-1°

caso whatsapp

Processo al Parma (e a Calaiò): "Sentenza definitiva entro il 20 luglio"

Processo a Calaiò e al Parma: le tappe
Ricevi gratis le news
8

«I tempi del processo sportivo saranno molto rapidi. Prevedo che i primi due gradi di giudizio in ambito federale si risolveranno, ragionevolmente, da qui al prossimo 20 luglio».

L’avvocato Massimo Diana, esperto di diritto sportivo, prova a fare chiarezza sull’iter che segue il deferimento di Emanuele Calaiò e del Parma Calcio 1913 per responsabilità oggettiva, in relazione agli sms inviati dall’attaccante prima della sfida di campionato contro lo Spezia a Filippo De Col, giocatore della squadra ligure ed ex compagno di squadra dello stesso Calaiò.

Una vicenda che sta tenendo col fiato sospeso l’intera tifoseria crociata, preoccupata dalle possibili conseguenze. «Se consideriamo che il deferimento è scattato lo scorso 20 giugno, si potrebbe andare a dibattimento, davanti al Tribunale federale nazionale, presumibilmente già martedì 3 luglio» - ipotizza Diana. «In quella circostanza, saranno ascoltate le parti in causa e valutate le prove: nel caso specifico, presumo, gli screenshot dei messaggi inviati tramite Whatsapp. La Procura federale formulerà quindi la propria richiesta. E la decisione del giudice sarà comunicata nella stessa giornata. Al massimo, potrebbe slittare di 24 ore».

Ed a quel punto, cosa succede? «Nel momento in cui viene pubblicata la sentenza, e contestualmente pure le motivazioni, chi intende fare ricorso in appello, avrà solo due giorni di tempo per presentare la propria istanza. Bisogna agire quindi in maniera tempestiva – chiarisce il legale – in quanto la richiesta di appello non può essere presentata via Pec, ma deve essere fisicamente depositata a Roma. Di qui, prima che si possa aprire il dibattito in Corte federale d’appello, occorrono almeno altri dieci giorni. In secondo grado, il procedimento è analogo: cambia però il giudice. C’è infine un terzo grado di giudizio, rappresentato dal Collegio di Garanzia del Coni, che si esprime solo su valutazioni di diritto, se dovessero emergere cioè errori processuali o di applicazione delle norme».

Sui possibili scenari scaturiti dalla sentenza, l’avvocato Diana è cauto. «Non essendo a conoscenza degli atti, preferisco ovviamente non esprimermi. Di norma – fa notare – la responsabilità oggettiva viene punita con due punti di penalizzazione, ma non è così scontato: bisogna infatti valutare la gravità della condotta. Se la sentenza a carico di Calaiò, e di conseguenza del club, fosse sfavorevole, occorrerà capire dove il Parma sconterebbe gli eventuali punti di penalizzazione, se nel prossimo campionato o in quello appena concluso. In quest’ultimo caso, la classifica verrebbe stravolta».

Il rischio di ricorsi a catena, da parte delle altre società coinvolte nel discorso promozione, è concreto. «Non possiamo escluderlo» - avverte Diana. «Da quello che ho letto, mi sembra già che il Palermo sia intenzionato a costituirsi. Sul piano giuridico, ne ha tutto il diritto».

LE OTTO DOMANDE

1 - Dove viene celebrato il processo sportivo?
Sia in primo che in secondo grado, il processo si svolge nella sede del Tribunale federale nazionale della Figc a Roma.

2 -  Da quante persone è composto l’organo giudicante?
Il Tribunale federale e la Corte federale di appello giudicano con un numero variabile di tre o cinque componenti.

3 - Quali sono i tempi previsti per la sentenza?
In entrambi i casi, la sentenza viene comunicata in giornata stessa o nelle 24 ore successive.

4 - Qual è il termine ultimo per la presentazione dell’eventuale ricorso?
Da quando viene pubblicata la sentenza, il ricorrente ha due giorni di tempo per presentare la propria istanza di appello.

5 - Il ricorso può essere presentato attraverso Posta elettronica certificata?
No. Deve essere depositato fisicamente, a Roma. E questo restringe ancora di più il tempo a disposizione del ricorrente.

6 - In Corte federale d’appello, il dibattimento segue le stesse modalità del primo grado?
Si, ma cambia il giudice.

7 - Esiste un terzo grado di giudizio?
Sì, è il Collegio di Garanzia del Coni. Che può esprimersi però solo in merito ad eventuali errori processuali o di applicazione delle norme.

8 - Cosa rischiano Calaiò ed il Parma?
L’attaccante rischia una squalifica a tempo. Il Parma potrebbe incorrere invece in una penalizzazione o in un’ammenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Monty

    16 Luglio @ 11.15

    Caro Gio hai perfettamente ragione ma ciò non discolpa Calaiò che rimane un benemerito (...)....................... non vedo la responsabilità del Parma se le cose stanno veramente così, come possono i Dirigenti o chi per essi controllare cosa scrive Calaiò (non esiste la pricacy ?). In teoria dovrebbe pagare solo Calaiò.

    Rispondi

  • danila

    27 Giugno @ 09.42

    è un caso ri di co lo

    Rispondi

  • Pier Luigi

    26 Giugno @ 17.34

    Ma perché quei messaggini non hanno la spunta blu di LETTO, che invece risulta sotto gli emoticon delle 15:03? Cosa si erano scritti precedentemente, tanto far piangere dalle risa? E i messaggini non spuntati in blu potrebbero essere stati manipolati?

    Rispondi

  • francesco

    26 Giugno @ 12.30

    Speriamo si chiuda velocemente in un nulla di fatto, se invece oltre agli SMS ci fosse stato anche un'incontro le cose cambierebbero notevolmente, è questo che scrivono nei siti di Palermo

    Rispondi

  • Goldwords

    26 Giugno @ 11.46

    Io non mi sono mai occupato di calcio e penso di non aver mai visto una partita al Tadini, tuttavia leggendo quei messaggi, che non avevo mai visto, mi pare veramente assurda questa storia! Ma la magistratura veramente non riconosce più il senso di una battuta o della presa in giro?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

ricerche on line

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli: foto

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo

VELLUTO ROSSO

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

incidente

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

27-29 giugno

E' ufficiale, il campionato italiano di ciclismo pro nella Valtaro

vigili del fuoco

Si stacca un pezzo di intonaco nel sottopasso di Baganzola: chiusa una carreggiata Foto

carabinieri

Spaccio di "droga dello stupro" in locali bolognesi: arrestato anche un professionista parmigiano

maltempo

Prevista neve in città: mezzi del comune pronti ad intervenire Video

12Tg Parma

Colpo alla gioielleria Valenti, fatale il ritorno "sul luogo del delitto": due arresti Video

ATTENTATO

Un gruppo di parmigiani a Strasburgo: "Salvi perché abbiamo sbagliato strada"

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», chiesti 75 rinvii a giudizio: ecco tutti i nomi

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

ALLEANZA

A Fondazione di Piacenza e Vigevano l'1,1% del capitale di Crédit Agricole Cariparma dalla Fondazione Cariparma

Intervista

"Io, colpita dalla legionella e in attesa della verità"

2commenti

12Tg Parma

Nuovo progetto educativo per le scuole: sarà curato da Paolo Crepet Video

a Bologna

49enne parmense muore in casa: disposta l'autopsia per chiarire le cause

CONTROLLI NEI MARKET

Cibo mal conservato. Multe per 51mila euro

2commenti

Colorno

Padovani si candida a sindaco: «Voglio scuotere il paese»

INTERVENTO

Mezzatesta: «I visoni liberi danneggiano l'ecosistema»

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il sacrificio di Eleonora per la sua bambina

di Filiberto Molossi

EDITORIALE

Dire “no” ai figli. La fatica di educare

di Paolo Emilio Pacciani

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Attacco a Strasburgo: 3 morti e 12 feriti. Il killer è fuggito prendendo in ostaggio un tassista Video

francia

Strasburgo, Antonio Megalizzi lotta tra la vita e la morte. Il killer forse fuggito in Germania

SPORT

CALCIO

Inter e Napoli fuori dalla Champions

sport

Glorie rossonere nuove e antiche: parate di stella al gala del Cus Le foto

SOCIETA'

New York

All'asta da Sotheby’s le lettere inedite di Verdi all'impresario Lanari

gusto

Non solo caffè, arriva la macchina per la birra in capsule

MOTORI

motori

Skoda manda in pensione Rapid: è l'ora di Scala

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni