ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Pellegrini 50' medaglia carriera
nuoto mondiali

Pellegrini, arriva la medaglia numero 50

 
Felice Pulici
CALCIO

E' morto Felice Pulici: aveva 73 anni

 
Mondiali vasca corta; Paltrinieri argento 1500
nuoto

Mondiali vasca corta: Paltrinieri argento nei 1500

 
Serie A, la Juve si aggiudica anche il derby
Calcio

Serie A, la Juve si aggiudica anche il derby

 
Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore
SERIE A

Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore

 
Universiadi: saranno protagoniste in soap "Un posto al sole"
NAPOLI

Le Universiadi: saranno protagoniste della soap Un posto al sole

 
Universiadi: -200, "ora parte la fase 2"
Sport

Universiadi: -200, "ora parte la fase 2"

 
Vittoria nettissima sull'Enisei: le Zebre restano in lizza per i quarti
CHALLENGE CUP

Vittoria nettissima sull'Enisei: le Zebre restano in lizza per i quarti

 
Terribile caduta per Marc Gisin in Val Gardena
Sci

Terribile caduta per Marc Gisin in Val Gardena: è grave

 

Ci ha lasciati un amico della pallamano

Addio a Guido Sani

Addio a Guido Sani
0

Si è spento un amico della pallamano di Parma. E’ venuto a mancare Guido Sani, da anni cronista, per la Gazzetta di Parma, per il nostro e per altri sport.

Gli anni potevano essere tanti, 82, ma lo spirito era sempre quello di un ragazzo.

Amico di tutti, amava scherzare e goliardicamente “prendere e prendersi in giro”, senza però mai offendere nessuno, col solo scopo di fare un gioco tra “giovani”.

Anche ultimamente, con la salute che già gli causava problemi, non mancava di telefonarci per avere notizie sulla prossima stagione, per poter confezionare quelle poche righe (e questo era sicuramente un suo cruccio) che il suo giornale avrebbe destinato alla pallamano.

Ultimamente era rimasto molto contento del fatto che Parma ritornasse in A2 nella prossima stagione, convinto così di assistere a partite di un livello adeguato alla tradizione della pallamano della sua città.

 

Ci mancherà la sua presenza in quello che da anni era il suo “posto”, la sedia di fianco al tavolo dei classificatori e vicina a quella del medico di turno, molto spesso giovani laureati con cui amava scherzare e da cui si faceva aiutare nel documentare gli autori delle reti.

 

In una delle ultime telefonate con lui ricordiamo la sua tristezza per non poter affrontare adeguatamente tutto quello che avrebbe voluto fare per via di quella “strana malattia” da cui non riusciva a guarire.

 

Lo vogliamo ricordare con una fotografia che gli scattammo all’improvviso (non amava essere fotografato) al termine di una partita nel mese di febbraio di quest’anno.

 

Ci mancherai GUIDO,

 

CIAO da tutta la pallamano di Parma e provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0