13°

23°

Serie A

Parma "incerottato", Jorquera in cabina di regia

Donadoni: "Infortuni, inutile piangerci addosso"

Parma "incerottato", Jorquera in cabina di regia
Ricevi gratis le news
14

E' un momento così, non dobbiamo stare a piangerci addosso. A volte ci sono infortuni legati davvero a fatalità, quindi bisogna fare per forza tutti un pò di più. In campo comunque si va sempre in 11 e con lo spirito giusto si può fare bene". Il tecnico del Parma, Roberto Donadoni, alla vigilia della trasferta di campionato in casa dell’Udinese, da affrontare senza Paletta, Biabiany, Bidaoui, Cassani e l’incognita Costa. "Le qualità di una squadra non si vedono dal risultato precedente o nei periodi di entusiasmo, ma anche e soprattutto nei momenti di sofferenza - spiega in conferenza stampa il tecnico dei ducali - Vedi proprio l’Udinese nell’ultima partita, quando ha tenuto botta nei frangenti di difficoltà e ha portato a casa il risultato. Hanno l’entusiasmo che può fare la differenza? Diciamo bravi a loro e noi dobbiamo esserlo altrettanto visto che per il gioco che esprimiamo potremmo portare a casa un po di più. L’Udinese è una squadra che concede poco con giocatori che hanno gamba, dovremo essere attenti e determinati". Probabile la conferma di Mauri: "Ha fatto bene e va detto che il centrocampo è un reparto che ha giocatori con caratteristiche diverse e che mi consente comunque delle scelte". Gli attaccanti crociati sembrano in difficoltà nel dovere svolgere l’incombenza anche della fase difensiva oltre a quella offensiva: "Nessuna incombenza, solo situazioni che a volte vanno gestite meglio, sia a livello individuale che collettivo. Non sono preoccupato da questo, semmai vorrei che fossero sfruttati meglio i momenti in cui la palla l’abbiamo noi. Ovvero smarcarsi meglio e saper valorizzare meglio le caratteristiche di ognuno. Molto sta nella fase di preparazione per poi far scattare i giusti meccanismi". Ultimamente l’esterno prescelto in difesa è Mendes: "Pedro è più giocatore preposto alla fase difensiva che di costruzione è vero. Ma mi piacerebbe che quando gli capita l’occasione di avanzare, crescesse un pò da questo punto di vista. Come magari altri, che giocano piu avanti, crescessero nel fare interdizione". Una battuta sul percorso di Galloppa: "Daniele è un ragazzo che ha sempre lavorato molto ed è curioso di capire quale può essere ancora il suo livello di efficienza. Gli ultimi spezzoni giocati gli hanno dato più tranquillità a livello psicologico. Ma il suo deve essere un processo lento anche se lo vedo in continua crescita". Su Francesco Lodi: "E' sicuramente uno che ha nelle sue corde una grande qualità. Deve riuscire a migliorare quell'aspetto caratteriale che lo fa diventare importante in fase d’interdizione. Una peculiarità che ha sempre avuto perchè è portato a fare altro. Se riesce a limare questo aspetto diventa per noi un giocatore imprescindibile". Infine sull'allenatore dei friulani Stramaccioni: "Udine è una piazza che permette di lavorare, soprattutto a chi ha voglia di fare bene e ha grandi capacità come lui". 

La probabile formazione

L’infermeria crociata è sempre più affollata: oltre a Paletta, Cassani, Biabiany e Bidaoui, anche Costa è costretto a dare forfait per la trasferta di domani (ore 19) contro l’Udinese, non avendo recuperato pienamente dal problema all’adduttore destro. Con tre difensori out per infortunio le scelte relative al reparto arretrato sono quasi obbligate: al centro ci sarà la coppia Lucarelli-Felipe, mentre Mendes dovrebbe essere confermato sulla fascia destra. Ballottaggio Gobbi-De Ceglie a sinistra, anche se Donadoni sembra intenzionato a schierare entrambi come contro la Roma. Oltre al terzino ex Juventus in attacco si contendono una maglia Belfodil, Palladino e Ghezzal, al fianco di Cassano che come sempre guiderà il reparto offensivo. In cabina di regia Jorquera insidia Lodi: quest’ultimo dovrebbe partire dalla panchina per lasciare posto al cileno. Probabile formazione (4-3-3): Mirante; Mendes, Lucarelli, Felipe, Gobbi; Acquah, Jorquera, Mauri; Belfodil, Cassano, De Ceglie. 

 

Il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gino

    29 Settembre @ 10.15

    Dopo che Okaka e Pellè rischiano di finire in nazionale, ogni cosa è possibile. Per carità facciamo riposare Lodi, è il giocatore meno in forma di tutto il campionato. Fiducia a Mauri che ha fatto benissimo con la Roma.

    Rispondi

  • calico

    29 Settembre @ 10.09

    Non sono così sicuro che prendere 5 pere dal Milan in casa, ci stia. Vedi Empoli e Cesena.

    Rispondi

  • DAVIDE

    29 Settembre @ 09.35

    Mi inserisco sul problema Cerri: Alberto era già stato ceduto in prestito prima che il "passaggio Biabiany" saltasse per aria scombinando tutti i programmi della Società. La dirigenza si è quindi trovata a vendere urgentemente un giocatore per realizzare qualche soldino. E quel giocatore era Amauri. Con i problemi di Biabiany, Cassani e Paletta ora la situazione si è fatta molto delicata. Stasera la partita sarà molto molto difficile anche perchè poi ci aspetta il Genoa in casa che non è una squadra malleabile. Situazione critica, non disperata (per quello ne riparlaremo eventualmente fra 3/4 giornate - @Ludovico: noi in B insieme alla Lazio e la Samp o l'Udinese vincono lo scudetto ? Mah !!)

    Rispondi

  • parmigianoreggiano

    29 Settembre @ 09.34

    parmigianoreggiano

    Vercinge e VELENOSO io dopo la SCOTTATURA PELLÉ ho imparato a TACERE su cose che IGNORO: per questo approvo CIECAMENTE le scelte del Parma anche se COME VOI non le capisco. Ciao VECCHIE CAPRE del calcio (come me del resto).

    Rispondi

  • Luca

    29 Settembre @ 09.31

    Capisco i tifosi nostalgici e smaniosi di vedere un prodotto del vivaio promettentissimo come Cerri titolare nel Parma...però ragazzi è meglio che si vada a fare un anno (e forse anche 2) di gavetta in serie B visto che finora ha giocato solo 1 anno nella primavera, a mio avviso atleticamente non è ancora pronto anche se sicuramente brucerà le tappe e lo sarà a breve, al momento secondo me è più pronto Coda che è già abbastanza maturo, giocare attaccante è un ruolo delicato in serie A, si va ad un ritmo molto superiore rispetto la serie B o la primavera...fino a gennaio diamo fiducia a Coda e Belfodil come prime punte, io piuttosto cambierei modulo giocando con 2 punte fisse come Cassano e Coda (Belfodil) giocando con il 3-5-2 o 4-4-2

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno