17°

29°

Parma

Allarme «processionaria» rischi per gli alberi e la salute

Allarme «processionaria» rischi per gli alberi e la salute
Ricevi gratis le news
0

L'Ufficio del Verde Pubblico dell'assessorato all’Ambiente del Comune lancia l'allarme sul fatto che in questo particolare periodo dell’anno numerosi alberi, spesso presenti in giardini privati, sono soggetti ad attacchi da parte della cosiddetta «processionaria del pino»: il lepidottero defogliatore Traumatocampa.
Parassita
 Già da alcuni anni un grosso numero di pinete del nostro Appennino è stato attaccato da questo tipo di parassita. Sugli alberi di pino attaccati dalla processionaria potrebbero comparire nelle prossime settimane le lunghe file in processione del bruco parassita.
La processionaria del pino, oltre a danneggiare seriamente le piante colpite, può costituire un serio pericolo per l'uomo e per gli animali domestici. Infatti, in seguito ad un contatto dell’epidermide con i peli urticanti della processionaria si possono verificare reazioni urticanti, e nei casi più gravi può verificarsi uno shock anafilattico.
Oltre ad essere pericolosa per gli individui, la processionaria risulta deleteria anche nei confronti degli animali che, annusando il terreno, possono inavvertitamente ingerire i peli urticanti.
Piante e tempistica
 La pianta più sensibile è il pino (in particolare il pino nero e il pino silvestre) ma lo si può rinvenire anche sui altre conifere.
I bruchi vivono in gruppo e spostandosi di ramo in ramo si nutrono a spese della chioma. In autunno formano un nido protettivo dove affronteranno l'inverno, per poi, in primavera, tra la seconda metà di marzo e la fine di aprile, discendere lungo i tronchi. E' questo è il momento di massima pericolosità.
Competenze
 Il Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 «Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino» prevede interventi obbligatori in popolamenti forestali se il Servizio Fitosanitario regionale stabilisce che la presenza dell’insetto minaccia la sopravvivenza delle piante, mentre in ambito urbano (piante isolate poste in giardini pubblici o privati) è l’Autorità sanitaria competente che dispone interventi di profilassi per tutelare la salute delle persone e degli animali secondo le modalità stabilite dal Servizio Fitosanitario.  
Come combattere la processionaria
 Il metodo più semplice e più pratico per combattere la processionaria è l’eliminazione e distruzione dei nidi.
Questa operazione deve essere svolta durante l’inverno prima che le larve siano uscite dal nido. Durante il prelevamento dei nidi è necessario vestirsi in modo adeguato per evitare il contatto con i peli urticanti. Chiunque riscontrasse la presenza dei nidi di processionaria sulle proprie piante di pino è tenuto ad ottemperare agli obblighi previsti dal Decreto Ministeriale 30.10.2007 «disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino», deve cioè provvedere a sue spese gli interventi di lotta.
Per sopralluoghi e ulteriori consigli di profilassi, si possono  contattare i tecnici del Servizio Fitosanitario regionale o il Consorzio Fitosanitario provinciale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fisco: le linee guida se la Srl uninominale opera all'estero

L'ESPERTO

Fisco: le linee guida se la Srl uninominale opera all'estero

di Daniele Rubini

Lealtrenotizie

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

Fontevivo

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

1commento

cultura

La magica Notte del Terzo giorno: scatti tra le ali di folla (e di arte)

ramiola

Cade nella rotatoria: motociclista ferito

Traversetolo

Raid alla Sandrini Legnami. «E' il dodicesimo, non ne possiamo più»

agenda

Quartieri in festa, aquiloni, fattorie e cantine aperte: l'agenda

Nella zona del Tardini

Anziana truffata da un finto tecnico Iren

Curiosità

Il sindaco di Medesano si sposa con un'assessora di Collecchio

Sfida

Giochi delle 7 frazioni: si torna all'antico

Bellezza

Miss Mondo: le parmigiane Lorena e Fabiana in corsa per il titolo nazionale

FIDENZA

Grande Guerra, torna a casa la piastrina del soldato

Arbitri

La festa delle giacchette nere

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

1commento

calestano

Cade in una scarpata: un 40enne motociclista è grave al Maggiore

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

evento

Una suggestiva (senza auto) piazza Garibaldi pronta per la Notte del Terzo Giorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

INIZIATIVE

Nell'inserto economia si parla di Rider e Gig Economy

ITALIA/MONDO

strage di erba

Addio a Carlo Castagna: aveva perdonato Rosa e Olindo

Il caso

Rossella fu abusata per settimane dalla banda di Izzo

SPORT

baseball

Il Parma Clima dilaga contro il Padule: ora è terzo

Calcio

Il Real batte il Liverpool e vince la Champions per la terza volta consecutiva

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional