13°

23°

Parma

Langhirano: una scuola nuova e ecologica? Secondo i genitori si può fare

Langhirano: una scuola nuova e ecologica? Secondo i genitori si può fare
Ricevi gratis le news
1

Giulia Coruzzi
In seguito all’apertura al dialogo manifestata dall’amministrazione in sede di consiglio comunale venerdì scorso, a Langhirano l’«affaire scuola» si snoderà su due binari che correranno paralleli.
La proposta del Comune
Si continuerà a progettare in vista di una messa in sicurezza anti-sismica dell’edificio storico delle elementari Bruno Ferrari, ma, con grande soddisfazione di minoranze politiche e genitori, si prenderà in considerazione anche la realizzazione di un nuovo polo scolastico in un’area che verrà individuata e definita nel prossimo Psc.
Tirano così un sospiro di sollievo mamme e papà che dall’inizio dell’anno si erano mobilitati per sostenere la creazione di un nuovo plesso, arrivando a costituire un comitato - il «Comitato spontaneo genitori» - e raccogliendo mille firme in poche settimane.
Incontro tra genitori e sindaco
Già nel pomeriggio di venerdì, prima di recarsi in consiglio comunale, Stefano Bovis aveva comunicato ai genitori, in un incontro, la notizia che da tempo aspettavano: «E' emersa un’apertura dell’amministrazione comunale riguardo al fatto che una ristrutturazione della scuola Bruno Ferrari sarebbe stata una soluzione non idonea e risolutiva - hanno dichiarato i portavoce dei genitori, Annalisa Rubiconi, Romina Ubaldi e Piermichele Pollutri -. L’attività del nostro Comitato, supportata da ampia documentazione sullo “storico” dell’edificio, ha reso possibile una sensibilizzazione della cittadinanza in merito alla necessità di un polo scolastico nuovo».
L’edificio, risalente al 1919 e più volte ristrutturato, aveva nel corso degli anni destato perplessità: «Abbiamo calcolato che le ultime amministrazioni hanno speso circa 2 milioni e 700 mila euro per i diversi interventi sulla scuola continuando a mettere pezze - ha spiegato Piermichele Pollutri -. Per diverso tempo ci siamo trovati di fronte a una chiusura totale della giunta. Abbiamo dovuto lottare parecchio. Poi finalmente, venerdì, al cospetto di genitori, rappresentanti di classe e d’istituto, del dirigente scolastico Zatti, dell’assessore alle Politiche scolastiche Cattini e del sindaco, abbiamo sostenuto la nostra posizione».
Le idee concrete del comitato
I genitori hanno fatto qualcosa di più di una semplice polemica, hanno portato all’attenzione dell’assemblea una serie di idee che potrebbero essere prese in considerazione nella progettazione della nuova scuola.
«Abbiamo presentato progetti di edilizia scolastica con caratteristiche antisismiche, ecocompatibili e a risparmio energetico già realizzati da altri Comuni della Regione, anche per la rapidità di progettazione e con realizzazione inferiore all’anno - hanno sottolineato i genitori -. Il sindaco Bovis, preso atto di quanto esposto dal Comitato, si è preso ufficialmente l’impegno di portare avanti un progetto per una nuova scuola elementare rispondente alle esigenze della popolazione scolastica attuale e futura».
Nel futuro la scuola ecologica? 
Una scuola «ecologica» dunque, potrebbe essere la soluzione per gli alunni di domani. «Non dimentichiamo che se nei prossimi anni, con la riforma Gelmini, le scuole di montagna saranno costrette a chiudere, un nuovo carico di studenti convergerà su Langhirano - ha aggiunto Pollutri -. Dovremo essere preparati».
Ma il ruolo dei genitori non si esaurisce qui: «Il Comitato, soddisfatto per il senso di responsabilità e l’apertura dimostrata dalla pubblica amministrazione, ribadisce ancora una volta di non voler essere etichettato politicamente e che, nato spontaneamente, ha sempre agito e sempre agirà nel solo interesse dei bimbi, per esprimere il proprio dovere genitoriale e per comunicare loro il valore del senso civico, affinché possano divenire un giorno cittadini e politici nel senso più nobile del termine, ovvero uomini e donne della polis. Il nostro ruolo di interlocuzione, proposizione e di controllo terminerà allorquando i nostri bambini avranno una scuola sicura e adeguata della quale vadano fieri, una seconda casa dove imparare e crescere».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvio

    02 Febbraio @ 17.37

    le scuole non servono per vivere in italia bisogna solo inparare a farsi amico un politico e rubare e per divertirsi si puo bastonare un immigrato tanto in prigione non ci andrai mai

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno