17°

27°

Parma

Avevano un chilo di cocaina: arrestati sei nigeriani

Avevano un chilo di cocaina: arrestati sei nigeriani
Ricevi gratis le news
0

Sei persone arrestate, 95 ovuli colmi di cocaina sequestrati: vale a dire la bellezza di un chilo di polvere bianca.
E' il sostanzioso bilancio di un'operazione condotta dai carabinieri di Reggio Emilia e San Polo d'Enza, che nella notte tra giovedì e venerdì hanno rastrellato una vasta zona al confine tra le province di Parma e Reggio.
Le perquisizioni (culminate poi nelle manette) sono scattate tra Torrile, San Polo di Torrile e San Polo d'Enza.
Questa la zona  passata al setaccio, dove a quanto pare si erano rintanati parecchi commessi viaggiatori di polvere bianca. Tutti nigeriani i sei che sono finiti in carcere, quasi certamente appartenenti alla stessa organizzazione, anche se per adesso su contorni e retroscena dell'indagine viene mantenuto il più stretto riserbo dagli inquirenti. Probabilmente perché il cerchio non si è ancora chiuso del tutto, manca ancora qualche pedina all'appello.
Comunque, il canale a cui l'altra notte i militari hanno chiuso i rubinetti doveva essere in grado di rovesciare un nuvolone di cocaina e non serve una grande immaginazione per intuire che una delle piazze da servire - se non la principale - era proprio quella di Parma, dove il mercato della neve non conosce crisi e nemmeno momenti di fiacca. Coca che viene fatta arrivare in ovuli, un sistema parecchio in voga proprio tra i corrieri originari della Nigeria che di solito preferiscono il treno all'aereo (niente check in, niente metal detector) e usano il loro stomaco come valigia per la droga. Un sistema pericolosissimo, visto che basta si rompa un solo ovulo nella pancia e il trasportatore entra in un'overdose fulminante. A volte non c'è nemmeno il tempo di arrivare in ospedale.
Certo è che nella geografia dei traffici della droga, proprio la rotta al confine tra Parma e Reggio ultimamente sta tornando con molta insistenza: evidentemente ritenuta da corrieri e narcotrafficanti un'ottima base logistica, puntellata di paesi abbastanza defilati dove rintanarsi, ma anche strategicamente vicini ai capoluoghi dove risiede il grosso della clientela.  
 E non a caso all'inizio della scorsa settimana si era conclusa l'Operazione Fatture e anche in quel caso i  carabinieri hanno stroncato un vasto giro di cocaina che univa le province «cugine». Martedì mattina erano stati arrestati due uomini (un albanese e un italiano) a Bibbiano e Montecchio, che si sono andati aggiungere ad altre quattro persone già finite in carcere e quattordici denunciati.
Sequestrati dai militari cinquemila euro in contanti e oltre mezzo chilo di droga. Le indagini dei carabinieri reggiani erano partite da San Polo d'Enza ed erano durate oltre un anno. L'operazione l'hanno battezzata «fatture» dal nome in codice con cui gli arrestati chiamavano la cocaina.
 Nel corso delle indagini è stata identificata un mucchio di gente: tutte persone residenti nelle zone di Parma e Reggio Emilia. Clienti abituali degli spacciatori finiti in carcere o indagati, da cui facevano i loro acquisti e spesso in dosi generose. l.f. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

APPENNINO

Un disperso nella zona di Albareto: mobilitati i soccorsi

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"