18°

28°

Parma

Lauro Grossi, il sindaco che morì sul "campo"

Lauro Grossi, il sindaco che morì sul "campo"
Ricevi gratis le news
1

A vent'anni dalla scomparsa, Parma ricorda il suo sindaco degli anni Ottanta, Lauro Grossi, che morì il 3 giugno 1989. Fu un primo cittadino popolare per la città e capace in un decennio – ha ricordato l’Amministrazione comunale con una nota – di disegnare la Parma del futuro: viabilità sud, fiera, aeroporto, Cepim, i quartieri artigianali della Crocetta e di via Mantova. Governò sotto l’asse Pci-Psi dal 1980 all’85, quindi con il Pentapartito fino al 1989. Anni di forti mutamenti sociali, che Grossi «seppe interpretare con attenzione e lungimiranza».
Gli amministratori di ieri e di oggi lo hanno ricordato in Consiglio comunale, dando anche il via a una serie di iniziative che fino a settembre celebreranno la figura dell’ex sindaco socialista in tutte le sue caratteristiche: amministrative, dirigenziali e sportive. È stato anche presentato un volume dedicato alla figura dell’ex sindaco edito da Mup, con la collaborazione di Fondazione Monte e di Banca Monte Parma. Una pubblicazione in cui diverse persone che hanno lavorato con Grossi ricordano il suo impegno per la città.
La sua Borgotaro lo ricorderà a metà luglio con un convegno sullo sport e le sponsorizzazioni, cui parteciperà anche il giornalista Sergio Zavoli. Zavoli infatti era colui che faceva il Processo al Giro, ai tempi in cui la Salvarani 'marchiavà Gimondi e Adorni. Proprio a Grossi, dirigente Salvarani, era affidata la responsabilità di quella sponsorizzazione, una delle prime in Italia che diedero il via ad un binomio, sport e aziende, ancora attuale. A settembre, poi, un convegno sull' evoluzione storica ed economica della Parma degli anni Ottanta rifletterà sul ruolo che Grossi ricoprì «in una tappa fondamentale nella storia della Parma moderna».

DOCUMENTO - Lauro Grossi, il sindaco mediatore : una delle ultime interviste a Tv Parma

VENT'ANNI DOPO - Oggi ricorre il ventesimo anniversario della morte di Lauro Grossi, sindaco di Parma per 9 anni, dal 1980 al 1989.  Vent'anni sono un tempo lunghissimo, in una società che corre a ritmi frenetici come la nostra. E' sufficiente pensare che, nel momento in cui Grossi venne improvvisamente a mancare, durante un'infuocata riunione di partito (del Psi, la sua «casa» di sempre) il muro di Berlino era ancora in piedi e Tangentopoli era ancora di là da venire.  Lauro Grossi, a differenza dei sindaci che sono stati alla guida della città dal 1994 a oggi, non era stato eletto direttamente dai cittadini, ma votato dal consiglio comunale. Eppure, per la sua personalità, le sue idee e la sua capacità di comunicare, probabilmente sarebbe diventato sindaco anche con l'elezione diretta. Perché, dopo Giacomo Ferrari, la «guida» della ricostruzione postbellica, nessun sindaco come Lauro Grossi aveva saputo entrare nel cuore e nella mente dei parmigiani, lui che «cittadino» non era, essendo nato a Vignale di Traversetolo e avendo vissuto la giovinezza prima a Borgotaro e poi in giro per l'Italia. Eppure dei parmigiani, intesi come residenti della città, aveva tutti i pregi e i difetti: estroverso e vulcanico, deciso e testardo, ma allo stesso tempo anche orgoglioso  e umorale, era riuscito a essere il sindaco di «due stagioni». Prima, dal 1980 al 1985 aveva guidato una classica giunta di sinistra. Poi, dal 1985, il «ribaltone» con lo storico pentapartito Dc-Psi-Psdi-Pri-Pli che per la prima volta nella storia repubblicana vide il partito comunista relegato all'opposizione.  Grossi seppe guidare entrambe le giunte con grande capacità, destreggiandosi tra gli «agguati» che allora un consiglio comunale ben più potente di quello di oggi poteva porgli a ogni più sospinto. Ma molte delle sue intuizioni sono ancora oggi importanti: basti pensare al contrastato «trasloco» della Fiera dal Parco Ducale ai padiglioni di quella Salvarani di cui era stato dirigente appassionato per oltre un decennio, oppure alla realizzazione, altrettanto contrastata, dei parcheggi sotterranei «Toschi» e «Goito» oppure l'idea di creare il premio Sant'Ilario.  Per questo, a distanza di vent'anni, la sua figura rimane ancora nella memoria dei parmigiani più avanti negli anni. E per questo la città oggi gli renderà omaggio in quella stessa aula di consiglio comunale che lo ha visto protagonista di grandi battaglie.

Oggi alle 17 la cerimonia in Consiglio comunale
Oggi alle 17, gli amministratori di ieri e di oggi ricordano Lauro Grossi in Consiglio comunale, dando anche il via ad una serie di iniziative che fino a settembre celebreranno la figura dell’ex sindaco  in tutte le sue caratteristiche: amministrative, dirigenziali e sportive. Durante l'incontro, organizzato dall’amministrazione e dal Consiglio comunale, i collaboratori di Grossi divideranno le poltrone della sala consigliare con chi ha ricoperto ruoli istituzionali, economici, sociali e associazionistici della città. Quella di oggi è anche l’occasione per presentare il volume dedicato alla figura dell’ex sindaco, curato da Gian Franco Bellè ed edito da Mup, con la collaborazione di Fondazione Monte e di Banca Monte Parma. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ila

    03 Giugno @ 19.44

    grande Lauro. lo spirito dello Sport. il sorriso all'incrocio con i cittadini. Lauro e l'EUROPEO: non avrebbe permesso la distruzione. Lauro e l'inizio della civiltà moderna. 20 anni. Oggi il 3 Giugno sono 30 anni dall'incredulità del volo in Paradiso di ila Orlandini. sono vicino a Voi tutti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"