16°

28°

autovelox

Il Comune: "Dall'Anas via libera. Mnc non crei un inutile polverone"

"Lo ha confermato l'unico pronunciamento del Tribunale. E guarda caso l'associazione non ha fatto ricorso in tempo utile"

Autovelox tangenziale Sud

Autovelox tangenziale Sud

Ricevi gratis le news
8

 

Comunicato del Comune 

Dopo la pronuncia inequivocabile del Tribunale di Parma a favore del Comune, alla quale non è stato proposto il preannunciato appello, anche il TAR di Parma dà ragione all’Ente di Piazza Garibaldi, bocciando il ricorso del Movimento Nuovi Consumatori per la supposta mancata consegna di documentazione relativa alla vicenda autovelox da parte dell’allora comandante della Polizia Municipale Patrizia Verrusio.
Il TAR di Parma, infatti, ha dichiarato irricevibile il ricorso proposto dal Movimento Nuovi Consumatori, per l’annullamento del provvedimento di diniego di accesso emesso dal Comandante della Polizia Municipale di Parma.
Ammettendo la sconfitta, il Movimento Nuovi Consumatori esulta creando un nuovo polverone sull’autorizzazione di Anas, e sostenendo che il Tar avrebbe preso atto dell’  “Inesistenza del provvedimento di Autorizzazione di Anas al Comune di Parma per l’installazione dei velox”.
In realtà nella sentenza si legge semplicemente che “l’adozione dell’autorizzazione rilasciata da Anas in data 8 ottobre 2013 conferma l’inesistenza dell’autorizzazione datata 16 gennaio 2013, oggetto di accesso”, quindi dice che l’Associazione ha chiesto l’accesso ad un documento inesistente.
Il Tar non entra affatto nel merito della validità dell’autorizzazione rilasciata appunto l’8 ottobre, ma avente validità dal 16 dicembre 2012, anche a seguito del nulla osta tecnico di Anas intervenuto nei giorni precedenti, come pienamente confermato dall’unico pronunciamento del Tribunale di Parma in materia di autovelox, al quale (chissà perché?) non è stato opposto alcun ricorso in tempo utile.
Da ultimo ribadiamo ancora una volta che l’autorizzazione di ANAS non riguardava il meccanismo di rilevazione della velocità (di competenza del Prefetto), ma soltanto il posizionamento del contenitore.
Ad ogni buon conto pubblichiamo la sentenza del TAR sul sito del Comune, in modo che ogni cittadino possa farsi un’idea di come stanno effettivamente le cose.

LA SENTENZA DEL TAR

 

R E P U B B L I C A I T A L I A N A
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna
sezione staccata di Parma (Sezione Prima)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 278 del 2013, proposto da:
Movimento Nuovi Consumatori, rappresentato e difeso dagli Avv.ti
Corrado Vincenti e Laura Favaro, con domicilio eletto presso il primo,
in Parma, vicolo Campanini n. 1;
contro
Comune di Parma,in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e
difeso dagli Avv.ti Salvatore Caroppo e Laura Maria Dilda, con domicilio
eletto presso gli Uffici dell’Avvocatura Municipale, in Parma, strada
Repubblica n. 1;
nei confronti di
Anas S.p.A, rappresentata e difesa dall'Avv. Enrico Gualandi, con
domicilio eletto presso la Segreteria del TAR, in Parma, piazzale
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 1 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014
Santafiora n. 7;
Sodi Scientifica S.p.A;
per l'annullamento
del provvedimento di diniego di accesso ai documenti prot. n. 147244
del 12 agosto 2013 a firma del Comandante della Polizia Municipale di
Parma relativo alla richiesta di accesso agli atti prot. n. 128708 del 17
luglio 2013;
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio del Comune di Parma e di Anas
S.p.A;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 18 dicembre 2013 il dott.
Marco Poppi e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.
FATTO e DIRITTO
In data 17 luglio 2013, la Ricorrente Associazione, al dichiarato “fine di
una esperanda azione legale nei confronti della P.A. in merito alla legittimità
dell’installazione nonché iter autorizzavo degli stessi mezzi di rilevamento di
velocità”, inoltrava al Comune di Parma istanza di accesso agli atti relativi
all’autorizzazione rilasciata da ANAS per l’installazione di Autovelox 104
e Autovelox 105 sulla Tangenziale sud (asseritamente rilasciata il 16
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 2 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014
gennaio 2013) ed al relativo contratto di “locazione/compravendita”
concluso da quest’ultima con la Ditta Sodi Scientifica.
L’Amministrazione comunale, con atto a firma del Comandante della
Polizia Municipale, rigettava l’istanza sul presupposto del difetto di
legittimazione dell’Associazione all’inoltro dell’istanza in questione e
dell’insussistenza, in capo alla medesima, di un concreto ed attuale
interesse all’ostensione della documentazione richiesta.
Parte ricorrente, con il presente ricorso, notificato il 20 settembre 2013 e
depositato il 22 ottobre successivo, impugnava il citato diniego.
L’Amministrazione comunale ed ANAS si costituivano in giudizio
eccependo in via pregiudiziale l’irricevibilità del gravame per tardività del
deposito e, nel merito, la legittimità del diniego impugnato.
Nella camera di consiglio del 18 dicembre 2013, parte ricorrente
avanzava richiesta di declaratoria della sopravvenuta cessazione della
materia del contendere allegando che nelle more del giudizio aveva
acquisito in altra sede il provvedimento di autorizzazione all’installazione
degli apparati Autovelox rilasciato da ANAS in data 8 ottobre 2013.
L’Amministrazione comunale ed ANAS confermavano le già rassegnate
conclusioni evidenziando ulteriormente come l’atto da ultimo citato, in
quanto adottato in epoca successiva alla istanza della ricorrente, non
poteva aver costituito oggetto della richiesta di ostensione che si afferma
essere stata disattesa
All’esito della discussione, la causa veniva trattenuta in decisione.
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 3 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014
Il ricorso deve essere dichiarato irricevibile in accoglimento
dell’eccezione sollevata da entrambe le resistenti in ragione del tardivo
deposito del ricorso presso la Segreteria della Sezione.
Sul punto deve evidenziarsi che la notifica del ricorso si perfezionava per
il Comune di Parma in data 20 settembre 2013, per ANAS il 23
settembre 2013 e per Sodi Scientifica il 24 settembre 2013, mentre, il
deposito del ricorso, è avvenuto in data 22 ottobre 2013 “ovvero oltre il
termine dimezzato di quindici giorni risultante dal combinato disposto dell’art. 45,
comma 1, cod.proc.amm. (“Il ricorso e gli altri atti processuali soggetti a preventiva
notificazione sono depositati nella segreteria del giudice nel termine perentorio di trenta
giorni, decorrente dal momento in cui l’ultima notificazione dell’atto stesso si è
perfezionata anche per il destinatario …”) e dell’art. 87, comma 3, cod.proc.amm.
(“Nei giudizi di cui al comma 2 … tutti i termini processuali sono dimezzati rispetto
a quelli del processo ordinario, tranne quelli per la notificazione del ricorso
introduttivo, del ricorso incidentale e dei motivi aggiunti …”), norma che riguarda i
riti camerali ivi previsti, compreso quello in materia di accesso ai documenti
amministrativi” (TAR Emilia Romagna, Parma, 22 febbraio 2011, n. 47).
Rileva ulteriormente il Collegio, che il presente ricorso, alla luce delle
conclusive richieste di parte ricorrente sarebbe in ogni caso
inammissibile.
Sotto un primo profilo, l’adozione dell’autorizzazione rilasciata ad
ANAS in data 8 ottobre 2013 conferma l’inesistenza dell’autorizzazione
datata 16 gennaio 2013 oggetto di accesso.
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 4 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014
Sotto altro e decisivo profilo, la dichiarata soddisfazione dell’interesse
azionato in ragione dell’acquisizione di un atto diverso da quelli richiesti,
comprova il difetto di interesse sotteso all’istanza originariamente
presentata.
Per quanto precede il ricorso deve essere dichiarato irricevibile.
Le spese di giudizio sono poste a carico della ricorrente nella misura
liquidata in dispositivo.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per l'Emilia Romagna, Sezione
staccata di Parma, definitivamente pronunciando sul ricorso, come in
epigrafe proposto, lo dichiara irricevibile.
Condanna la ricorrente al pagamento delle spese di giudizio che liquida
in € 1.500,00, oltre spese generali, IVA e CA, in favore di ciascuna parte
costituita.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'Autorità amministrativa.
Così deciso in Parma nella camera di consiglio del giorno 18 dicembre
2013 con l'intervento dei magistrati:
Angela Radesi, Presidente
Laura Marzano, Primo Referendario
Marco Poppi, Primo Referendario, Estensore
L'ESTENSORE IL PRESIDENTE
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 5 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014
DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 27/01/2014
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)
N. 00278/2013 REG.RIC. Pagina 6 di 6
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Parma/Sezione%201/2013/201300... 29/01/2014

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    03 Febbraio @ 13.14

    @Maurizio, infatti, a buon intenditor poche parole....

    Rispondi

  • presente

    01 Febbraio @ 22.46

    @ Maurizio, secondo te i veri a guadagnarci in questo caso chi sono???? Io la mia ideuzza me la sono fatta e tu???

    Rispondi

  • presente

    30 Gennaio @ 18.13

    @Maurizio ha centrato il problema, mi conviene ricorrere se pago di più della multa e magari perdo pure????? Dunque facciamoci 2 conticini Prendo una multa da 185 euro, vado al movimento, mi associano e spendo 20 euro. Bene, dico io, me la cavo con poco e al limite mi pago la multa e ci rimetto "solo" i 20 euro dell'associazione. Ma non è così: scopro che per ricorrere ci vogliono anche 37 euro di "contributo unificato". Va beh, penso, 20 euro più 37 fanno 57 ci provo ugualmente, al limite risparmio 130 euro più i 3 punti. Ma ancora sbaglio, perché mi vengono chiesti ben 100 euro per il ricorso che sommati ai 20 dell'associazione diventano 120. Poniamo il caso che mi stiano bene le condizioni, bene, firmo il ricorso, vado davanti al giudice e questo mi da ragione. Ottimo dico io, almeno non mi tolgono i punti e va beh, nessuno fa niente per niente, ho risparmiato 50 euro. "Dorma tranquillo" mi dicono dall'associazione è tutto finito, tutto ok, abbiamo vinto...... Ma ancora sbaglio perché il Comune comincia a farsi 2 conti e appella le sentenze del Giudice di Pace, così mi devo costituire nuovamente e difendermi e...... Qui casca l'asino e mi pongo una domanda: "quanto devo sborsare ancora per costituirmi in tribunale? Sicuramente un altro "centino" me lo chiederanno sicuramente!!!" Ed ecco che ho speso 220 euro, e se perdo???? Mi devo pure pagare la sanzione, farmi decurtare i punti e forse vengo pure condannato a rifondere al comune le spese legali....... Totale, il giochino mi è costato circa 600 euro....... Meditate gente, meditate......

    Rispondi

  • presente

    29 Gennaio @ 21.02

    L'inizio della fine...... Ed ora????? Il Giudice civile ha dato ragione al Comune, il TAR ha dato ragione al Comune. Ora il Comune si appresta ad appellare le sentenze dei Giudici di Pace. Vincerà anche li?

    Rispondi

  • Presente

    29 Gennaio @ 20.49

    L'inizio della fine.............

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

2commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

4commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

ASTI

Il pick-up del padre lo investe: muore un bimbo di tre anni

brescia

Carabiniere dà fuoco ai peluches della figlia e la chiude nella casa in fiamme

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"