14°

27°

Parma

"Lo Sfogliandolo"/2 - Le fiabe dei bambini

"Lo Sfogliandolo"/2 - Le fiabe dei bambini
Ricevi gratis le news
0

 LO SFOGLIANDOLO: vedi prima parte

 A seguito dell'incontro con Pierdomenico Baccalario (sotto: foto dell'incontro), la classe V A Cocconi ha scritto alcune riflessioni e questo racconto.

Classe V A scuola elementare Cocconi: Victoria, Chaima, Dania, Veronica, Linda, Amanda, Martina, Samuele, Filippo, Francesco, Ale, Manu, Simone, Kevin, Kenn, Je Qian, Armando, Mandeep, Gianluca (in collaborazione con Cesare Martines)
Maestre Mila Scarmiglia, Marisa Sabato, Lidia Greco.  Ed ecco i loro testi. - (I disegni sono di Gianluca Foglia - www.fogliazza.net )

1) PREMESSA - UNA MAGNIFICA AVVENTURA: “LO SFOGLIANDOLO”.
 

“Leggere è … scoprire attraverso la lettura”
“Leggere è … scoprire chi siamo e chi vogliamo essere”.
“Per scrivere bisogna usare tutti i propri sensi”
Queste frasi sono state dette da uno scrittore di nome Pierdomenico Baccalario la cui storia ha dell´incredibile…
Tutto è accaduto in modo fortuito, oseremmo dire, quasi per gioco.
Tutto ciò nasce dall´indole dello scrittore “scopritore per natura”.
La sua curiosità lo spinge verso la conoscenza e lo studio.
Grazie a questa indole, il giovane, mentre era ancora studente universitario, decide di partecipare ad un concorso di scrittura per aver scritto di getto un racconto.
Esso viene presentato con il nome di uno pseudonimo e intanto passa il tempo …
Il giovane si laurea in giurisprudenza e… con grande sorpresa, leggendo un notiziario, riconosce il suo racconto pubblicato in esso.
La notizia che apprende è che si sarebbe svolta una premiazione in un dato luogo.
Il giovane vi si presenta e viene premiato: ma, quando si diresse per ricevere il premio, tutti risero perché si sarebbero aspettati una persona più anziana.
Gli conferirono il premio che consisteva nella pubblicazione del suo racconto da parte di una casa editrice:Il Battello a Vapore.
La casa editrice, a sua volta, invitò lo scrittore a interessarsi di una ricerca da svolgersi in Inghilterra in merito ad un manoscritto.
L´unica informazione era che l´autore di quel manoscritto viveva in una località chiamata Kilmore Cove in Cornovaglia.
Il nostro giovane scrittore si mise subito in viaggio e, arrivato a Londra, cercò su una cartina questa località che però non trovò.
Si spinse fino ad una località che secondo le indicazioni poteva essere Kilmore Cove, ma aveva un altro nome: Zemmor.
Qui si mise in contatto con una gentile signora con la quale fissò un appuntamento per ritrovarsi la mattina seguente sulla reception dell´Hotel dove dimorava.
Ma il giorno dell´appuntamento invece della signora, ad attenderlo trovò un baule accompagnato da una lettera in cui misteriosamente l´autore , Ulissys Moore, chiedeva che il baule venisse recapitato al giovane scrittore,con la preghiera di pubblicarne il contenuto qualora lo avesse trovato di suo gradimento.
L´unica richiesta che veniva fatta era che la scritta Ulissys Moore comparisse ben visibile sulla copertina e che l´ordine dei manoscritti venisse rispettato.
Lo scrittore aprì il baule e vi trovò tantissime fotografie, disegni, cartine e quaderni dalla copertina consumata dal tempo, numerati e scritti con una calligrafia scritta a caratteri piccoli e precisi come se fosse un codice apparentemente incomprensibile.
Lo scrittore, inizialmente pensò ad uno scherzo poi capì che quel materiale faceva parte di un'unica storia .
Doveva essere una storia molto importante perché l´autore l´avesse protetta con un codice segreto per raccontarla!
Siccome la curiosità era molto forte, lo scrittore decise di trovare un modo per tradurre in modo comprensibile quel manoscritto svelandone il codice segreto.
E da qui parte l´avventura.
Il primo quaderno Ulissys Moore l´aveva intitolato la porta del tempo ed è diviso in 23 capitoli.
Comincia la storia…
 


2) IL RACCONTO 

 Questo racconto è stato scritto dalla classe V A scuola elementare Cocconi: Victoria, Chaima, Dania, Veronica, Linda, Amanda, Martina, Samuele, Filippo, Francesco, Ale, Manu, Simone, Kevin, Kenn, Je Qian, Armando, Mandeep, Gianluca (in collaborazione con Cesare Martines)
Maestre Mila Scarmiglia, Marisa Sabato, Lidia Greco

 LA LUCE DELL’AMICIZIA

In una terra ancora remota agli esploratori viveva un ragazzo chiamato Sam.
Sam viveva in una casetta di legno posizionata vicino ad un fiumiciattolo, circondata da pini e bellissimi fiori dai vari colori, dall´azzurro al rosa.
Sam é un ragazzo dai capelli scuri, occhi azzurri e statura medio- alta.
Porta sempre una felpa troppo grande per lui e dei jeans consumati.
Sam non conosceva la propria etá.
Quella mattina, una bellissima mattina di maggio, Sam si svegliò, si lavó la faccia al fiume, indossò i suoi soliti indumenti e si preparò ad andare vicino al bosco di casa sua, a raccogliere dei frutti per la colazione.
Inoltratosi nel bosco, trovó un cespuglio di more e si mise a raccoglierne nel cestino.
Verso il fiume trovó un cespuglio di mirtilli, circondato da una specie di aura dorata .
Inizió a raccogliere anche quelli.
Man mano che li raccoglieva si accorse che diventavano sempre piú luminosi , tanto da accecarlo.
Si fermó. Sentí una voce …: “ Mettiti in salvo! Questa terra scomparirà portando con sé tutto ció che la corconda! “
Il ragazzo si spaventò, corse via, mise nello zaino i viveri che aveva, le cose a lui piú care e fuggí.
Percorse, ansimando, il primo sentiero che gli si apri davanti, mentre ripensava a quella voce fatata  che aveva sentito poco prima levarsi da quello strano cespuglio di mirtilli.       
Era sorpreso e nello stesso tempo spaventato. Pensava a quella luce accecante e correva, correva, correva, fino a quando, esausto si fermó e, ad occhi chiusi, pensava: “Quella voce, sí quella voce ….”
Gli sembrava di averla giá sentita. Appena riusci ad aprire gli occhi, gli si presentò davanti uno scenario mai visto né mai immaginato.
C´era un laghetto che era come d oro. L´ acqua in realtà non era acqua, non bagnava le dita.
Sam allungò lo sguardo e scorse in lontananza una cascata sorprendentemente scintillante, che trasalì. Il paesaggio era incantevole. L a luce riapparve e, con essa, anche la figura di una bellissima giovane donna. Egli la riconobbe, c´era qualcosa di familiare in quegli occhi: era sua madre.
Si appoggiò sul masso che gli era accanto e, come d´incanto, il lago si aprí lasciando comparire una scala dai gradini di cristallo e Sam sentí la voce , questa volta piú rassicurante e dolce, che lo sollecitava a percorrere quei gradini. 
Si ritrovò all´interno di una grotta, la osservò, e stanco, si sedette in un angolo di essa assai confortevole, dove c´era qualcosa per ristorarsi, scaldarsi e ripulirsi, poi si addormentò senza paura.
Sam si sveglió ma non sapeva quanto avesse dormito in quel meraviglioso posto da favola tutto luminoso e profumato. Si propose di esplorarla e appena levatosi si inoltrò in essa percorrendo appena qualche passo. Vide una persona molto gracile ed anziana e le domandò: “ chi siete buon uomo?” E questi rispose: “ Sono il vecchio saggio che ti rivelerà quanto tu non conosci della tua origine.” A quelle parole Sam si sedette  curioso di ascoltare perché si era spesso posto queste domande, in passato. Il vecchietto gli riveló che un giorno la sua famiglia decise di fare un pic-nic e andó presso quello stesso cespuglio luminoso ma non fece in tempo a salvarsi.
Sam aveva una sorella ed un fratello, e quel giorno scomparvero tutti e tutto, tranne Sam , che era rimasto indietro rispetto alla famiglia, mentre nella casa di campagna, cercava il suo pupazzo preferito. Da quel giorno Sam non rivide mai piú i suoi genitori e la sua famiglia.
In questo momento Sam stava ricordando cosa era successo tanto tempo prima e capí anche la sua etá. Chiese come avrebbe potuto ritrovare la sua famiglia e il vecchio saggio gli rispose che per riuscirci doveva risolvere un incantesimo che consisteva nello sciogliere due nodi molto intricati ;  attraverso la soluzione di due indovinelli, si sarebbe scoperto il posto di una chiave di cristallo segreta, che solo lui avrebbe potuto trovare. La chiave avrebbe aperto una stanza nella roccia,  tutta d´oro, dove avrebbe potuto riabbracciare la famiglia che da tempo cercava. Sam non vedeva l´ora di mettersi al lavoro e chiese quali fossero questi due indovinelli. Gli fu presto detto.
Il primo era: “ cerca il fiore dal colore vermiglio che fiore non é.”
Il secondo era: “ Carrozza non ha, ma alla porta d´oro ti porterà.”
Sam cominciò a cercare  qualcosa che somigliasse ad un fiore, ma che fiore non era e gli venne un´idea. Sapeva di un fiore marino che viveva ancorato alla roccia, dal colore rosso vermiglio. Trovó l´anemone di mare e lo prese. Poi Sam doveva trovare qualcosa che potesse trainare una carrozza e vide i cavallucci marini che lo aspettavano per condurlo presso la porta d´oro. Trovata la soluzione, seguí le istruzioni e giunse davanti ad un piccola conchiglia dove vi era riposta la chiave di cristallo e, appena a fianco, scorse la porta tutta d´oro, da aprire.
Sam cosí fece e poté finalmente, riabbracciare e liberare la sua famiglia, con la quale ritornó nella sua cittá dove era nato, prima di quello sfortunato pic-nic nel bosco, tanto tempo fa.
Dopo questa disavventura Sam assaporó il gusto dell´amicizia e degli affetti piú cari che da tempo gli erano mancati e dai quali non volle mai piú separarsi.               
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover