13°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Euro 2020, stasera Italia-Liechtenstein
Calcio

Euro 2020, stasera Italia-Liechtenstein

 
Infortunio per Ronaldo in nazionale: Juve in allarme
CALCIO

Infortunio per Ronaldo in nazionale: Juve in allarme

 
Frasi sessiste su guardalinee donna, sospeso giornalista
CALCIO MALATO

Frasi sessiste su una guardalinee donna, sospeso giornalista

 
Mancini: "Cominciamo ad avere un'identità"
PARMA

Mancini: "Cominciamo ad avere un'identità"

 
Ramy e Adam in tribuna al Tardini con i genitori
PICCOLI EROI

Ramy e Adam in tribuna al Tardini con i genitori

 
Stangata Ue su Nike, limita vendita magliette calcio
antitrust

Stangata sulla Nike: l'Unione europea limita la vendita delle magliette dei calciatori

 
Partita tra teenager finisce in rissa, anche i genitori
PIACENZA

Rissa in campo fra 16enni: il padre di un giocatore del Pallavicino va in campo e cerca di colpire un ragazzo

 
Qualificazioni Euro 2020: domani Italia ospita Liechtenstein
Calcio

Qualificazioni Euro 2020: domani Italia ospita Liechtenstein

 

Pareggio amaro

Il fine settimana della pallamano parmense

Il fine settimana della pallamano parmense
0

Serie B
Non si possono perdere 2 punti in questo modo. Se sei sopra di 3 reti a 1 minuto e 40 secondi dalla fine non si può pareggiare. E invece è così che è terminata la partita a Castellarano tra lo Sportinsieme e l’Azeta Ala Parma. Se non bastasse poi la beffa vera è che il pareggio è arrivato con un tiro franco a tempo scaduto. Come scritto Parma arrivava nel finale di gara con un buon margine ma alcuni errori, anche abbastanza plateali, consentivano ai padroni di casa di farsi sotto. A 2 secondi dalla fine, sul 25 a 26, lo Sportinsieme guadagnava una punizione e, suonando la sirena di fine, diventava un tiro franco. Parma schierava la barriera con un giocatore in meno visto che Ferrari ed un atleta del Castellarano erano stati espulsi dall’arbitro e sembra che nessuno abbia capito il perché; quindi uno in meno e, col senno di poi, una barriera non schierata correttamente a coprire interamente un lato della porta. Ed è proprio su quel lato poco coperto che l’atleta della squadra di casa, con un bellissimo tiro gli va dato atto, segnava il gol del pareggio tra l’ovvio entusiasmo dei suoi compagni.
Mister Fanti, da noi interpellato al termine della gara, era ovviamente amareggiato per aver buttato al vento 2 punti che potrebbero rivelarsi preziosi per la classifica finale. Queste le sue parole: << Parma non ha vinto solamente per colpa sua e non per colpa degli avversari o dell'arbitro (di cui non vorrei parlare). Questo è il frutto di allenarsi poco e male.>>. Una riflessione che dovrà essere fatta con i suoi atleti in queste 2 settimane (la settimana prossima non si gioca in Serie B) che ci separano dalla gara con la prima della classe, la Pallamano Imola, che arriverà a Parma forte di un distacco che le permetterà di giocare con tranquillità contro la seconda in classifica.
Scusanti ? Sicuramente Parma è arrivata a questa gara senza il suo capocannoniere Mancuso e senza il forte terzino Oppici e queste assenze, ci hanno riferito, si sono fatte sentire.
Il campo: conosciamo questa palestra che, come abbiamo già scritto, non dovrebbe nemmeno essere presa in considerazione dalla FIGH per via della vicinanza dei muri al campo e delle panchine sotto le tribune e per di più, lo scriviamo per chi non c’è mai stato, in panchina se si sta seduti (e non vediamo modo diverso di stare in panchina) si devono tenere i piedi dentro il campo di gioco.
Poi alcuni tifosi presenti ci hanno parlato dell’arbitro e della conduzione disastrosa della gara e del male che, così facendo, si fa a tutta la pallamano. Senza entrare nei particolari basta dire che, sempre da quanto ci hanno riferito, al termine della gara non ha nemmeno salutato né consegnato i documenti alle squadre.
Top scorer per Parma Faiulli (nella foto) con 7 reti.
Sportinsieme - Azeta Ala Parma: 26 – 26 (p.t. 13 - 13)
Azeta Ala Parma: Vulpe, Boschi, Anelli 2, Cortesi 6, Faiulli 7, Ferrari 3, Maiavacchi, Stighezza, Piazza 3, Salliu 2, Grilli 3, Zerbini. All. Fanti
Appuntamento al Pala Del Bono il 14 febbraio alle 18:30 per vedere la sfida decisiva, per il futuro del campionato gialloblù: come scritto sarà ospite la Pallamano Imola indiscussa leader, ad oggi, di questo campionato.

 

Le giovanili.
Under 16. (nella foto) Non è servito a Parma Pallamano tornare dopo tanto tempo al Pala Del Bono per vincere la partita. Non è bastato il supporto del pubblico amico per battere il Marconi Jumpers che già dalla prima metà della gara ha evidenziato chi era più veloce e più efficace nelle proprie azioni. Parma ha resistito fino al 3 pari poi i Jumpers hanno messo la freccia e non sono più stati raggiunti dai gialloblù. Al riposo sul 14 a 20 c’è stata la riunione di spogliatoio con Mister Ferrari ma la musica non è cambiata. Stessa differenza reti alla sirena finale: 28 a 34. 
Questa la formazione di Parma Pallamano: Talento, Avanzini, Branchi, Falbo, Fereoli, Ghiretti, Musca, Poma, Scauri, Stella, Singh.

Potete però gustare un po’ di foto della gara scattate da Mauro Branchi e Anna Ghiretti; le trovate a questo indirizzo.

Giovedì 5 febbraio al Pala Del Bono alle ore 19:00 Parma Pallamano ospiterà il Faenza.


Under 14
La mattina vedeva Green Handball far visita al Secchia Rubiera. Risultato finale eloquente sulla gara: 42 a 10 (23 a 5 a fine primo tempo). Carlo Bertolucci, che conduceva oggi i ragazzi, ci ha dichiarato: << la Green Handball nonostante il pesante passivo ha migliorato la sua prestazione rispetto alla partita di andata, giocando meglio in attacco dove si è scontrata con l'ottima prova del portiere avversario, grosse difficoltà ancora in fase difensiva specie sui veloci contrattacchi della squadra di casa.>> La formazione schierata da Bertolucci era: Bernardi, Marazzi, Riccò, Vassallo, Usalemi, Morena, Zarrai, Olangundoie, Castelluzzo, Guatelli, Cerdelli. Prossima gara a Parma il 14 febbraio alle ore 16.00.


Infine con l’HC Felino che giocava nel pomeriggio di domenica a Nonantola contro il Rapid. Anche in questo caso è arrivata una sconfitta: 20 a 14 (p.t. 10 a 5). Mezza soddisfazione per l’allenatore dei giovani felinesi, Matteo Ferrari jr che ci ha dichiarato: <>.
I ragazzi di Felino erano: Badarau, Bandini, Bertolotti, Brambilla, Coruzzi, Giannino, Giovanelli, Lena, Pelosi, Scauri, Ugolotti. Domenica 15 febbraio, a Felino, la sfida col Castellarano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0