19°

32°

Parma

BlogParma - Lettera aperta ai ragazzi del video

Ricevi gratis le news
4

BLOGPARMA - Pensieri personali di un cronista parmigiano

di Gabriele Balestrazzi

"I fatti separati dalle opinioni", ci hanno sempre insegnato i manuali di giornalismo ed i colleghi. 

Nel vostro caso, ragazzi del Toschi protagonisti del video di You Tube, ho fatto un'eccezione, e nel titolo sul vostro video ho aggiunto un aggettivo: "idiota". E se il nostro notiziario fosse in dialetto avrei parlato di "cojòn", che è il termine con cui si rimprovera quasi affettuosamente chi commette una stupidata, una ragazzata.

La verità è che spero che il vostro non sia un episodio da ingigantire (ma nemmeno da ignorare...), anche se proprio il meccanismo che voi avete scelto, passando per YouTube, vi porterà nelle prossime ore alla ribalta delle cronache, forse non solo locali. E' solo - ripeto il mio parere - un gesto "idiota": pur non conoscendovi, immagino che non siate certo dei criminali. E la memoria è ancora abbastanza buona per ricordarmi che di "coglionate", ai tempi della scuola, ne facevamo un po' tutti.

Detto questo, però, sarebbe bello (e il nostro sito è a vostra completa disposizione per questo) che foste voi a spiegare anzichè farvi interpretare da giornalisti o psicologi: che senso ha quel video? E soprattutto, che tipo di accoglienza volevate avere caricandolo su You Tube? Si dice che la Rete, e quel sito, sono il luogo in cui i giovani oggi cercano di "comunicare" qualcosa. Ecco: a voi che avete l'età di mio figlio mi piacerebbe chiedere: qual è la cosa che volevate comunicare?

Questo articolo, come tutti, ha uno spazio commenti. Usatelo, ragazzi: spiegate che cosa cavolo volevate fare. E magari fateci anche capire se vi siete resi conto di essere stati un po' "cojòn", prima che quel video approdi su giornali e tg: spero non sia quella la fama che cercavate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    27 Gennaio @ 20.46

    Credo che il commento precedente, se davvero arriva da uno dei ragazzi del video (e non abbiamo motivo per dubitarne) chiuda nel modo più intelligente una discussione che in certi momenti ha un po' debordato, ma che mi piace pensare sia stata utile a tutti: a noi giornalisti, a presidi e insegnanti, agli studenti di oggi, e naturalmente ai ragazzi del video. Hai ragione, rispondo all'autore dell'ultima mail: i "cojòn" li abbiamo fatti un po' tutti. E se negli anni '70 ci fosse stato You Tube, forse ci saremmo finiti anche io e i mei compagni di classe: magari senza armi (non mi sono mai piaciute nemmeno quelle giocattolo), ma sicuramente avremmno trovato qualche altra "coglionata". Probabilmente, anche allora alcuni adulti (giornalisti e non) avrebbero criticato; anche allora ci sarebbero sembrati dei rompib... (come oggi li siamo sembrati noi a voi). Ma forse anche noi allora avremmo capito che forse avremmo potuto impiegare mneglio il nostro tempo. Niente di male e niente di grave: tutto serve a crescere insieme. L'importante è che in questa città non perdiamo l'abitudine di confrontarci e discutere. Grazie e buona notte a tutti. (G.B.)

    Rispondi

  • -------------------------------

    27 Gennaio @ 20.25

    "...spiegate che cosa cavolo volevate fare. E magari fateci anche capire se vi siete resi conto di essere stati un po' "cojòn", prima che quel video approdi su giornali e tg: spero non sia quella la fama che cercavate..." ovviamente ci siamo resi conto di essere dei coglioni,ora voglio sapere chi non ha mai fatto coglionate??...noi siamo riusciti ad essere ancora più coglioni(non che questo sia motivo di vanto anzi personalemente me ne vergogno)pubblicando il video su youtube(uno di noi l'ha pubblicato,noi altri siamo stati avvertiti della pubblicazione dopo,tramite sms) per rispondere alla provocazione dell'articolo,non eravamo alla ricerca di fama,mi dispiace che la parte lesa in questa faccenda sia la nostra ex scuola,il Toschi che da quanto appare nell'articolo ora risulta come luogo che educa alla delinquenza,e chi come me ha frequentato il toschi sa che non è così!!!,anzi, per quanto mi riguarda il Toschi è stata un ottima scuola,ha permesso a me,come gli altri incriminati nel video di scoprire i nostri talenti,le nostre passioni e quello che vorremmo fare nella vita....per quanto mi riguarda(e penso di parlare anche a nome degli altri) io sono sinceramente dispiaciuto.

    Rispondi

  • Matteo

    27 Gennaio @ 18.40

    certo che è quella la fama che cercavano! Mi sembra inutile domandarselo e domandarglielo, d'altronde i modelli che propinano i media e la società attuali sono proprio in linea con questi atteggiamenti: il gesto eclatante, meglio se assurdo o stupido, regala notorietà, attenzioni, popolarità che purtroppo sono alcuni degli "ideali" che sembrano contare di più in quest'epoca dell'apparire ad ogni costo. Parlando ed evidenziando questi episodi assurdi, che di per se altro non sono che una "goliardata" sinonimo, certo, di immaturità, altro non si fa che il gioco di questi sopracitati "cojon". Meglio, a mio modesto parere, soprassedere e non darne nemmeno risalto sugli organi di informazione. Meglio, se mai, concentrarsi invece sul perchè episodi del genere vengano quotidianamente tollerati nelle aule delle scuole, sul perchè chi deve farsi carico dell'educazione dei ragazzi è oggi totalmente incapace di farlo, completamente in balia del loro atteggiamento di superiorità che deriva dalla convinzione di poter fare sempre e comunque tutto quello che passa per l'anticamera del cervello, con la consapevolezza di chi è sicuro dell'impunità!

    Rispondi

  • alessandro

    27 Gennaio @ 11.23

    Mi chiedo se sia veramente il caso di prestare tanta attenzione ad uno stupido video realizzato nel cambio dell'ora. Lo sappiamo tutti che in gruppo, spesso, ci si comporta da stupidi apposta per strappare la risata, magari a qualche ragazza presente. Non credo che chi faccia uno stupido video come questo rischi di trasformarsi in assassino o delinquente solo perchè protagonista di tale video, magari fosse tutto cosi semplice...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

Spettacolo

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

2commenti

Flop al botteghino per Kevin Spacey

Spettacolo

Flop al botteghino per Kevin Spacey

1commento

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Far ricrescere i capelli si può, nuova tecnica tutta italiana

Foto d'archivio

SALUTE

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

Lealtrenotizie

Scossa di 3.9 con epicentro nel Reggiano. Anche Parma trema: paura nella notte

terremoto

Doppia scossa nel Reggiano, la più forte di 3.9: anche Parma trema. I lettori: "Svegliati da un boato"

Via Casa Bianca

In strada sanguinante: «Pestata dal patrigno»

roccabianca

Incornato da un toro: grave un agricoltore

Il dramma di Martorano

Anche Lesignano ricorda di Elisa Baldi

IL RICORDO DELLA FOCHI

Le sue miss: «Mirka? Era la guerriera della bellezza»

Palazzo Ducale

Scoperto un ciclo di affreschi

FIDENZA

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

BUSSETO

Caffarra, addio a una colonna del volontariato

Strada Cairoli

La rastrelliera? Self service per i ladri di bici

BARDI

La Pala del Parmigianino è tornata a «casa»

12 tg parma

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la signora delle Miss a Parma Video

Sorbolo

Il Tir si incastra nel viadotto e il sindaco Cesari s'arrabbia

1commento

Il ritratto

Elisa, sorriso contagioso e amore per la vita

1commento

Tangenziale Nord

Tamponamento tra 4 mezzi: un ferito

L'incidente nei pressi dell'uscita di via Europa

Croazia

Fermato con un camion carico di migranti clandestini: arrestato parmigiano Video

4commenti

Giovani on line

Troppo connessi? Addio alle emozioni reali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Basta bufale. Pretendiamo la verità. A tutti i costi

di Filiberto Molossi

2commenti

EDITORIALE

La colonna sonora della strage di Genova

di Michele Brambilla

1commento

ITALIA/MONDO

cosenza

Tragica piena del torrente, dieci morti. Si teme che ci siano dei bimbi tra i dispersi

MONTAGNA

Giornata nera sulle Alpi: 4 morti in poche ore

SPORT

Pallavolo

Il parmigiano Carlo Magri si è dimesso dalla giunta del Coni

Serie a

Barillà : "Peccato i piccoli errori". Faggiano: "Questa è la A: c'è da soffrire" Video

SOCIETA'

ROMA

Bagno nudi sotto l'Altare della Patria: è caccia ai due turisti

12 tg parma

Torna la rassegna 'Segni urbani 2018": cinquanta writers in città Video

ESTATE

METEO

Non ci sono più le estati di una volta. Ecco perché

animali

Oltre 50 tartarughine escono dal nido tra i teli dei bagnanti all'isola d'Elba