10°

27°

Serie A

Emozioni e errori a raffica: il Milan vince 5-4 al Tardini

Emozioni e errori a raffica: il Milan vince 5-4 al Tardini
Ricevi gratis le news
25

E’ il Milan il terzo incomodo per Juve e Roma e sabato ci sarà la partita della verità fra Inzaghi e Allegri. Si segna meno, rispetto al passato. L’anno scorso furono 65 i gol segnati nelle prime due giornate. Stavolta 17 alla prima e 28 alla seconda (con i sette dell’Inter e i 9 del Tardini), ma si deve recuperare Verona-Palermo: 45 reti in tutto. Non crediamo che nel recupero ne saranno segnate 20... Scatenate le milanesi: 12 volte in gol. Quanto alla famigerata lotta per lo scudetto fra Juventus e Roma, a noi sembra che le due squadre alternino ottime cose a qualche errore. Il Milan sta andando oltre le aspettative: rocambolesco il 5-4 di Parma, con Torres in tribuna, infortunato, e con Bonera espulso nella ripresa. La squadra rossonera ha fatto bene in attacco: il "nuovissimo" Bonaventura ha dato il "la" alla vittoria e a poco sono valsi il pareggio momentaneo dell’ex milanista Cassano e i gol di Felipe e Lucarelli. Pesantissimi i punti di De Jong in contropiede e l’espulsione di Felipe nel finale. Fantastico il quinto gol di tacco di un grande Menez. 

 La partita

Al 98' di una partita incredibile al Tardini il tabellone recita: Parma 4, Milan 5. Ma soprattutto consegna alla Serie A una squadra, quella rossonera, rigenerata nel gioco offensivo e nella determinazione ma ancora ampiamente rivedibile nella tenuta difensiva, vero tallone d’Achille dell’ultima disgraziata stagione. Il Parma di Donadoni non è ancora (o forse non è più) quello di un anno fa e perde meritatamente perchè nel complesso attacca meno e compie più orrori difensivi dei rossoneri. Inzaghi perde alla vigilia Torres, che nella rifinitura a Milanello accusa un problema alla caviglia e deve rimandare l'esordio. Nel Parma una serie di acciacchi fisici mandano fuori causa Palladino, Cassani e Paletta, al loro posto la sorpresa Ghezzal, Ristovski e Felipe. Dopo un paio di fiammate iniziali (a De Sciglio risponde Belfodil) le due squadre si siedono per un buon quarto d’ora: il Milan gioca con tocchi corti senza affondare il colpo, i ducali soffrono il possesso palla avversario e preferiscono mantenere le posizioni. Al 20' Alex devia in spaccata un calcio da fermo di Honda ma Mirante fa buona guardia. Un minuto dopo grande triangolazione nello stretto dei rossoneri che liberano al cross Menez, sul cross del francese Bonaventura non trova la porta di testa. Il gol è nell’aria e lo trova proprio l'ex atalantino: tocco di Honda, Bonaventura disorienta Lucarelli con una finta di corpo e beffa Mirante, poco reattivo nell’occasione, con un diagonale sporco ma efficace. Neanche il tempo di festeggiare che il Parma pareggia. 
Azione rapida e tutta di prima che porta Jorquera al cross, De Sciglio perde la marcatura di Cassano che è libero di colpire di testa e infilare Diego Lopez. Il Milan sbanda, risente psicologicamente del colpo, poi ricomincia a macinare gioco con gli scambi palla a terra e le triangolazioni veloci. E arriva il nuovo sorpasso: Menez apre a destra per Abate che calibra sul secondo palo, Lucarelli e Felipe si fanno prendere in mezzo da Honda che si avventa sul pallone e fulmina Mirante di testa. A un minuto dalla fine gli Inzaghi boys allungano: Menez scappa via in velocità a Lucarelli che lo cintura. Il fallo inizia appena fuori area ma il francese cade in area. Massa, però, non assegna punizione ma rigore e grazia il difensore perchè il fallo era da ultimo uomo. Menez non sbaglia dal dischetto, si va al riposo sul 3-1. Partita chiusa? No, perchè al rientro dagli spogliatoi i crociati accorciano subito le distanze con Felipe che corregge in rete un tiro svirgolato di Jorquera. La partita è un continuo saliscendi di emozioni: al 10' Abate spacca in due la difesa del Parma con l’aiuto di Menez e sfiora subito il 4-2. Poi i rossoneri restano in dieci per l'espulsione di Bonera, che, già ammonito, stoppa con la mano un tiro di Jorquera. La giostra continua: al 23' De Jong ruba palla a Cassano e va via in velocità, lui che non è esattamente un fulmine di guerra, andando a siglare il poker rossonero, al 28' i padroni di casa si rifanno sotto con l’incornata vincente di Lucarelli su calcio d’angolo, al 32' anche il Parma perde un uomo per il doppio giallo a Felipe. 
Azione rapida e tutta di prima che porta Jorquera al cross, De Sciglio perde la marcatura di Cassano che è libero di colpire di testa e infilare Diego Lopez. Il Milan sbanda, risente psicologicamente del colpo, poi ricomincia a macinare gioco con gli scambi palla a terra e le triangolazioni veloci. E arriva il nuovo sorpasso: Menez apre a destra per Abate che calibra sul secondo palo, Lucarelli e Felipe si fanno prendere in mezzo da Honda che si avventa sul pallone e fulmina Mirante di testa. A un minuto dalla fine gli Inzaghi boys allungano: Menez scappa via in velocità a Lucarelli che lo cintura. Il fallo inizia appena fuori area ma il francese cade in area. Massa, però, non assegna punizione ma rigore e grazia il difensore perchè il fallo era da ultimo uomo. Menez non sbaglia dal dischetto, si va al riposo sul 3-1. Partita chiusa? No, perchè al rientro dagli spogliatoi i crociati accorciano subito le distanze con Felipe che corregge in rete un tiro svirgolato di Jorquera. La partita è un continuo saliscendi di emozioni: al 10' Abate spacca in due la difesa del Parma con l’aiuto di Menez e sfiora subito il 4-2. Poi i rossoneri restano in dieci per l'espulsione di Bonera, che, già ammonito, stoppa con la mano un tiro di Jorquera. La giostra continua: al 23' De Jong ruba palla a Cassano e va via in velocità, lui che non è esattamente un fulmine di guerra, andando a siglare il poker rossonero, al 28' i padroni di casa si rifanno sotto con l’incornata vincente di Lucarelli su calcio d’angolo, al 32' anche il Parma perde un uomo per il doppio giallo a Felipe.
Non è finita: al 34' Ristovski effettua un retropassaggio suicida, Menez anticipa Mirante e sigla il 5-3 con un geniale colpo di tacco. Un gioiello. Ma Parma-Milan è un film con una sceneggiatura thriller: al 44' De Sciglio effettua un retropassaggio, Diego Lopez nel tentativo di stoppare si stira e il pallone rotola in rete. A un minuto dalla fine è 5-4. Il Parma tenta l’ultimo assalto ma non ha più benzina nelle gambe. Finisce 5-4, il Milan è in testa con Juventus e Roma. 
Non è finita: al 34' Ristovski effettua un retropassaggio suicida, Menez anticipa Mirante e sigla il 5-3 con un geniale colpo di tacco. Un gioiello. Ma Parma-Milan è un film con una sceneggiatura thriller: al 44' De Sciglio effettua un retropassaggio, Diego Lopez nel tentativo di stoppare si stira e il pallone rotola in rete. A un minuto dalla fine è 5-4. Il Parma tenta l’ultimo assalto ma non ha più benzina nelle gambe. Finisce 5-4, il Milan è in testa con Juventus e Roma.

 

Parma-Milan 4-5: il tabellino

PARMA (4-3-3): Mirante 5; Ristovski 4.5, Lucarelli 5, Felipe 5, De Ceglie 5; Acquah 6.5, Lodi 5, Jorquera 6 (26' st Coda 5.5); Ghezzal 5 (19' st Palladino 6), Cassano 6, Belfodil 5 (34' st Bidaoui sv). In panchina: Cordaz, Iacobucci, Mendes, Mauri, Galloppa, Costa, Gobbi, Rispoli, Lucas Souza. Allenatore: Donadoni 5.5 MILAN (4-3-3): Diego Lopez 5.5; Abate 6.5, Alex 6.5 (16' st Zapata 6.5), Bonera 5.5, De Sciglio 5; Poli 5.5, De Jong 7.5, Muntari 6; Honda 6.5 (16' st Rami 6), Menez 7.5 (40' st Niang sv), Bonaventura 6.5. In panchina: Agazzi, Abbiati, Albertazzi, Armero, Essien, Saponara, Van Ginkel, Pazzini. Allenatore: Inzaghi 6.5 ARBITRO: Massa di Imperia 4.5. RETI: 25' pt Bonaventura, 27' pt Cassano, 37' pt Honda, 45' pt rig. Menez, 5' st Felipe, 23' st De Jong, 27' st Lucarelli, 32' st Menez, 45' st aut. De Sciglio. NOTE: Tempo sereno, terreno in discrete condizioni. Espulsi: 12' st Bonera per doppia ammonizione, 34' st Felipe per doppia ammonizione. Ammoniti: Bonera, Felipe, Lucarelli, De Jong, De Ceglie, Acquah. Angoli: 5-4 per il Parma. Recupero: 1'; 6'

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    15 Settembre @ 13.29

    @gio: Vedere 9 goal in una partita è stupendo? Si, vero, se la partita non sembra giocata dai clown di un circo come ieri sera.

    Rispondi

  • lorenzo

    15 Settembre @ 11.58

    Caro Davide,cosa dire...sono fra quei pochi (7000 e rotti)che hanno sottoscritto l'abbonamento e siamo sempre meno,ieri sera mortificati dai milanisti in trasferta....il Parma l'ho visto parecchio in B e in C....se togli chi in questo momento è pessimista e vede un campionato di sofferenza mi sa che al Tardini sareste in pochi....purtroppo negli 11 ci difendiamo,dietro abbiamo giocatori non all'altezza....bisogna farsene una ragione.

    Rispondi

  • jumbler

    15 Settembre @ 11.22

    Un caloroso bentornato agli pseudo tifosi che da metà campionato scorso eran rientrati nelle loro tane con le pive nel sacco in attesa di tempi migliori...........avete già dimenticato che l'hanno scorso dopo le prime 3 partite la squadra aveva raccolto la miseria di un solo punto ? Bella fatica godere sulle disgrazie degli altri.

    Rispondi

  • Gio

    15 Settembre @ 10.06

    Giorgio R.

    Opss errata corrige. Ho scritto onere. errore di battitura. IL PARMA HA PERSO CON ONORE !

    Rispondi

  • Gino

    15 Settembre @ 09.58

    Sembrava una partita amatoriale, e parlo di tutte e due le squadre.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

1commento

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street