18°

29°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

L'Inghilterra batte la Tunisia all'ultimo respiro
RUSSIA 2018

L'Inghilterra batte la Tunisia all'ultimo respiro

 
Il 99.6% degli islandesi davanti alla tv per la nazionale
share da record

Il 99.6% degli islandesi davanti alla tv per la nazionale

 
Serie A e Coppa Italia: ecco le date ufficiali. Parma in campo il 12 agosto
calcio

Serie A e Coppa Italia: ecco le date ufficiali. Parma in campo il 12 agosto

 
24Ore Le Mans, la Dallara Cetilar conclude in rimonta
auto

24Ore Le Mans, la Dallara Cetilar conclude in rimonta

 
Mondiali: la cabala delle partenze flop
Calcio

Mondiali: la cabala delle partenze flop

 
Rugby Colorno: Serie A maschile in fase di costruzione
SPORT

Rugby Colorno: Serie A maschile in fase di costruzione Video

 
Striscione di Forza Nuova contro Balotelli: "Sei più stupido che nero»
BRESCIA

Striscione offensivo di Forza Nuova contro Mario Balotelli

 

Attesa per il big match del 9 aprile col Bologna

Azeta Ala Parma vince a Carpi e mantiene il primo posto

Azeta Ala Parma vince a Carpi e mantiene il primo posto
0

Handball Carpi – Azeta Ala Parma: 26 – 33 (p.t. 16 – 18)

Azeta Ala Parma: Liviu, Boschi, Ferrari sr, Cortesi 4, Faiulli 1, Ferrari jr 9, Grilli 1, Maiavacchi 1, Mancuso 7, Oppici 7, Piazza, Salliu 3. All. Fanti

 

L’Azeta Ala Parma dei giovani vince anche a Carpi. Sì proprio dei giovani. Se togliamo le 2 reti, una a testa, dei veterani Faiulli e Maiavacchi, l’età media dei goleador delle rimanenti 31 reti è di poco superiore a 19 anni.
Ed è proprio sulla giovane età che si è concentrato il primo commento a caldo del Mister Fanti dopo la vittoria: “Si poteva fare molto di più ma sono ragazzi”. Mancherà sicuramente un po’ di esperienza a questo Parma ma sicuramente non la tecnica e la voglia di vincere e questo è confermato anche dal primo posto in classifica nel campionato under 18 di alcuni degli atleti che sabato hanno giocato a Carpi.
Le posizioni in classifica tra le 2 formazioni lasciavano sicuramente prevedere una vittoria dei gialloblù ma quando giochi contro l’allenatore, Filippo Galluccio, che ti ha allenato fino all’anno prima e che quindi conosce tutti i tuoi pregi e tutti i tuoi difetti non sai mai quali strategie possa aver adottato per controbattere la tua superiorità.
Nel primo tempo c’è stata in effetti una certa difficoltà da parte dei ducali a far propria la partita in modo definitivo: sappiamo però che questa è una caratteristica del Parma degli ultimi mesi, si soffre all’inizio per poi prevalere nettamente nel seguito. I primi 30 minuti, molto lenti e soporiferi, hanno visto un sostanziale equilibrio, molta parità, un unico vantaggio dei padroni di casa, 8 a 7, un solo allungo di Parma, 10 a 14, e il risultato finale lo confermava, 16 a 18.
Tutta un’altra musica nella ripresa con i gialloblù a imporre una velocità maggiore e a dominare nettamente fino a portarsi sul +10 a poco dalla sirena finale, quando un break di 3 reti del Carpi limitava i danni fissando il punteggio sul 26 a 33.
Miglior realizzatore Matteo Ferrari (classe ’93) con 9 reti seguito da Oppici e Mancuso con 7, Cortesi 4, Salliu 3, Faiulli, Grilli, Maiavacchi 1. Buona prova del portiere Boschi che ha parato anche un rigore. Nota positiva la prova di Oppici (nella foto nella partita col Carpi dell'andata) finalmente a suo agio con il tiro in porta; Stefano, dopo il lungo stop per infortunio, deve ora solamente avere maggior fiducia in sé stesso e giocare come sa fare. Le 2 formazioni maggiori di Parma Pallamano, seniores e under 18, entrambe ai vertici delle loro classifiche, con un Oppici in forma non devono temere proprio nessuno.
Ora la testa della squadra va sicuramente alla sfida che si terrà al Pala Del Bono nell’insolita giornata di giovedì 9 aprile (posticipo richiesto dagli ospiti e generosamente concesso dai gialloblù) quando a Parma arriverà il Bologna United, squadra seconda in classifica ad un solo punto dal Parma. Una partita probabilmente decisiva per le sorti del campionato e per la promozione in Serie A2. Una gara molto difficile anche perché l’impegno infrasettimanale permetterà al Bologna di schierare diversi atleti che militano nella squadra felsinea che milita nel massimo campionato nazionale di pallamano.
L’Azeta Ala ha però dimostrato che se gioca come sa giocare non deve temere nessuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0