20°

29°

Le iniziative della Gazzetta

«Parma in posa»: la città che cambia in seicento scatti

Montan: «Raccontano un mondo dimenticato». Molossi: «Una collana che fa grande il giornale»

Presentazione di "Parma in posa"

Presentazione di "Parma in posa"

Ricevi gratis le news
0

Presentati i sei volumi fotografici
curati da Romano Rosati e Katia Golini.
Prima uscita

 

C'è la Parma che soffre sfregiata dalle bombe della guerra, la Parma fascista e quella partigiana, la Parma che rinasce dalle proprie macerie, che torna a sperare e a sorridere con la ricostruzione e la ripresa della sua vita sociale, economica, culturale e politica. Ci sono i fatti di cronaca, i volti dei personaggi noti e della gente comune. C'è la piccola grande storia di un'intera città nei seicento scatti che il fotografo Romano Rosati, insieme alla giornalista della Gazzetta di Parma Katia Golini, ha selezionato all'interno della propria sterminata collezione. Seicento scatti che sono divenuti una collana di sei volumi fotografici, «Parma in posa», editi dalla Gazzetta di Parma, stampati da Grafiche Step e presentati ieri in Pilotta alla Galleria nazionale. Il primo, dedicato agli anni '40, sarà in edicola sabato 22 febbraio (nella scheda sotto il calendario completo delle uscite).
«Questa pubblicazione è stata fatta anche pensando ai giovani, gente che non sa com'era la città una volta: non solo l'ultima generazione, ma anche quelle precedenti». Così Romano Rosati, uomo di poche parole, che ieri non ha voluto mancare di ricordare anche l'amico Flavio Mora, suo collega al Resto del Carlino, al quale ha dedicato l'ultimo volume, costruito interamente con i suoi scatti. «Una collana - ha detto la Golini - che vuole raccontare la storia di Parma e della parmigianità», attraverso immagini «che si possono definire piccoli capolavori dell'obiettivo».
«Sul giornale raccontiamo la città di oggi, questi libri invece permettono di raccontare un mondo altrimenti dimenticato», ha detto l'amministratore delegato della Gazzetta di Parma Matteo Montan, che da ex giornalista del Carlino ha ricordato di quando Rosati, «nelle pause in redazione, apriva il suo scrigno e ci mostrava le sue foto: era così schivo che nessuno pensava che un giorno le avrebbe pubblicate». Invece quel giorno è arrivato: «Spero piacciano ai lettori di oggi e a quelli di domani».
Nella carrellata di immagini, il direttore della Gazzetta Giuliano Molossi ha ritrovato anche quella del 18 settembre 1960 con l'inaugurazione della sede del giornale in via Casa: «Io sono il bambino di sei anni con il papillon accanto a Giovannino Guareschi», ha rivelato ieri. «Sono le iniziative editoriali come questa - ha aggiunto - che fanno della Gazzetta un piccolo grande giornale: grande per la sua storia e il suo prestigio». E parlando degli scatti di Rosati, ha parlato di «immagini particolarmente curate, scelte con attenzione, in cui si nota il talento del grande collezionista».
A firmare l'introduzione ai volumi è il critico d'arte Pier Paolo Mendogni. «Queste immagini - ha detto - hanno un valore notevole per chi ha vissuto quegli anni. E per chi non li ha vissuti rappresentano un documento storico». Parla di «emozione» quando si rivedono gli edifici sventrati dalle bombe: «A chi come me doveva scappare di casa per correre nei rifugi antiaerei, fanno ricordare i momenti tragici di quegli anni». Ma poi gli scatti della ricostruzione «danno speranza e forse sono anche un invito a superare le tante difficoltà dell'oggi».
«Senza gli studi di Rosati, a Parma la storia della fotografia non esisterebbe», ha detto Carlo Mambriani, docente di storia dell'architettura all'Università. Che come «itinerario» delle seicento foto individua quello dal quale «esce uno spaccato completo di storia urbana: la storia dello spazio civico e la storia della vita dei cittadini e delle loro attività».
«Oggi, ai tempi della velocità e dei social network, nulla più della fotografia può fare breccia nelle nostre sensibilità e tenere vivo quel senso di appartenenza che anche i musei cercano di stimolare nei cittadini». A sostenerlo è stata Maria Utili, soprintendente ai Beni storici e artistici.
Partner dell'iniziativa editoriale della Gazzetta è Cepim, la società che gestisce l'interporto di Fontevivo, che quest'anno festeggia i propri 40 anni. Una ricorrenza che Cepim - ha spiegato il presidente Johann Marzani - ha deciso di festeggiare sostenendo la pubblicazione di «Parma in posa», «un'opera di qualità dal punto di vista artistico e dei contenuti».

 

LE USCITE 

Ecco il calendario completo delle uscite dei sei volumi di «Parma in posa», in edicola con la Gazzetta a 10 euro più il prezzo del quotidiano.

Sabato 22 febbraio
        1° volume - Anni '40
Sabato 1° marzo
        2° volume - Anni '40
Sabato 22 marzo
        3° volume - Anni '50
Sabato 29 marzo
        4° volume - Anni '50
Sabato 19 aprile
        5° volume - Anni '60
Sabato 26 aprile
        6° volume - Anni '60

 


 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

4commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Claudio Santamaria e i voti nuziali per Francesca Barra

gossip

Santamaria-Barra nozze bis in Basilicata tra arrivi in barca e serenate Video

Musica: 13 artisti omaggiano fondatore del festival 'Mundus'

REGGIO EMILIA

Da Peppe Servillo a Giovanni Lindo Ferretti: 13 artisti omaggiano il fondatore del festival 'Mundus'

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

social

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Godenza» di Noella Ricci,la Romagna e il suo Sangiovese

IL VINO

Il «Godenza» di Noella Ricci, la Romagna e il suo Sangiovese

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Escursionista scivola sul sentiero. Trasportato in ospedale con intervento di tecnici territoriali ed elisoccorso

soccorso alpino

40enne scivola a 1.800 metri sul Monte Orsaro: interviene l'elicottero Video

serie A

Il Parma "vede" quota 6.000 abbonamenti e si (ri) regala Ciciretti. Aspettando il giudice

incidente

Ciclista cade in una carraia nel Calestanese: è grave Video

Ferito un motociclista a Lagrimone

METEO

Dopo le piogge arriva il caldo africano: attesi anche 35 gradi

Da inizio luglio 60 millimetri di acqua

L'INCHIESTA

Maxi frode fiscale, indagati anche 2 professionisti parmigiani

Lutto

Anna Maria Bianchi, il ricordo di Mauro Coruzzi

CALCIO

Serie A: tutte le date di inizio stagione. Il campionato al via il 19 agosto

domenica

Barche di cartone in Ceno, spaventapasseri a Scipione, sagre e trekking: la ricca agenda

valera

Vandali al cimitero: incendiati i fiori e rovinate le lapidi. Danni anche dalla fiorista Foto

polizia municipale

"Ritocca" la targa col nastro adesivo: auto sequestrata e maxi-multa

valceno river race

La pazza giornata delle canoe di cartone: la sfida in Ceno Foto

12 tg parma

Il Parma ha terminato il ritiro. Da martedì crociati a Collecchio Video

DEGRADO

Via Trieste, la tenacia degli incivili... Foto

COMUNE

Salso, la maggioranza diserta il Consiglio

1commento

FIDENZA

Addio a Macchidani, l'impegno in politica e a difesa dei lavoratori

Donazione

Fuoristrada all'avanguardia per la Cri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Se pensassimo a tutti i bambini del mondo

di Michele Brambilla

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

ROMA

Scontrino omofobo, cameriere licenziato. E minacce di morte ai gestori del locale

2commenti

USA

Teenager si barrica in un market a Hollywood, morta una ragazza

SPORT

il commento

Gp Germania, Hamilton epico: tutti gli ingredienti della F1 di una volta

british open

Golf, storico Molinari: primo italiano a vincere un torneo del Grande Slam

SOCIETA'

paura

Incontro ravvicinato con lo squalo Video

GUSTO

E a Londra "spopola" un cocktail parmigiano, il "Langhirano amarcord" Videoricetta

MOTORI

IL TEST

Il futuro secondo Bmw? Elettrificato:25 novità da qui al 2025

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto