare che un frammento della Soyuz 13 colpisca un cittadino perché tu ti occupi dell'argomento? Si certo ottima iniziativa la notte bianca, il Parma in A, il risanamento del debito, ma sarebbe anche ora di terminare il progetto del cestino intergalattico e mettere al sicuro le teste dei Parmigiani!!!!

    Rispondi

  • Roberto

    31 Maggio @ 23.07

    ci sono le zecche e la colpa è di pizzarotti...siete fantastici.

    Rispondi

  • Patrizia Adorni

    31 Maggio @ 16.54

    @mario ah, quindi ammetti che a Trento il comune FA INFORMAZIONE a favore dei cittadini. Mentre qui a Parma non vedo NIENTE DI NIENTE

    Rispondi

  • Mario

    31 Maggio @ 16.13

    Non parteggio per nessuna parte, ma vorrei far presente ai leoni da tastiera che la settimana scorsa ero a Trento e la città era piena di manifesti su come difendersi dalle zecche. E a Trento non c'è Pizzarotti...

    Rispondi

    • xxl

      31 Maggio @ 20.33

      Appunto, conoscono il problema e informano i cittadini. Qui il nulla...

      Rispondi

  • Indiana

    31 Maggio @ 15.47

    Indiana

    Vorrei informare il sindaco e chi di dovere che esistono disinfestazione naturali,per nulla tossici, per ripulire parchi,giardini e campi da zecche,pulci,zanzare. Per gli animali domestici esistono pietre, spray,polveri e pillole. Chi si occupa della Res publica DEVE sapere queste cose e occuparsene! Altrimenti cambi pure mestiere invece di intascarsi soldi immeritati. Non riuscire a far fronte a dei parassiti,che possono anche portare gravi malattie, è da terzo mondo,non certo di una capitale della cultura occidentale !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

musica

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo

VELLUTO ROSSO

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo Video

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

ricerche on line

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

collecchio

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

1commento

incidente

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

anteprima gazzetta

Bambini in discoteca di notte "Bisogna saper dire di no ai nostri figli"

spaccio di droga

Le torture e le sevizie iniziano a Pisa e finiscono a Parma: arrestati nel Parmense 3 dominicani

1commento

27-29 giugno

E' ufficiale, il campionato italiano di ciclismo pro nella Valtaro

Incidente

Colto da malore al volante, si schianta contro un garage in via Brenta: è in gravi condizioni

vigili del fuoco

Odore e colonna di fumo: incendio in un sottotetto in via Marzaroli

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

2commenti

vigili del fuoco

Si stacca un pezzo di intonaco nel sottopasso di Baganzola: chiusa una carreggiata Foto

12 tg parma

Cantiere sotto sequestro in via Spezia.

maltempo

Prevista neve in città: mezzi del comune pronti ad intervenire Video

carabinieri

Spaccio di "droga dello stupro" in locali bolognesi: arrestato anche un professionista parmigiano

12Tg Parma

Colpo alla gioielleria Valenti, fatale il ritorno "sul luogo del delitto": due arresti Video

ATTENTATO

Un gruppo di parmigiani a Strasburgo: "Salvi perché abbiamo sbagliato strada" Videotestimonianza

GAZZAREPORTER

Carabinieri a cavallo nel cortile del Maria Luigia Gallery

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», chiesti 75 rinvii a giudizio: ecco tutti i nomi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il sacrificio di Eleonora per la sua bambina

di Filiberto Molossi

PGN

Natale, guida ai regali per lui

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Attacco a Strasburgo: 3 morti e 12 feriti. Il killer è fuggito prendendo in ostaggio un tassista Video

francia

Strasburgo, Antonio Megalizzi lotta tra la vita e la morte. Il killer forse fuggito in Germania

SPORT

CHAMPIONS

La Juve scivola a Berna: 2-1 per lo Young Boys

CALCIO

Inter e Napoli fuori dalla Champions

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

Suore della Provvidenza

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

motori

Skoda manda in pensione Rapid: è l'ora di Scala

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni