-1°

14°

cassazione

Calciopoli: prescritti Moggi & Giraudo. 10 mesi a De Sanctis

Calciopoli: prescritti Moggi & Giraudo. 10 mesi a De Sanctis
Ricevi gratis le news
10

(Ansa) - La prescrizione è calata sulla maggior parte del processo Calciopoli: prescritta l'associazione a delinquere contestata all'ex dg della Juventus Luciano Moggi e all'ex ad bianconero Antonio Giraudo; poco o nulla rimane delle contestazioni di frode sportiva, se non qualche aspetto risarcitorio per le parti civili; scagionati da ogni accusa gli ex arbitri Paolo Bertini e Antonio Dattilo; confermata la condanna a 10 mesi di reclusione (pena sospesa) per l'ex arbitro Massimo De Santis, che aveva rinunciato alla prescrizione, e che era stato protagonista anche di alcuni episodi legati al Parma.

Così si è concluso in Cassazione il processo che aveva messo a soqquadro il mondo del pallone. Ci sono volute sei ore di camera di consiglio.

"Abbiamo scherzato per nove anni: il processo si è risolto nel nulla, solo tante spese. E' stato accertato che il campionato era regolare, regolari i sorteggi e le conversazioni co le schede estere non ci sono state", ha commentato a caldo Moggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianluca

    24 Marzo @ 11.41

    comunque la sentenza dice anche che 'per le frodi sportive la sentenza di condanna a Moggi è annullata perché il FATTO NON SUSSISTE. ergo la Juve non doveva essere retrocessa e ha perciò diritto ad n risarcimento. e soprattutto vanno RESTITUITI i TITOLI REVOCATI. come è sempre stato detto da tutti, compresi molti avversari della JUVE, gli SCUDETTI sono, sono sempre stati 30 nel 2012, 31 nel 2013, 32 nel 2014. chi sostiene il contrario è disonesto intellettualmente.

    Rispondi

    • Asterix

      24 Marzo @ 17.44

      "Il reato è oggi prescritto", è la motivazione dei giudici che hanno così accolto le richieste del procuratore generale della Cassazione, Gabriele Mazzotta.

      Rispondi

    • giorgiop

      24 Marzo @ 14.28

      giorgiop

      Urca...un altro Juventino come me che si fa sentire....merce rara di questi tempi.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Marzo @ 10.18

    ECCO FATTO IL BECCO ALL' OCA E LA BARBA AL PODESTA' ! Lucarelli , dai retta, cercati un altro posto che , qua , l' aria che tira è questa................

    Rispondi

  • giorgiop

    24 Marzo @ 09.40

    giorgiop

    Ammesso che ci fosse stato il reato, alla luce di quanto emerso successivamente sappiamo che i veri colpevoli non sono stati puniti, o meglio, sono stati puniti i comprimari anche qui con pene a discrezione di chi le comminava, mentre i capi bastone sono usciti "eticamente puliti" e si sono portati a casa alcuni scudetti in regime di monopolio. Detto ciò, consapevole che comunque quello che ho scritto è come se fosse scritto a matita, mi basterebbe che la Juventus attuale fosse tenuta fuori da questo annuvolamento giuridico avendo già pagato quello che doveva a livello di società abbondantemente e senza pesare sulle tasche dei contribuenti come invece succede per tutte le spese che sono state affrontate, come pare, inutilmente. Moggi, Giraudo e Bettega chi più chi meno hanno probabilmente sbagliato e certamente pagato, la società idem. Adesso basta però.

    Rispondi

  • CrociatoSettantUno

    24 Marzo @ 07.33

    Schifo totale... Non ci sono parole... Viene davvero voglia di mollare il calcio... Qui vale tutto e il contrario di tutto..Che dispiacere Sempre forza magico Parma.

    Rispondi

  • allucinante

    24 Marzo @ 06.57

    Io mi chiedo a che scopo si fanno i processi in Italia.... Tanto a quei livelli sono tutti innocenti... Nessun colpevole, nessuno paga per i propri comportamenti illeciti, risparmiamo i soldi per dei processi inutili che tanto non servono a nulla.

    Rispondi

    • gigiprimo

      24 Marzo @ 08.56

      vignolipierluigi@alice.it

      Non è vero! i processi a Berlusconi non finiscono mai! e stanno ben attenti a non farli prescrivere! ad ogni elezione, anche comunale, vengono rispolverati o intentati! ahahahahahahahahahahahahahah! evviva la giustizia ad orologeria e col timer! però anche a lui, qualche volta.......................................................ma, forse, erano quelli senza prove!? Quanto ci è costata la Boccassini?

      Rispondi

      • calico

        24 Marzo @ 10.34

        Ma pensa te, adesso sembra che Berlusconi sia sempre stato assolto e mai prescritto. Ma certa gente come si informa? Con Pomeriggio 5?

        Rispondi

        • giorgiop

          24 Marzo @ 11.22

          giorgiop

          Berlusconi nella sua lunga vita trascorsa fra tribunali ed avvocati, è stato condannato, assolto e prescritto; viste le innumerevoli volte che è stato tirati in ballo mi pare che la casistica sia completa. Credo che la risposta circa Pomeriggio 5 sia inopportuna quanto inutile a meno che non sia un ulteriore invito a parlare di Berlusconi anche quando non c'entra, ovviamente stando dalla parte di chi vede il diavolo anche quando il diavolo si prende le ferie.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Chiara Amarù: «Rosina oggi sarebbe molto social»

Intervista

Chiara Amarù: «Rosina oggi sarebbe molto social»

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Gazzareporter

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Acquolina: quelli che  si incontrano  in via D'Azeglio - Fotogallery

feste pgn

Acquolina: quelli che si incontrano in via D'Azeglio Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria Leoni

Trattoria Leoni

CHICHIBIO

Trattoria Leoni, la buona cucina della tradizione parmigiana

Lealtrenotizie

Oltre 400mila euro scomparsi: altri tre amministratori nei guai

CONDOMINI

Oltre 400mila euro scomparsi: altri tre amministratori nei guai

4commenti

PROVINCIA

La popolazione del Parmense supera quota 450mila abitanti. Gli stranieri sono il 14,2%

Gli abitanti sono 452.015 (+0,48%). Il numero di stranieri residenti è oggi il più alto della storia: 64.209

LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

Soragna

Truffe, nei guai un finto corriere

PARMA

In fiamme la cappa: paura alla pizzeria "La brace" in via Abbeveratoia

CARABINIERI

Tentano il furto a Neviano: due albanesi arrestati a Vezzano sul Crostolo

'NDRANGHETA

Processo «Stige», chiesti 8 anni di condanna per l'imprenditore Gigliotti

PARMA

Radio Taxi: risolti i problemi tecnici, il centralino funziona regolarmente

COLORNO

Il "Re del Po" di Boretto raccontato in foto: Erika Sereni espone a Fotografia Europea Foto

"L'isola di Pan o un altro Po" farà parte del circuito Off della manifestazione reggiana

Lutto

Addio a Ivaldi, uomo di fede e d'impresa

Sorbolo Mezzani

Strade dissestate, stanziato mezzo milione

SORAGNA

Servizi Italia investe in una startup che sviluppa app e siti per il settore lavanderia

Calcio

D'Aversa nel club dei «centenari»

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

Sant'Ilario

Sfondano la vetrata e puntano al cambiamonete ma sono costretti a fuggire a mani vuote

L'arrivo dei carabinieri ha mandato a monte un furto in un bar di via Roma

VARSI

Addio a Jessica Busi, aveva 34 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LE NOSTRE IMPRESE

Carlo Rocchi: "Così Mahle scommette su Parma"

di Patrizia Ginepri

EDITORIALE

Silvio, Matteo e il bisogno di un accordo dopo la rissa

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Richiedenti asilo spacciavano vicino alla scuola di Montecchio. Salvini: "Saranno espulsi"

MODENA

Traffico di migranti: 5 arresti a Carpi

SPORT

Calciomercato

Juve, uno tra Dybala e Douglas Costa ai saluti

MOTORI

Mick Schumacher: "Il paragone con papà Michael non mi pesa, è il più grande"

SOCIETA'

PARMA

Giornate Fai: il Palazzo del Giardino e Palazzo Rangoni spalancano le porte Video-lancio

GUSTO LIGHT

La ricetta di primavera - Crema di asparagi al basilico

MOTORI

IL TEST

Come va l'ibrido Plug-In? Scopriamolo con Mitsubishi Outlander

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)