15°

26°

Parma

Hikikomori: quando i ragazzi chiudono il mondo fuori dalla loro camera - A Parma già 10 casi

Hikikomori: quando i ragazzi chiudono il mondo fuori dalla loro camera - A Parma già 10 casi
Ricevi gratis le news
7

Da un giorno all’altro abbandonano la scuola e gli amici. Si chiudono nella loro camera e non ne escono per mesi e mesi. Che in alcuni casi diventano addirittu­ra anni.
  Sono gli «hikikomori», adole­scenti che rifiutano il mondo sociale e si auto rinchiudono in un isolamento fatto di internet, libri e videogiochi. E nonostan­te il termine giapponese usato per identificare la loro patolo­gia, il fenomeno esiste anche a Parma: sono dieci i ragazzi, tut­ti di età compresa fra i 14 e i 18 anni, che sono stati presi in cu­ra dagli specialisti di neuropsi­chiatria infantile dell’Ausl par­migiana.
  «Sembra una realtà lontana ­spiega la neuropsichiatra dell’Ausl Maria Zirilli e invece ce ne sono moltissimi. Ed è un fenomeno in continuo aumen­to.
  I primi casi, a Parma, sono iniziati circa tre anni fa». Nei casi più gravi, gli hikikomori rifiutano addirittu­ra anche il contatto con i propri genitori, dormendo di giorno e vivendo di notte. Rubano il ci­bo, lo portano nella loro came­retta, che è il loro mondo pro­tetto.
    Una patologia che può diven­tare devastante, se non si risol­ve sul nascere. "Purtroppo i ge­nitori si rivolgono a noi troppo tardi".

Leggi altri dettagli su questo allarmante fenomeno nell'articolo completo di Caterina Zanirato sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

Conoscete casi analoghi? Raccontate le vostre storie utilizzando lo spazio commenti di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    07 Aprile @ 18.24

    Io sono stato educato al vecchio modo, schiaffi e calci nel culo, la mattina se stavo male mi mandavano a scuola lo stesso dicendomi "poi ti passa", nel frattempo ho cominciato ad avere una sorta di gastrite che la mattina mi faceva vomitare acidità, e mi dicevano "niente non ti preoccupare" . A scuola non sono mai stato bocciato o rimandato , la mia condotta è stata sempre esemplare. Il pomeriggio non mi facevano uscire nemmeno per respirare un pò d'aria fresca perchè dovevo studiare , mi controllavano quante volte andavo a fare pipi (non scherzo). Con il tempo sono diventato introverso , non potevo invitare amici a casa perchè per loro era come una distrazione. Quando mi sono iscritto all'Università ho sviluppato stati d'ansia cosi forti che dopo due anni avendo dato tre materie mi hanno consigliato di smettere. A 27 anni me ne sono andato di casa , mi sono messo a lavorare e mi dicevano che ero un "porco" perchè avevo deluso le loro aspettative. Oggi ho la mia famiglia con una figlia non riesco a capire perchè nei miei confronti ci sia stata tutta questa severità, non ricordo niente che mi abbia insegnato mio padre o mia madre a parte rimproveri per futili motivi visto che non uscivo quasi mai. Ora ho solo un grande odio dentro nei loro confronti per non aver vissuto nessun tipo di adoloscenza, mi sarebbe piaciuto laurearmi perchè ragazzi più indietro di me ce l'hanno fatta con genitori più comprensivi. Soffro spesso di ansia ripensando a quei momenti ma loro non capiscono e non ti ascoltano se provo a spiegargli. Loro sono assidui frequentatori della chiesa ma il loro comportamento è distaccato in modo sconcertante.

    Rispondi

  • tap

    20 Febbraio @ 23.00

    Anchi'io "quoto" Mirko. Aggiungo che per come è fatto il mondo d'oggi mi sorprendono di più gli adolescenti che ci si adattano. Secondo me non c'è molto da fare se i genitori non sono in grado di proporre un modello di vita e non hanno una consapevolezza dei tempi che viviamo. C'è allora solo da sperare che sia il ragazzo ad uscirne da solo.

    Rispondi

  • riccardo

    20 Febbraio @ 15.40

    concordo con mirko....si sta esagerando con il permissivismo e questi sono i risultati...i ragazzi hanno bisogno di una guida ,più forte di loro e se necessario anche severa, per poterli aiutare a diventare adulti.

    Rispondi

  • teresita

    20 Febbraio @ 12.02

    non capita solo ai ragazzi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Mirko

    20 Febbraio @ 11.45

    Anche secondo me più sberle e meno permissivismo da parte dei genitori che spesso se ne fottono altamente dei propri figli...purtroppo però i genitori di oggi sono peggio dei figli quindi non stupiamoci tanto... guarda caso queste cose succedono proprio quando i genitori sono giovani e come si suol dire "moderni"....io sono per la vecchia scuola, calci in culo e tirate di orecchie e poi vedi come righi dritto...aaah non vuoi andare a scuola oggi Marchino...SBAAAAHMM!!! ceffone diritto ben piazzato che ti gira la testa all'incontrario, adesso ci vai a scuola Marchino? Si si papà vado subito... ecco come si deve fare!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

2commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

3commenti

POLIZIA MUNICIPALE

Sequestrate 120 paia di scarpe e giubbotti contraffatti. Video: ecco come scoprire i falsi

Denunciati due senegalesi

1commento

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

13commenti

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

CARABINIERI

Prima il furto all'Ikea, poi l'aggressione al cassiere: arrestato 30enne reggiano

E' divenuta esecutiva la condanna per rapina e lesioni nei confronti di un uomo per un episodio del novembre 2014

CALCIO

D'Aversa: "Il sistema di gioco si decide in base ai giocatori disponibili" Video

lutto

Addop a Maria Piovani, la "nonnina" di Marzolara

Vedova di Enrico Alfieri dal 1971, diceva spesso: «Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte»

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

Genova

Cinque Terre, misteriosa macchia bianca in mare

TRAFFICO

Camion si ribalta in tangenziale a Milano, tondini sulla carreggiata: 5 feriti, traffico bloccato

SPORT

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

RUGBY

I giocatori delle Zebre allenano i piccoli giocatori Foto

SOCIETA'

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

FOTOGRAFIA

Figure contro, la fotografia della differenza: mostra allo Csac Foto

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia