15°

26°

Parma

Eroina nel passeggino: arrestata mamma pusher

Eroina nel passeggino: arrestata mamma pusher
Ricevi gratis le news
8

In bella vista teneva suo figlio, dieci mesi. Nascoste, le dosi di eroina. E' la storia di un passeggino imbottito di droga e di una mamma - pusher, arrestata due giorni fa dalla Squadra Mobile della Questura insieme a un'altra donna incinta.

La donna, una tunisina di 21 anni, è stata fermata con la droga in stradello Padova, nella zona di via Sidoli. E' così scattata la perquisizione in casa, dove sono stati trovati  30 grammi nella culla del bambino. Per lei e per l'amica 29enne incinta che all'arrivo della Polizia ha gettato otto grammi della stessa sostanza, è scattato l'arresto. Entrambe le donne, che spacciavano in un bar della zona vicino alle macchinette del videopoker (Guarda il video legato a questo articolo), però, non sono finite in carcere perché il loro stato  - di gravida e di puerpera - non è compatibile con lo stato carcerario: per loro sono quindi stati disposti gli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ososita

    24 Aprile @ 11.39

    ""Voi parmigiani".... Franco, ma togliti le fette di salame dagli occhi! Ci saranno tanti parmigiani a parma che si fanno di coca, ma ti assicuro che anche i non parmigiani (come te evidentemente) ci danno dentro alla grande! Ti assicuro che per queste cosa la gente è tutta uguale. Lo spaccio è reato e non importa se c'è qualcuno interessato al consumo. Se non spacciassero si eviterebbe il problema alla radice. Sapere che un prodotto è facilmente reperibile fa impennare i consumi. Nulla poi giustifica che una madre sfrutti suo figlio per vendere droga, è molto semplice. I miei nonni hanno vissuto le guerre in estrema povertà, ma non si sono mai permessi di rubare una micca di pane a qualcuno. Si chiama DIGNITA'. Dopo di che se vogliamo anche parlare di come rifiutino tutti gli aiuti che offriamo loro gratis, perchè pretendono sempre di più, beh....parliamone! E vedremo se davvero hanno necessità di "arrotondare" vendendo coca, eroina ecc... "

    Rispondi

  • Giorgio Russo

    23 Aprile @ 17.26

    Caro Franco lo sappiamo quello che vuoi dire ma il fatto è che fino a 15 anni fa' lo spaccio era NOTEVOLMENTE inferiore. E' UN DATO DI FATTO CHE QUESTA GENTE IN GRAN PARTE DELINQUE ANCHE SE HA UN LAVORO. VOLGIONO LE CASE, LA SCUOLA, NON VOGLIONO LE NS. USANZE. BASTA !

    Rispondi

  • parmense doc

    23 Aprile @ 17.10

    nessuna novità.......questa gente tra l'altro è sempre DIFESA DAI COMPAGNI....( proprio il fatto che qualcuno compri la dROGA NON AUTORIZZA NESSUNO A SPACCIARLA)... Proprio oggi si legge che dopo i ricatti della Libia e di Malta, paesi che sovvenzioniamo per controllare i flussi migratori (con risultati ben visibili...), adesso è arrivato il turno della Tunisia, altro Stato che insieme a tanti “migranti” ci delizia da anni con migliaia di spacciatori e pregiudicati della peggiore risma. Adesso hanno deciso di non accettare, per motivi sanitari, i rimpatri dei loro concittadini clandestini. Spero che, diversamente dal passato, il governo reagisca. Un modo ci starebbe: bloccare i flussi legali dei tunisini ( che hanno diritto ogni anno a migliaia di ingressi legali). Considerato che non è un paese grande, considerato che non ci fornisce petrolio, speriamo che i vari Frattini e co. si facciano rispettare, altrimenti la prossima volta anche il Ruanda comincerà a ricattarci o magari l’Eritrea ci chiederà i danni del periodo coloniale.

    Rispondi

  • franco

    23 Aprile @ 16.20

    MA CHE CREDETE CHE LA COCAINA LA USINO LORO......... LA VENDONO A VOI PARMIGIANI CHE LA COMPRATE E COSI' CREATE IL MERCATO. SE VOI PARMIGIANI VI DROGATE NON E' COLPA DEGLI EXTRACOMUNITARI ALTRIMENTI VORREBBE DIRE CHE NON AVETE LE PALLE X DIRE NO GRAZIE, NON MI INTERESSA!! INVECE.......... A PARMA VI DROGAVATE ANCHE 30 ANNI FA QUANDO GLI EXTRACOMUNITARI NON C'ERANO MA I PUSHER ESISTEVANO GIA'.... SEMPLICEMENTE E' CAMBIATO IL "BOTTEGAIO" MA LA CLIENTELA E' SEMPRE LA STESSA

    Rispondi

  • ososita

    23 Aprile @ 13.27

    il fatto che siano incinte e o puerpere non significa che debbano restare impunite. Anche perchè queste donne si fanno ingravidare proprio per evitare la galera! Allora togliete loro i figli, che magari possono essere adottati da chi li saprà amare e crescere, e le signore che vengano rispedite in Tunisia, no? Di certo lasciare loro i bambini è sbagliato! Quelle creature vanno difese, ma chi li ha messi al mondo anche no!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

2commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

3commenti

POLIZIA MUNICIPALE

Sequestrate 120 paia di scarpe e giubbotti contraffatti. Video: ecco come scoprire i falsi

Denunciati due senegalesi

1commento

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

13commenti

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

CARABINIERI

Prima il furto all'Ikea, poi l'aggressione al cassiere: arrestato 30enne reggiano

E' divenuta esecutiva la condanna per rapina e lesioni nei confronti di un uomo per un episodio del novembre 2014

CALCIO

D'Aversa: "Il sistema di gioco si decide in base ai giocatori disponibili" Video

lutto

Addop a Maria Piovani, la "nonnina" di Marzolara

Vedova di Enrico Alfieri dal 1971, diceva spesso: «Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte»

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

Genova

Cinque Terre, misteriosa macchia bianca in mare

TRAFFICO

Camion si ribalta in tangenziale a Milano, tondini sulla carreggiata: 5 feriti, traffico bloccato

SPORT

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

RUGBY

I giocatori delle Zebre allenano i piccoli giocatori Foto

SOCIETA'

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

FOTOGRAFIA

Figure contro, la fotografia della differenza: mostra allo Csac Foto

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia