14°

26°

Politica

Pellacini: "Via D'Azeglio, sala giochi al posto del supermercato?"

Vende alcolici dopo le 22: tre giorni di chiusura

Via D'Azeglio: foto d'archivio

Ricevi gratis le news
7

Pesanti conseguenze sociali e di sicurezza potrebbero derivare dalla possibile chiusura – che sembra sempre più imminente – del supermercato di via D'Azeglio. A denunciarlo è il capogruppo dei Centristi per Parma in consiglio comunale Giuseppe Pellacini, che annuncia anche per il 13 dicembre in municipio l'avvio di una raccolta di firme per chiedere che il punto vendita non chiuda.
«Il supermercato di via D’Azeglio potrebbe chiudere a breve», scrive Pellacini in una nota, spiegando che «al suo posto potrebbe aprire una sala giochi di grandi dimensioni con videopoker e slot-machine». L'esponente di opposizione ricorda di avere già portato il caso in consiglio comunale con una comunicazione urgente: «Non ho ricevuto risposte e non sono stato contattato per capire cosa stesse succedendo. Il retrogusto che ho avvertito è quello solito e amaro del disinteresse con cui l’amministrazione Pizzarotti affronta problemi e necessità di questa città e dei suoi cittadini».
Pellacini ricorda poi i problemi che deriverebbero dalla probabile chiusura. «Il primo problema che si evidenzia è sociale e si compone di due aspetti: il primo, se fosse veramente intenzione di aprire una sala giochi al posto del supermercato, è che molti giovani sono a rischio di ludopatie. La sala, che ci auguriamo non apra, sarebbe situata nel quartiere più popolato e frequentato dagli studenti universitari, dove c’è grande affluenza anche di ragazzi. Il secondo aspetto della componente sociale è dato dal fatto che anziani e studenti non avranno più un supermercato di grande dimensioni in zona, così che dovranno magari munirsi dell’auto per andare a fare spese. Il punto vendita di via d’Azeglio è frequentato in larga misura da anziani e studenti, molti dei quali non hanno l’auto. Il supermercato anche se di grandi dimensioni è di fatto un “negozio di quartiere”».
Ma per il consigliere dei Centristi per Parma «c’è poi un evidente problema di sicurezza. Come già accaduto in via Trento tempo fa, una sala giochi di quella portata e in quel punto rischia di divenire un ricettacolo di microcriminalità, in un quartiere con problemi evidenti già da lungo tempo. Infine c'è il problema umano e occupazionale: non è possibile dimenticare che se il supermercato chiuderà, circa venti famiglie rimarranno senza lavoro, in un periodo tutt’altro che facile per l’occupazione».
I residenti nel quartiere si sono già mobilitati per scongiurare la chiusura, ricorda il consigliere. «Invito imprenditori o commercianti della grande distribuzione a farsi avanti in caso di interesse», scrive il consigliere. E lancia un appello affinché «non si cancelli ancora una volta un pezzo di questa città con ricadute a livello sociale, ove sono già molto sentiti i problemi di integrazione sociale e sicurezza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    12 Dicembre @ 21.54

    Giorgio R.

    No alla sala scommesse o giochi d'azzardo PER MOTIVI DI ORDINE PUBBLICO. La libertà di ogni azione di ogni individuo finisce quando lede quella altrui specie se di un'intera collettività. Vedete la Costituzione e il Codice Civile al riguardo e cerchiamo nel nostro piccolo di dire BASTA al degrado.

    Rispondi

  • Gio

    12 Dicembre @ 20.57

    Giorgio R.

    NON aprite la sala giochi in via D'Azeglio HA RAGIONE PELLACINI !! A Parma poi ce ne sono tante di sala giochi o sala scommesse di vario tipo e direi che passarci davanti spesso non è del tutto rassicurante. Creano vere e proprie dipendenze e purtroppo in tanti indeboliti per vari motivi si rovinano. E' sbagliato aprire una sala giochi di quelle proporzioni e proprio lì. Sbagliato comunque. Torniamo anche nei bar ad andare al bar non per farci derubare da varie slot ecc. Più del 70 % va allo stato poi c'è la gestione il costo dell'energia ecc. cosa si potrà mai vincere per davvero? Troppa gente che è in cura al sert per dipendenza da questi apparenti giochi innocui.

    Rispondi

  • bruno

    11 Dicembre @ 09.50

    Chiariamo i termini - sala giochi - è luogo che va autorizzato con art.86 dell'art.86 del TULPS e vi possono essere installati i cosi detti videogiochi, flipper ecc.ecc. anche le così dette slot o AWP dei bar, non ci possono andare però le Videolottery o VLT quelle installate nelle sale Bingo, sale scommesse o sale dedicate, che vanno autorizzate con art.88 del Tulps e l'autorizzazione viene rilasciata dalla Questura triangolata con Concessionario e con i Monopoli di stato.Sono anche chiamate Gaming Hall e in italia ce ne sono , purtroppo quasi 5mila e su tali sale i comuni possono fare poco, do quindi ragione all'Assessore CASA. Ricordo ai più che l'ormai Ex Governo Renzi col Sottosegretario Baretta voleva eliminare gradualmente le slot dai bar e tabaccherie ma aprire altre 5mila di sale scommesse (oltre le 5mila attuali + 5mila corner scommesse attuali - oltre le già enunciate 5mila sale VLT) , leggasi nuovo bando ancora in stand by. Al riguardo di chi crea tutto questo allarmismo, giustificato o meno, ricordo che gli esponenti cattolici al governo con l'allora Presidente Berlusconi nel 2009 - Decreto Abruzzo - hanno votato quelle leggi che hanno consentito di aprire migliaia di sale VLT con dentro 57 mila terminali che vanno solo a banconote fino a 500 euro, giocata in banconote fino a 10 euro e con jackpot da 100 mila a 500 mila euro, senza tempo giocata e come dice la UIF (Banca d'Italia) con forte rischio riciclaggio delle vincite dei tickets. Cosa ben diversa dalle, certo tante , macchinette AWP o slot dei bar, che giocano 1 euro e vincita massima di 100, aumentate in questi anni perchè i concessionari più avevano AWP e più acquisivano diritti per installare le VLT. Ergo chi è senza peccato scagli la prima pietra, quando erano al governo o al comune nessuno fiatava ora all'opposizione si grida allo scandalo.

    Rispondi

  • Michele

    10 Dicembre @ 20.55

    mandra_sala@libero.it

    Dopo l'ennesima apertura di una sala scommesse a San Leonardo ora questa giunta ne apre un'altra in via D'Azeglio. Città invasa dal degrado, dagli spacciatori. Qua si getta benzina sul fuoco !!!!

    Rispondi

  • Flux21

    10 Dicembre @ 13.47

    Sperando che quella della sala giocho sia solo una voce... si segnala la solita assoluta ignavia dei Pizzarottiani....e bravo Pellaccini che ha dato voce alle tante preoccupazioni che, negli ultimi mesi, attanagliano il quartiere.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La Moric torna al Gf ed è una furia: "Bulli da tastiera, marci dentro"

Grande Fratello

La Moric torna al Gf ed è una furia: "Bulli da tastiera, marci dentro"

Luca Carboni

Luca Carboni

MUSICA

Carboni, lo "Sputnik Tour" fa tappa anche a Parma

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

musica

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Oggi nuovo esame di scienze: che voto ti darebbe Piero Angela?

GAZZAFUN

Esame di cultura nerd: scopri se Sheldon ti promuoverebbe!

Lealtrenotizie

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa»

MAESTRE ARRESTATE

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa»

COLORNO

Maltrattamenti all'asilo, il sindaco Canova: «Il paese è sotto choc»

BEDONIA

Si perde sul Monte Penna: anziano trovato dopo una notte di ricerche

Sanità

Visite Ausl "bucate", in arrivo sanzioni

Gattatico

L'amicizia era virtuale, l'incubo reale: denunciati in 5

SONDAGGIO

Parma (ritorna) in A, ma qual è la più grande "goduta" della storia? Vota

INSERTO

Parma in A, storie, emozioni, ricordi, sondaggio: oggi uno speciale di 28 pagine

NOCETO

Vecciatica, la casa di tutti i nocetani

La storia

Dalla Borgogna a Parma in bici per abbracciare la sorella

Fidenza

«Via lo striscione su Regeni»: Forza Italia scatena la polemica

2commenti

colorno

Maestre arrestate per maltrattamenti: denuncia partita da una mamma Il video-choc

Le due hanno 47 e 59 anni, e da anni insegnavano nella scuola materna Belloni

11commenti

dolore

Busseto in lacrime per la scomparsa della piccola Carla Video

Giornalismo

Giorgio Torelli, una carriera lunga 70 anni

COLLECCHIO

Conigli morti per avvelenamento? Chiuso l'intero parco Nevicati

Già partita una denuncia contro ignoti

8commenti

calcio

Gilardino insultato (rigore sbagliato) vorrebbe lasciare lo Spezia

2commenti

soldi

A Parma cresce la spesa per luce e gas Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli acculturati: i nuovi nemici da combattere

LA BACHECA

Ecco 20 nuove offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

TORINO

Treno contro un tir: due morti e 25 feriti, camionista indagato per disastro Foto

governo

Mattarella dà l'incarico a Conte che accetta con riserva. Arrivato e ripartito dal Quirinale in taxi, con scorta

3commenti

SPORT

Atletica

Tortu a 10.03 sui cento metri: è a due centesimi dal record di Mennea

football americano

Nfl: squadra multata se un giocatore s'inginocchia durante l'inno

SOCIETA'

ARTE

Scoperto un nuovo Mantegna a Bergamo

SCUOLA

Anni di piombo: la lezione all'Astra con il Bertolucci e le ricerche del Toschi su Moro

MOTORI

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv

ANTEPRIMA

Nuova Audi A6, la tradizione continua. E il mild-hybrid è di serie