10°

23°

Parma

Matteo, un anno dopo

Matteo, un anno dopo
Ricevi gratis le news
13

 Dopo la gior­nata di ieri, dopo la nascita del­la Fondazione che porta il suo nome, oggi due mazzi di fiori sono stati posti nei luoghi più cari a Matteo: uno in piazzale Allen­de (ex sede del centro sociale Mariano Lupo) e uno sotto la Curva Nord, che ora porta il suo nome. Al Tardini, in occasione della partita Par­ma Piacenza, è stato anche presentato un murales a lui dedicato. L’an­nuncio dei Boys, ripreso e dif­fuso anche dal sito dei tifosi sampdoriani, recita: «Un modo per tramandarne il ricordo, e per rappresentare il legame in­dissolubile con la Nord. Perché un ultras non muore mai, vive per sempre nella sua Curva».
  Domani, in occasione dell’anni­versario della sua scomparsa, sarà celebrata una messa nella parrocchia di Santa Cristina, e un nuovo incontro per ricordare Matteo è previsto per il 20 giu­gno.
 

Altri servizi sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

MATTEO UN ANNO DOPO : LA CRONACA DI IERI

Una giornata per ricordare il «Bagna». A un anno dalla morte di Matteo Bagnaresi - il tifoso del Parma investito e ucciso da un pullman di tifosi juventini in un'area di servizio durante una tragica trasferta -, genitori e amici del ragazzo lo ricorderanno presentando la fondazione in suo nome, nonché i progetti e le attività da realizzare sul tema «ambiente e sicurezza».
L'appuntamento era questa mattina all’auditorium della Pubblica assistenza di  via Gorizia. Sono intervenuti diversi amici di Matteo  che hanno proiettato foto e filmati che lo riguardano e alcuni suoi ex insegnanti. Ma hanno parlato anche i genitori, a cui è toccato il compito di presentare la fondazione e le attività ad essa correlate. - Guarda il servizio del Tg Parma

Anche gazzettadiparma.it vuole offrire il suo piccolo contributo a questa giornata. Dedichiamo questo spazio della nostra home page a Matteo e alle manifestazioni in suo ricordo. ma lo facciamo, almeno per una volta, mettendoci da parte. Vorremmo che a scrivere questa pagina foste voi, ad iniziare dagli amici di Matteo. E vogliamo riportare in questo spazio il saluto che a Matteo viene tributato oggi dai Boys (ovviamente troverete altro materiale sul sito dei Boys , dove anche l'home page si apre con una foto-omaggio al "Bagna"). Noi, da parte nostra, ci limitiamo a proporre un intervento nell'approfondimento che trovate in fondo a questo articolo, sperando che anche questo contribuisca ad una giornata di ricordo, di dolore, di silenzio, ma anche di voglia di fare.

Ciao Bagna, caro amico ultras...    (dal sito www.boysparma1977.it )

27 - 03 - 2009

Ciao Bagna
È passato ormai un anno dalla tua morte, e ancora ci fa un po' senso parlarne, ci suona strana la parola morte accostata al tuo nome. Eppure non possiamo far finta di niente, come se nulla fosse successo, tu non ci sei più, e si sente: si sente il vuoto, si sente la tua mancanza, si sente ancora il rumore delle nostre lacrime...
Era il 30 marzo 2008, eri in pullman con noi, in una delle tante trasferte insieme. Con noi, con i Boys, perché eri un ultras, perché eri un Boys, perché eri un tifoso del Parma. Pochi maledetti secondi, il tempo che basta a perderti di vista, e tu non c'eri più, e Dio solo sa se le immagini dopo se ne andranno mai dai nostri occhi. Perché noi non vogliamo ricordarti così, come ti abbiamo visto, vogliamo ricordarti ancora sul pullman, sciarpa al collo, sorridente.
Dopo è arrivato il momento del dolore e del silenzio. Ma solo noi che ti abbiamo conosciuto, che ti abbiamo voluto bene, abbiamo rispettato questo momento. Tutti quelli che han giudicato, parlato, condannato facciano i conti con la propria coscienza. Permettici di dirlo, tu li avresti chiamati in una sola maniera: infami.
Ti abbiamo salutato in tanti, Bagna. In tanti ultras, tifosi, amici si sono stretti intorno alla famiglia e a noi, e a tutti quelli che ti piangevano. Un segno di quello che hai lasciato, della bellissima persona che eri, un gesto che ha dato la forza a molti, che ha insegnato ai tanti "sciacalli" cosa vuol dire essere uomini e avere dei valori! Valori: parola che fra qualche anno non entrerà nemmeno nel vocabolario...
E' passato un anno, o per meglio dire, volato un anno. E noi non abbiamo mai smesso di ricordarti.
Ti abbiamo dedicato la nostra Curva, ora la Curva Nord "Matteo Bagnaresi" e ovunque andiamo, ovunque c'è il Gruppo, c'è lo stendardo con questo nome. Il primo e l'ultimo coro che facciamo sono sempre per te, così come la dedica quando si vince. Anche molti muri della città portano il tuo nome, molti cittadini storcono il naso, ma a te piaceva e per noi è giusto così. Abbiamo cercato di star vicino ai tuoi genitori, affranti dal dolore, come possibile, con una visita, una chiamata, appoggiando le loro iniziative per ricordarti.
Piccoli grandi gesti.
Il tuo viso ora verrà impresso anche sui muri del Tardini, quel Tardini che vogliono spostare, cambiare, snaturare. Un muro dedicato a te, ma anche a tutti quei ragazzi che ci hanno lasciato, che non sono più in Curva a cantare. E verrà anche il momento di ricordarti in Nord...
Piccoli grandi gesti.
"Ci manchi tanto", questo vorremo dirti. Tanto semplice, quanto completo. Te lo vorrebbero dire tutti quelli che ti han conosciuto, dai vecchi che ti han visto fare i primi passi nei Boys, a chi è cresciuto insieme a te, ai giovani che magari non ti hanno mai parlato.
Ci manchi, Bagna!

I tuoi amici Boys

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CrociatoPerSempre

    30 Marzo @ 20.20

    io Max mi sono rispecchiato in quello che ha scritto Balestrazzi Gabriele come ho detto ne deduco quindi che anche lui per voi come tanti altri come me sono infami.Già la parola infame denota violenza e mancanza di rispetto dei pensieri altrui.

    Rispondi

  • massimo

    30 Marzo @ 10.29

    A QUANTO PARE C'E' ANCORA QUALCUNO COME LOLLO CHE NON CONOSCE E NON SA E PARLA PURE COME GLI CAPITA.... FATTI UN ESAME DI COSCENZA E PRIMA DI NOMINARE I BOYS PROVA A FARTI UN ANNO DI TRASFERTE CON LORO.....CAPIRAI UN MARE DI COSE CHE NEMMENO HAI IDEA DI QUANTO TI STAI PESTANDO I PIEDI DA SOLO.... CREDO CHE I BOYS SIANO GLI UNICI A PARMA A DIFENDERE I LORO DIRITTI CHE SONO ANCHE QUELLI DEI SEMPLICI TIFOSI....MA A QUANTO PARE NE PARLI SENZA ESSERE INFORMATO... DI MORALISTI, IPOCRITI E FALSI C'E' GIA' IL MONDO PIENO SENZA DIMENTICARTI DI QUANTI VIGLIACCHI TI GIRANO ATTORNO OGNI GIORNO....QUELLI CHE IL BAGNA CHIAMAVA INFAMI! LOLLO....BASTEREBBE SOLO CHE APRISSI UN PO' GLI OCCHI E LE ORECCHIE..... PERCHE' OGGI COME OGGI NON C'E' PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE!

    Rispondi

  • mattia

    30 Marzo @ 08.44

    Dalle intenzioni della Gazzetta, questo voleva essere uno spazio per ricordare un ragazzo, tifoso del Parma. scomparso in tragiche circostanze. Ho letto quasi esclusivamente commenti farneticanti di personaggi che si arrogano il diritto di conoscere tutto, della disgrazia, della curva, degli ultras in generale. A questo punto meglio chiudere tutto e, per chi realmente ne ha l'intenzione, ricordare Matteo in silenzio.

    Rispondi

  • alex

    29 Marzo @ 22.37

    Schifo. Se questi sono i tifosi del Parma.

    Rispondi

  • louts

    29 Marzo @ 20.43

    ciao matteo....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

Lisa Ginzburg a Radio Parma

LIBRI

Lisa Ginzburg e il suo libro su pagine intonse: l'intervista di Radio Parma Ascolta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: interviene il Soccorso alpino

paura

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: interviene il Soccorso alpino

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

10commenti

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

ASSEMBLEA

Parmalat: Bernier conferma i target 2018. Scontro con il fondo Amber

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

20commenti

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

gazzareporter

Via Cicerone, discarica a cielo aperto

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

6commenti

Sala

Colpi a raffica: rubati soldi, gioielli e una banana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Violenza sessuale: il fermato è un maniaco seriale

Monza

Spara alla moglie in strada, poi si costituisce. Lei muore sull'ambulanza

SPORT

Calcio

E Simy fa Ronaldo

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

classifica

L’astrofisica Branchesi e il chirurgo Testa(unici italiani) tra le cento persone più influenti per Time

SALUTE

Dall'analisi del sangue la diagnosi precoce per il tumore al polmone

MOTORI

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery