19°

31°

Parma

Tagli alle scuole: protesta di sindaci e insegnanti in Prefettura

Tagli alle scuole: protesta di sindaci e insegnanti in Prefettura
Ricevi gratis le news
0

Hanno protestato tutti: sindaci, presidenti delle Comunità montane, insegnanti, dirigenti scolastici, genitori, e anche qualche alunno. Contro i probabili tagli alle scuole di montagna, questa mattina hanno manifestato davanti alla Prefettura decine di persone in rappresentanza di Fornovo, Berceto, Terenzo, Solignano, Santa Maria del Taro, Tornolo, Albareto, Borgotaro e Valmozzola,  Langhirano Lesignano Corniglio, Tizzano, Monchio, Palanzano, Lagrimone, Bazzano, Neviano, Calestano.

LE RICHIESTE - I manifestanti hanno consegnato al rappresentante del Governo in questo territorio un documento che contiene le preoccupazioni e  le relative richieste delle terre alte. In particolare, vengono avanzate diverse richieste a partire dalla necessità di correggere i parametri consentendo la formazione di plessi di montagna al di sotto dei 50 alunni, con numero di alunni minimo 25 e, dove non sia possibile, sia garantito il diritto allo studio con mantenimento del plesso con un numero minimo di bambini non inferiore a 6.   Si chiede inoltre che per la formazione delle classi delle scuole di montagna, si passi da un minimo di 10 alunni a 7 alunni; per la costituzione di sezioni di scuole dell’infanzia a un numero minimo 7 bambini; per la formazione delle pluriclassi che il minimo sia di 7 alunni e il massimo 15; che vengano mantenute, le sperimentazioni in essere; che venga garantito il regolare funzionamento delle scuole di montagna attribuendo ai dirigenti scolastici organici di personale docente e ATA che consenta il proficuo svolgimento dell’attività didattica e della vita della scuola.

BERNAZZOLI: "PARI DIRITTI PER LA MONTAGNA" - “Noi abbiamo investito molto come Provincia in montagna, perché riteniamo quelle zone una parte del nostro territorio a pieno titolo, in cui i cittadini devono avere pari diritti e pari opportunità. Per questo lì l’investimento procapite che abbiamo fatto è stato sei volte superiore rispetto all’area di pianura – ha commentato il presidente Bernazzoli - Per noi la montagna è un investimento che può rendere nel medio periodo e infatti i primi risultati cominciano ad arrivare. La nostra è una provincia che vince la scommessa della competizione globale se mette in campo tutto quello che ha, compreso la montagna che ha caratteristiche sue spendibili: l’ambiente, le produzioni tipiche, l’agroalimentare, ecc. Tutti questi investimenti crollano se non si riescono a garantire i servizi sanità, scolastici e sociali. Noi abbiamo investito anche in questi settori, dal sanitario e sociale alle scuole. Certo che  se si affronta il tema dei servizi scolastici in un’ottica puramente economicistica allora si vanificano gli sforzi fatti e si reca un grave danno alla montagna”.

"Conosco il problema e lo porterò alle parti del Governo interessate", ha detto il prefetto Paolo Scarpis che ha incontrato il dirigente scolastico Armando Acri e successivamente i sindaci, i presidenti delle comunità montane e il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli. "Sono consapevole del fatto che togliere una scuola significa togliere valore aggiunto a una comunità", ha detto Acri, aggiungendo che una risposta dall'ufficio regionale competente si avrà entro il 20 aprile, quando saranno distribuite le risorse. "Per quest'anno, comunque, sarà mantenuto lo status quo".

LA PROTESTA DEGLI INSEGNANTI - “La Politica parmense  ha dimostrato di poter essere incisiva ai più alti livelli istituzionali, ottenendo dal governo un disegno di legge ad hoc per far sì che la Scuola Europea abbia maggiori potenzialità - ha detto il rappresentante del gruppo "Maestre e Maestri autoconvocati di Parma e provincia, Salvatore Pizzo - Circa 15 milioni di euro sono stati individuati fino ad oggi per dare un degno servizio ai 900 alunni che la frequenteranno. Un’iniziativa giusta, ma i provvedimenti ad hoc non possono riguardare solo quella istituzione scolastica, bensì tutte le scuole parmensi che hanno dimostrato di essere tra le eccellenze italiane e quindi europee. In questi giorni dovrà essere assegnato l’organico scolastico alle singole realtà territoriali, quello della pubblica istruzione è un settore in cui il sistema della “deroga” non è un fatto inedito, per questo chiediamo ai politici di Parma di usare gli stessi canali e le capacità persuasive che hanno opportunamente usato per la Scuola Europea, per trovare idonee risorse per mantenere inalterato il numero di docenti che garantiscono la corretta funzionalità delle scuole del nostro territorio”.  



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

E' morta Aretha Franklin

STATI UNITI

E' morta Aretha Franklin

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

compleanno

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Uccisa in albergo Val Gardena: marito resta in carcere

bolzano

Uccisa in albergo in Val Gardena: Zoni tace davanti al giudice. E resta in carcere

12 TG PARMA

Dopo Genova è allarme viadotti: focus anche su alcuni ponti del Parmense Video

Serpagli: "Il ponte sulla Fondovalle Taro è monitorato. Genova dimostra che era giusto chiudere Casalmaggiore"

1commento

incidente

Precipita da impalcatura: resta gravissimo il 61enne di Roccabianca

Testimonianza

«Io e mio figlio fermi sul ponte a 50 metri dal baratro»

Parma calcio

Parma, Gervinho in città per le visite mediche. Il mercato chiude alle 20 Video

1commento

guardia di finanza

Banda guidata da un parmigiano "alleviava" i fallimenti: via a confische per 500mila euro

ospedale

118 in soccorso notturno: atterrati al Maggiore i primi due pazienti

salute

Emergenza piastrine: appello a tutti i donatori parmigiani

Genova

Originario del Monchiese travolto dal crollo del ponte

incidente

Scontro tra tre auto al Botteghino, una vola nel fosso: due feriti

LUTTO

Addio a «Dodo», avvocato e tennista

INCHIESTA

Parma è pronta ad essere la capitale della cultura?

12commenti

violenza

Picchia la madre e la sorella: divieto di avvicinamento alla loro casa

gazzareporter

Qui Collecchio: "Se questa è la ciclabile ..." Foto

AUSL

Deolmi è il nuovo direttore del Distretto di Fidenza

Rossi la neoresponsabile amministrativa

concorso

Miss Italia, a Bedonia trionfa una ferrarese. Miss Parma: "Ma io non mi arrendo" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Genova, il governo fa demagogia sui morti

di Domenico Cacopardo

EDITORIALE

Ma Autostrade ha colpe molto gravi

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

riminese

Boccone di hamburger gli va di traverso, bagnino soffoca e muore

MANTOVA

Caporalato: 24 richiedenti asilo pagati 3 euro all'ora. 6 arresti

SPORT

MOTORI

Alex Zanardi torna in pista dopo tre anni a Misano

SERIE A

Rinviate le partite di Sampdoria e Genoa

SOCIETA'

genova

Si carica il cane soccorritore sulle spalle per andare a cercare i dispersi Video

1commento

Mantova

Investe 6 ragazzi in bici: auto pirata rintracciata dai carabinieri

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert