12°

26°

Parma

Tanzi a Milano: "Mi stava a cuore il bene dell'azienda e di chi ci lavorava"

Tanzi a Milano: "Mi stava a cuore il bene dell'azienda e di chi ci lavorava"
Ricevi gratis le news
4

«Mi stava a cuore il bene dell’azienda, la sua salvezza e la salvezza delle persone che vi lavoravano». Sono le poche parole che Calisto Tanzi ha pronunciato oggi a Milano fuori dall’aula dove è in corso il processo Parmalat-banche dove avrebbe dovuto essere interrogato ma a sorpresa ha dichiarato di non voler rispondere alle domande.
Ai cronisti che gli hanno fatto notare che nelle motivazioni della sentenza con cui i giudici milanesi lo hanno condannato a 10 anni di carcere per aggiotaggio lo si accusava di non aver mai lavorato per salvare l’azienda ma solo per arricchirsi, Tanzi è sbottato: «Secondo lei uno che ha un’azienda con più di 36mila dipendenti diretti non pensa a salvarla?». Secondo l’ex presidente del gruppo quello che ha scritto il Tribunale «non è vero, è esattamente l’opposto». Dopo di che ha proseguito: «Mi stavano a cuore il bene dell’azienda, la sua salvezza e quella delle persone che vi lavoravano direttamente e indirettamente. Tra una storia e un’altra - ha proseguito - c'era un indotto di 100mila persone».

Tanzi oggi è stato convocato dalla Procura al processo che si sta celebrando davanti al collegio presieduto da Gabriella Manfrin, nel quale sono imputati Deutsche Bank, Citigroup, Bank of America e Morgan Stanley Milan Branch, in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, e alcuni loro funzionari e loro dipendenti accusati di aggiotaggio.
Fino a ieri sera lui, con i suoi difensori, aveva confermato la disponibilità a rispondere alle domande dei pm Francesco Greco, Eugenio Fusco e Carlo Nocerino. Invece questa mattina mentre già in aula si sapeva che il suo interrogatorio in qualità di imputato di reato connesso avrebbe dovuto riguardare anche alcune "due diligence" di Citigroup, Tanzi ha dichiarato di voler avvalersi della facoltà di non rispondere e di confermare tutto quello che ha dichiarato finora. In sostanza le sue dichiarazioni spontanee. E così ha lasciato l’aula davanti allo stupore degli avvocati e al disappunto dei pm.

Mentre Tanzi stava lasciando il Tribunale, i suoi difensori Giampiero Biancolella e Fabio Belloni, a proposito delle motivazioni della sentenza della prima sezione del Tribunale hanno letto un comunicato: «il cavalier Tanzi nel ribadire il massimo rispetto per la giustizia in relazione alla motivazione, intende precisare che si aspettava un giudizio severo ed anche aggettivazioni dai toni forti, non certamente una diagnosi appartenente al mondo della psichiatria».

«Appare allora legittimo - hanno continuato i due legali - chiedersi come mai per 13 anni nessuna delle persone che lo frequentavano, familiari, amici, politici, imprenditori, banchieri, avesse percepito che fosse affetto da deliri di onnipotenza, grave patologia psichiatrica».
Alla luce di quanto scritto nelle motivazioni i difensori annunciano che sottoporranno al «giudizio di revisione» della corte d’appello l’intera sentenza comprese le affermazioni («delirio di onnipotenza») relative alla «patologia ritenuta sussistente dal Tribunale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • spinoverde

    21 Maggio @ 16.17

    Il rammarico di tutte le persone oneste é che questo "signore" non farà più neanche un giorno di galera, al contrario di quanto avviene negli Stati Uniti (per il caso EXXON hanno dato al maggior responsabile ben 24 anni). E a proposito della distrazione di fondi perché non confiscano tutti i beni suoi e dei poossibili prestanome, come viene fatto per i mafiosi? L'unico modo che resta é quello di colpirlo nella tasca. Tanzi VERGOGNATI!

    Rispondi

  • Luca

    20 Maggio @ 17.22

    Tanto ormai la galera non la rischia più, quindi può permettersi di non rispondere ai giudici o di far sparate a piacimento! Mi chiedo perché lo convochino ancora... ormai quello che doveva/voleva dire l'ha detto! Come mai non vanno a pizzicare quelli che hanno pocciato le dita e sbaffato la "marmellata" della parmalat? Insomma... quelli che hanno preso le stecche!

    Rispondi

  • Giorgio Russo

    20 Maggio @ 13.47

    Boom ! Tanzi che sparata ! Voler bene all'azienda e alle persone NON significa fare quello che avete fatto ! Lasci perdere . . . A proposito e la sua nuova azienda ? Quanta gente onesta ha dovuto ipotecare persino la casa per andare avanti con le aziende. Tanzi per favore ci risparmi queste uscite.

    Rispondi

  • CLAUDIO

    20 Maggio @ 12.09

    CREDO CHE IL SIG.TANZI DOVREBBE PRIMA CHIEDERE SCUSA ALLA GENTE CHE AVEVA FIDUCIA IN LUI. POI DOVREBBE RICORDARESI CHE E STATO PER ANNI UN VANTO PER LA GENTE DI COLLECCHIO E DINTORNI UNA PERSONA RISPETTATA ED AMATA DA TUTTI PER LA SUA PROFESSIONE. DOVREBBE RIPARTIRE DA QUESTO PERIODO E CANCELLARE LE COSE SBAGLIATE DICENDO LA VERITA PER SE E PER GLI ALTRI. COMUNQUE NON CREDO CHE IL SIG. TANZI FOSSE L'UNICO RESPONSABILE DEL DISASTRO PARMALAT. COME AL SOLITO UNA PERSONA PAGA PER TUTTI. COME ANNI FA E SUCCESSO AL SIG.CRAXI. VORREI SOLO CHE I MEDIATORI (BANCHE) DI TUTTA QUESTA FACCENDA VENISSERO A GALLA E GLI FOSSE TOLTA LA POSSIBILITA' DI NUOCERE AD ALTRE PERSONE. NON CAPISCO PERCHE QUESTE PERSONE SONO ANCORA AL LORO POSTO. SPESSO BISOGNA TOGLIERE LA MELA MARCIA PER SALVARE LE ALTRE. MA FORSE IL MIO E SOLO UN SOGNO.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GRAN BRETAGNA

Parata di star per i 92 anni di Elisabetta II

SPORT

Serie A

Insulti al bus del Napoli. E dall'interno rispondono con un dito medio alzato

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover