14°

27°

Parma

Scuole, conti in rosso. Mancano i soldi per le supplenze

Scuole, conti in rosso. Mancano i soldi per le supplenze
Ricevi gratis le news
1

Marco Severo
La speranza è che le maestre di Parma stiano bene in salute. Perché i soldi per pagare le supplenti non ci sono più. Lo dicono in coro i dirigenti delle elementari, ormai tutti con salvadanaio e martelletto in mano.
Entro la fine del mese, ad esempio, alla Sanvitale di piazzale Santafiora due insegnanti sostitutive verranno lasciate a casa. Alla Ferrari, zona Crocetta, da settimane le segretarie chiamano i docenti in graduatoria mettendo le mani avanti: «Se accetta l’incarico - ripetono al telefono - siamo tenuti ad avvisarla che lo stipendio non le sarà corrisposto entro i termini».
Cioè: vieni pure cara supplente, ma sappi che non potremo pagarti subito. Ovunque in generale, anche nelle scuole con più margine, il fondo del barile
 è stato già largamente raschiato: «Nel caso in cui il ministero
della Pubblica istruzione non onorasse i debiti pregressi entro l’estate - avvisano dall’istitu-
to comprensivo Toscanini, in via Cuneo - il prossimo anno scolastico potrebbe aprirsi con
serissimi problemi di didattica».
 E' dal 2006, secondo la denuncia dei presidi, che a Parma le cas-
se delle elementari segnano rosso. Se tutto, all’apparenza, fila ancora liscio, è perché finora
 i dirigenti hanno saputo arrangiarsi: qualche fondo arriva-
to dai progetti scolastici, un gruzzoletto messo da parte
 col contributo dei genitori, vecchi residui accantonati in vista di tempi bui. In un modo
o nell’altro le falle sono state tamponate e la barca ha continuato a galleggiare. Adesso però le cose sono cambiate, la tempesta dell’economia mondial-
e ha colpito anche le scuole e i dirigenti hanno l’acqua alla gola.
 «Ogni  istituto a Parma aspetta di ricevere dal ministero cifre attorno ai 130mila euro di residui attivi, accumulati dal 2006 a oggi», dice Aldo Chiodo, dirigente dell’elementari Micheli in zona San Leonardo. «Si tratta di soldi anticipati dalle scuole per pagare supplenti e sostenere le altre spese di mantenimento - precisa Adriana Quartieri, preside dell’istituto comprensivo Parmigianino di piazzale Rondani - liquidi che però, negli ultimi tre anni, il governo non ha restituito».
Le scuole di Parma insomma pagano, sperano nel ministero ma poi restano deluse, continuando ad ammucchiare crediti a palate. E così alla Ferrari si sono inventati l’avviso preventivo alle supplenti: venga pure, ma non si aspetti d’essere pagata a fine mese. «L'anno scorso abbiamo speso 91 mila euro per le sostituzioni di maternità e malattia - dicono dalla segreteria della scuola - sforando il budget annuale di 116mila euro, comprensivo di spese per il funzionamento. Entro metà febbraio dovremo presentare il bilancio per l’anno scolastico in corso, ma non abbiamo ancora saputo dal ministero quanti fondi riceveremo».
Donata Donati, preside della Sanvitale, parla allora di «bilanci virtuali. Come si fa a stendere un consuntivo senza sapere quanti soldi avremo da Roma? Le scuole ormai sono in bancarotta, inutile raccontarci storielle». In piazzale Santafiora, perciò, si è optato per la soluzione drastica: via due supplenti, chiamate ciascuna per una maternità. «Copriremo le ore lasciate scoperte - assicura Donata Donati - riformulando il nostro orario interno, per coprire tutti gli imprevisti con le risorse esistenti». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salvatore pizzo

    08 Febbraio @ 10.36

    Dove sono certi "signori" politici di Parma, che tanto si sono sbattuti per sostenere che le "novità" relative al la scuola italiana fossero positive? Certuni vogliono una Parma efficiente, internazionale, prima in tutto... poi di fronte all'evidenza dei fatti si scopre che non hanno nemmeno il peso politico per ottenere gli stanziamenti per la normale amministrazione, sono solo dei politici locali che hanno usato l'argomento scuola e la legge "Gelmini-Teremonti" per conquistare un pò di visibilità mediatica. Sui nostri volantini abbiamo messo i loro nomi e cognomi, e comunque sia il politico espressione di un territorio ha il sacrosanto dovere di andare a rivendicare ciò che è giusto. La Parma "da bere" che non ha lo straccio di un quattrino per pagare gli insegnanti ! Noi siamo del parere che bisogna agire con i decreti ingiuntivi e pignorare le scuole, senza guardare in faccia a nessuno. A quelli che hanno speculato sulla scuola, a Parma, diciamo abbiate il buon gusto di non ricandidarvi prossimamente ci sono le provinciali, le com,unali in molti paesi e le europee. Vi aspettiamo. Salvatore Pizzo Maestre e Maestri, autoconvocati, di Parma e provincia 3381/8103820 0521/238918 salvatorepizzo@libero.it

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover