12°

25°

polemica

Tre rifugiati respinti dal dormitorio? Caritas: "Accuse infamanti"

Dormitorio della Caritas

Dormitorio della Caritas

Ricevi gratis le news
7

Tre rifugiati respinti dal dormitorio Caritas? All'accusa, uscita nella giornata di ieri, ha replicato in serata la Caritas con un comunicato:

 

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.
A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.
        
La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.
                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali
                                                                            Don Daniele Bonini

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.        • La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.

                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali                                                                            Don Daniele Bonini

 

Guarda il servizio del TgParma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bichouk

    29 Novembre @ 13.36

    Alla Caritas va anche tutta la mia stima. La dedizione e l'umiltà dei suoi volontari sono un onore per la nostra città e un episodio mal interpretato non può avere più risalto di tutto ciò che viene fatto quotidianamente per i bisognosi. Per quanto riguarda i rifugiati personalmente trovo avvilente vedere giovani sani e forti passare le loro giornate con le mani in mano davanti ai supermercati a chiedere,più o meno cortesemente,spiccioli a pensionati che con poche centinaia di euro al mese devono pagarsi affitto spesa e bollette..forse li aiuteremmo di più se insegnassimo loro a fare da soli così come facciamo coi nostri figli,troppi regali a volte sono deleteri..la crisi sta interessando un po'tutti e i nostri giovani e non solo sì devono adeguare,è giusto che inizino a farlo anche i ragazzi stranieri,anche questa è integrazione

    Rispondi

  • janeyre

    29 Novembre @ 10.30

    Una volta le notizie si verificavano. Una volta.

    Rispondi

  • Gianluca

    29 Novembre @ 08.27

    Per favore, rispettate la Caritas che sta facendo un lavoro umanitario di altissimo livello. Chi si permette di insinuare il contrario o è ignorante o è in malafede. Passte qualche ora con loro e vi accorgerete della qualità e amore. Vergogna per chi afferma cose non vere, che fanno male (molto male).

    Rispondi

  • Biffo

    29 Novembre @ 04.14

    A Parma tutti gli immigrati sono rifugiati, poverini, specie chi spaccia, ruba e picchia i locali. Sono tutti rifugiati, scampati alle patrie galere, questo è sicuro.

    Rispondi

  • wolf

    28 Novembre @ 20.02

    TUTTI a CASA della Sig.a Katia Torri & C.o.......magari capiranno che la LORO INSENSATA CONVINZIONE "..OSPITIAMOLI TUTTI.." è pura IPOCRITA DEMAGOGIA !!!!!........wolf

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

1commento

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

1commento

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

6commenti

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

mostra

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

5commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

cosa cambia

Sabato Parma-Carpi al Tardini: ecco le modifiche alla viabilità

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

ancona

Dimentica lo zaino con un chilo di marijuana sul treno: arrestato

bari

Norman Atlantic, dopo 3 anni chiuse le indagini per 32 persone

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

verde

L’hobby del gardening conquista sempre di più

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery