12°

25°

Parma

Lettera al direttore- "Facebook? Demenziale" E il popolo del social network insorge

Lettera al direttore- "Facebook? Demenziale" E il popolo del social network insorge
Ricevi gratis le news
43

Oggi sulla Gazzetta di Parma viene pubblicata una lettera al direttore di Silvana Salvarani, una lettrice che si scaglia contro gli utenti di Facebook, rei di non sapere relazionarsi agli altri e di dare il cattivo esempio ai propri figli.

Signor direttore,

trovo che che gli iscritti a Facebook abbiano davvero poco sale in zucca. L'attore Claudio Amendola ha detto che «Facebook è demenziale». Sono assolutamente d'accordo. «Ho imparato da poco a usare le mail: mi basta e avanza. Tutta questa gente che chatta, che roba ridicola, se volete parlare con qualcuno andate al bar», ha detto l'attore. E poi non meravigliamoci che i nostri figli non ci parlino più. Che bell'esempio che diamo loro se passiamo il nostro tempo libero, noi adulti, a chattare con degli sconosciuti su Facebook. Tutta questa gente che va su Facebook ha dei problemi di relazionarsi con gli altri, è gente sola, senza amici veri.

Silvana Salvarani
Parma, 21 gennaio

Siete d'accordo? Scrivete la vostra opinione nello spazio commenti di fianco a questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    26 Febbraio @ 13.07

    Rispondo nuovamente a Stefano. Caro Dottor Stefano (visto che continui a sbatterci in faccia il tuo dottorato in non so bene cosa), il mio commento non voleva essere offensivo per nessuno. Mi fa piacere che ti consideri al di sopra di tutti, e che dall'alto della tua intelligenza dispensi ancora misericordia per le persone che non condividono il tuo punto di vista. E' vero quello che dici, bisogna fare buon uso della tecnologia e sta a noi decidere come gestire al meglio tutte le opportunità che giorno dopo giorno questa ci mette a disposizione; ma in questo caso ti chiedo quale tecnologia ci possa mai essere dietro a Facebook. Continuate a chiamarlo social network, ma cosa significa esattamente questa parola? Altri non è che un semplice strumento, ormai fuori dal nostro controllo (visto che anche un bambino di 12 anni vi può accedere), che viene monitorato e gestito da chi sa chi per fare chissà che cosa. Tu forse ne farai sicuramente un uso intelligente e ti credo, ma Facebook è un fenomeno di massa ed è rivolto proprio alla massa. La massa sono le persone che corrono a comprare una t-shirt che viene reclamizzata dal loro idolo, e non importa se sia un poco di buono o uno senza neanche la terza media, la massa sono le persone che non si fermano a pensare troppo prima di agire in un determinato modo, la massa sono i milioni di persone che si sono iscritte a Facebook e ne fanno esattamente l'uso per cui è stato creato e per il quale i suoi ideatori si aspettano, anzi ne hanno la certezza. Non è un aspetto da sottovalutare secondo me, al contrario dovrebbe farci riflettere. Questo purtroppo è quello che succede in tutte le cose, un manipolo di persone che ci strumentalizza ogni giorno e ci indirizza dove più gli fa comodo. Vale per Facebook, per la politica, per l'economia, vale per creare consensi dove ce ne sia il bisogno... Posso sembrare ridicolo ad ampliare in questa maniera il mio ragionamento, ma sono proprio queste le considerazioni che dovremmo fare. Ad oggi, il novanta per cento degli iscritti non ne sta facendo buon uso...il rimanente dieci per cento, come te, non conta nulla.

    Rispondi

  • vale

    26 Febbraio @ 11.28

    gentile gazzetta di parma..ma vorrei fare una domanda...questa signora salvarani leggerà tutti nostri commenti, o si potrebbe fare in modo di farglieli leggere?no perchè troverei interssante anche il suo punto di vista...

    Rispondi

  • Andrea

    26 Febbraio @ 10.07

    Cara Silvana (o chiunque tu sia), ti devo ringraziare. Come avrai capito, probabilmente sono piu' vecchio di te; mi hai fatto tornare alla mente la mia giovinezza, quando noi ragazzi venivamo instupiditi da quella musica demenziale che arrivava dall'Inghilterra, suonata da quei ragazzi che dovevano essere sporchi per forza, perchè non si tagliavano i capelli... come si chiamavano? ... ah, si, Beatles e Rolling Stones... passavamo il pomeriggio a cercare di suonare le canzoni di quel fascista milanese amico dei Dik Dik, un certo Luciano Battisti detto Lucio... eravamo dei delinquenti, perchè saldando transistor e valvole cercavamo di sparare il segnale radio dall'altra parte del mondo, sfidando il monopolio della RAI... eravamo dei depravati, perché, quando andavamo in tenda ai concerti, se trovavamo delle ragazze..... Ma torniamo a facebook; è la moda del momento, può darsi che scompaia in fretta oppure che rimanga per anni... chi può saperlo? Quello che è sicuro è che anche quarant'anni fa' i figli non parlavano con i genitori, di quelle diavolerie che non capivano....

    Rispondi

  • Alex68

    26 Febbraio @ 08.14

    Premetto che non sono un iscritto FB anche se so di cosa si tratta ma semplicemente non sono interessato. Detto ciò ritengo che la signora Silvana abbia ragione...a metà, anche se lo fa utilizzando un soggetto ( il cesarone Amendola, ovvero hao', annamo, anvedi, forza Roma forza lupi son finiti i tempi cupi ) che non rappresenta certo un esempio alla Raffaele Morelli, tanto per fare il primo nome noto che mi viene in mente dedito alla psicoanalisi. Facebook è uno strumento che, come molti di voi hanno sin qui scritto, se usato in maniera corretta e intelligente dà dei risultati importanti . Basti pensare che anche Obama l'ha usato in campagna elettorale e anche grazie a ciò è divenuto presidente degli Stati Uniti ( impensabile nel nostro Paese ma questo è un altro argomento ). E' pur vero, però, che gli adulti rappresentano l'esempio principale per i propri figli. Se mia figlia mi vede, ogni qual volta torno a casa, incollato davanti al computer cercherà ovviamente di imitarmi. E i nostri figli non hanno bisogno di rinchiudersi dentro la loro stanza davanti al computer. I figli hanno bisogno di grandi passioni: la musica, lo sport, il teatro, anche la politica: lottare pensando di essere indispensabili e di poter cambiare il mondo è un bellissimo sogno. Ecco qual'è il rischio: quello di usare FB senza limiti. Un po' come la Tv, il telefono, o anche l'automobile

    Rispondi

  • Mary

    26 Febbraio @ 01.00

    Ho letto quella lettera e disapprovo in toto.Intanto c'è un errore grammaticale alla fine della lettera,perchè ha scritto "hanno problemi DI relazionarsi" e già qui dà a intendere un po' d'ignoranza. Ignoranza significa anche ignorare le cose e forse la signora non sa nemmeno cos'è un social network e come funziona, a cosa serve, dato che parla esclusivamente di chat. In ogni caso,per esempio,io mi sono iscritta da poco e ci ho ritrovato una cara amica che ora abita in Romagna dopo essersi sposata col suo fidanzato di Ravenna,anni fa,con cui ho potuto riprendere il rapporto d'amicizia e risentirci scrivendoci.Mi sa dire la signora, come potrei andare al bar e incontrarla di persona, se abita a tot km di distanza? Che ragionamento è? Sarebbe come dire anche che la posta e la corrispondenza sono inutili. Se si tratta di corrispondenza virtuale, di scriversi anzichè parlare, perchè, la comunicazione scritta vale meno di quella verbale? Ma anzi, forse vale di piu' perchè "verba volant e scripta manent",e non c'entrano assolutamente i discorsi su rapporto reale se rapporto fisico-visivo, perchè da che mondo è mondo la posta è sempre esistita, anche se con metodi meno moderni, un po' piu'...calligrafica. Se questa è la logica della signora, si può dedurne che anche la sua azione di spedire una lettera alla Gazzetta è demenziale, quando potrebbe benissimo esprimere le sue opinioni personalmente e in modo piu'reale, con i suoi conoscenti e amici al bar...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

1commento

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

6commenti

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

mostra

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

5commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

cosa cambia

Sabato Parma-Carpi al Tardini: ecco le modifiche alla viabilità

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

ancona

Dimentica lo zaino con un chilo di marijuana sul treno: arrestato

bari

Norman Atlantic, dopo 3 anni chiuse le indagini per 32 persone

SPORT

tg parma

Franco Carraro a Parma: "Il nuovo ct? Io chiamerei Donadoni" Video

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

SOCIETA'

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery