15°

26°

Parma

Processo Tommy - La difesa della Conserva: "Raimondi non è credibile"

Ricevi gratis le news
3

Comunicato stampa

Appare molto strano che - nonostante si sia compreso aldilà di ogni ragionevole dubbio, che Raimondi non fosse quel "santo e strumentalizzato ragazzo (ma in fondo uno che "soltanto" guidato un motorino)", nonostante sia stato assodato che fosse invece presente al momento dell'omicidio di Tommaso sulla scena del crimine,  che abbia egli sfilato il povero bambino dal seggiolone, che abbia raccontato un sacco di balle -
nessuno di coloro i quali hanno sbagliato a credergli, facciano pubblica ammenda e chiedano scusa ai Familiari di Tommy, a noi della difesa di Antonella Conserva, al Popolo italiano, alla Giustizia ed alla Verità: come mai?
Se chi indaga "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO" e i "difensori" dei famigliari della piccola vittima, invece di perdere tempo a confutare i nostri tentativi di fare emergere la verità anche su Raimondi e le nostre certezze sul mendacio dello stesso, avessero fatto il loro dovere contotali  FREDDEZZA, DISTACCO, PROFESSIONALITA' e SENZA INNAMORAMENTI DELLA TESI, Raimondi non sarebbe stato processato solo per concorso in rapimento ... ma per altro ... con altra condanna (!?): ci accorgiamo o non che chiaveva il dovere istituzionale di proteggere la Verità e l'Indagine si è fatto turlupinare dalle chiacchiere di un furbacchione?
Appare strano, inoltre, che qualche giornale o emittente televisiva non si sia accorto di questa allucinante e ridicola situazione, cioè, che è stato difeso e santificato chi era sulla scena del delitto mentre Tommy veniva massacrato e che non potrà mai essere processato per omicidio perché i "grandi investigatori" gli hanno creduto.
Con la speranza che questo mio concetto ed espressione di Giustizia vengano pubblicati, commentati e discussi, anche col fiele e con la contestazione.
Dott. Carmelo Lavorino Criminologo Consulente della Difesa di Antonella Conserva
www.detcrime.com

Non sappiamo a chi si riferisca il consulente Lavorino quando parla di giornali o emittenti televisive. Ma visto che tira in ballo anche i mass media, da parte nostra, non possiamo che ripetere quanto abbiamo già scritto più volte: per ora ci sono tre sentenze di condanna (una in appello, due di primo grado) e sono quelle che fanno testo, anche se nei prossimi gradi di giudizio potrebbero essere modificate.

Di certo ci sono due individui che insieme  hanno sequestrato un bimbo di 18 mesi, che poco dopo è stato ucciso (da uno solo di loro, da tutti e due insieme?). E c'è una terza persona (Antonella Conserva) che ha professato la sua innocenza ma è stata condannata per il sequestro, mentre il quarto imputato (Barbera) pur fra alcuni sospetti è stato giudicato innocente. Lasciamo al consulente e ai giudici il loro lavoro, che dovrà portare alle sentenze: quanto a noi, sicuramente nessun giornalista di Parma (e non solo) può anche solo pensare ad indulgenze verso l'uno o l'altro dei due orchi che in 3 anni da quel tragico sequestro non hanno saputo esibire un pentimento minimamente credibile. La nostra pietà, in questa vicenda, è tutta e solo per Tommy e per la sua famiglia.    (G.B.)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Veronica

    14 Febbraio @ 11.52

    Ma come mai critica tanto i mass media e poi li sfrutta per farsi pubblicità? Siamo alle solite...

    Rispondi

  • anna rispoli

    13 Febbraio @ 18.16

    Il dttot Lavorino ha ragione da vendere. Ma se la sentenza di Parma ha detto che l'assassino è anche raimondi, come mai nessuno ha <<messo alla berlina>> chi aveva sbagliato a credergli, a cominciare dai 3 pubblici ministeri e da tutti, compresi gli avvocati di Onofri che credevano a Raimondi? Perché non ammettonodi avere sbaliato e non ringraziano Lavorino? Attenzione !!!!!!!! Un assassino di Tommaso non ha pagato con l'ergastolo perché è stato molto furbo!!!!!!!

    Rispondi

  • Carmelo Lavorino

    13 Febbraio @ 15.45

    Voi siete stati sempre impecabili e precisi nel riportare le nostre considerazioni, e di questo ve ne ho dato sempre merito. Il problema è un altro, ed esattamente il fatto oggettivo che la notte del 2 marzo 2006, ore 20,17 - ore 20,25, accanto o vicinissimi al piccolo Tommy massacrato, morente e poi vigliaccamente sepolto, vi erano SENZA OMBRADI DUBBIO Mario Alessi e Salvatore Raimondi: però, mentre gli investigatori, gli inquirenti, i difensori dei famigliari della vittima hanno creduto incondizionatamente al Raimondi che dichiarava falsamente di non essere presente all'omicidio, noi della difesa di Antonella Conserva non gli abiamo creduto ed abbiamo sudato le proverbiali sette camicie per dimostrarlo. La Corte d'Assise ci ha dato ragione, quindi, ha dato torto ai pm, agli inquirenti, agli investigatori ed alle parti civili: di fatto c'è chi oggettivamente ha difeso un bugiardo, c'è chi (noi) invece lo demistificato. Domanda: come mai tutto questo non si sa a livello nazionale? come mai non abbiamo letto una parola di critica per l'attività investigativa che si è fatta "infinocchiare" dal "santo" Raimondi? come ma nessuno si pone il problema che se Raimondi non è stato processato per quell'omicidio che la Corte d'Assise di Parma di fatto lo "possibilizza", dobbiamo ringraziare i pm e i loro collaboratori, oltre che le "parti civili"? Come mai il giornalismo italiano non vuole guardare dentro questo buco nero dell'orrore e dell'errore? Grazie. Dott. Carmelo Lavorino

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

2commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

3commenti

POLIZIA MUNICIPALE

Sequestrate 120 paia di scarpe e giubbotti contraffatti. Video: ecco come scoprire i falsi

Denunciati due senegalesi

1commento

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

13commenti

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

CARABINIERI

Prima il furto all'Ikea, poi l'aggressione al cassiere: arrestato 30enne reggiano

E' divenuta esecutiva la condanna per rapina e lesioni nei confronti di un uomo per un episodio del novembre 2014

CALCIO

D'Aversa: "Il sistema di gioco si decide in base ai giocatori disponibili" Video

lutto

Addop a Maria Piovani, la "nonnina" di Marzolara

Vedova di Enrico Alfieri dal 1971, diceva spesso: «Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte»

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

Genova

Cinque Terre, misteriosa macchia bianca in mare

TRAFFICO

Camion si ribalta in tangenziale a Milano, tondini sulla carreggiata: 5 feriti, traffico bloccato

SPORT

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

RUGBY

I giocatori delle Zebre allenano i piccoli giocatori Foto

SOCIETA'

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

FOTOGRAFIA

Figure contro, la fotografia della differenza: mostra allo Csac Foto

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia