18°

28°

Parma

Bernazzoli: «I cittadini hanno apprezzato un certo stile di governo»

Bernazzoli: «I cittadini hanno apprezzato un certo stile di governo»
Ricevi gratis le news
0

di Marco Federici 

Il segnale è che  a Parma c'è un centrosinistra che vince». Lo dice  chi lo guida, quel centrosinistra:  Vincenzo Bernazzoli, confermato alla presidenza della Provincia con venti punti percentuali in più del suo avversario. E quando lo dice  si rivolge a tutti: agli avversari, ma  anche -  per non dire soprattutto -  ai suoi, a quel centrosinistra che non vince. Che non ha vinto in passato, non ha vinto  quindici giorni fa (otto i Comuni persi per strada)    e non ha vinto ieri:  già, perchè l'affermazione  netta  nella corsa per piazza della Pace è stata annacquata dalla sconfitta  arrivata sul  filo dei voti da Fidenza.  «Il  risultato positivo che ho ottenuto   - aggiunge Bernazzoli  -  dimostra che  i cittadini hanno apprezzato un certo stile e una certa cultura di governo,  molto orientata a realizzare progetti più che a fare annunci».

Fin qui il concentrato  del suo commento politico alla vittoria. Adesso c'è spazio per il «colore» della maratona elettorale. Sono circa le sei  e mezza del pomeriggio quando  in via della Costituente, circolo del Pd, si può brindare.  La bottiglia  di spumante classico,  del Trentino, è pronta per essere sturata col botto. «Ma no dai, sembra Capodanno» sorride e scuote la testa Bernazzoli. Compare persino un pupazzo caricato a pile, assomiglia ad un asinello  su due piedi,  che balla. Cin, gragnuola di flash e foto della giornata che finisce  in archivio.  Il ballottaggio di Bernazzoli comincia alle tre del pomeriggio, quando si chiudono le porte dei seggi   e si aprono le urne. Lui, che è pure sempre il presidente uscente, deve presenziare all'assemblea dell'Unione parmense degli industriali: si mette in prima fila tra il prefetto e il  presidente della Camera di commercio. Dal pulpito parla il presidente dell'Upi Daniele Pezzoni, Bernazzoli è attento,  ma si vede che frigge da come aggrotta la fronte. E difatti   appena sul palco sale  il presidente della Camera Gianfranco Fini, il  candidato presidente sgattoiola fuori dal Regio e raggiunge un'abitazione  di amici, lontano dai supporters e dalle telecamere,  per seguire l'esito dello scrutinio. Che non è mai in discussione: fin dalle prime sezioni  Bernazzoli si assesta sul sessanta per cento e da lì non si schioderà più. Mano a mano che sui siti della Provincia  e del ministero dell'Interno vengono caricati i dati la vittoria è sempre più saldamente nella  sue  mani.  Non fosse che Fidenza lascia tutti con il fiato sospeso,  in via della Costituente sarebbe già festa grande.  E' vero che i ribaltoni possono sempre accadere, ma quando  ci sono venti punti percentuali di differenza dopo un terzo delle sezioni scrutinate, l'esperienza insegna che è fatta. Non c'è più storia.  E quando alle sei Bernazzoli sbuca da piazzale Picelli - al suo fianco c'è Alfredo Peri, assessore regionale ai Trasporti - parte un lungo applauso. «Meglio dell'altra volta - si schermisce  il presidente confermato -  gente di poca fede».  Le pacche sulle spalle  si sprecano. Gli abbraccipure, a ben  guardare  più o meno calorosi. Sfumature, certo,  perchè il giorno della vittoria non c'è spazio per le occhiate oblique.    Gli si fanno incontro gli assessori uscenti: alla rinfusa,  Ugo Danni e Manuela Amoretti,  Gabriella Meo  e  Gabriele Ferrari.  E sempre alla rinfusa  si congratulano l'eurocandidata Simona Caselli, i consiglieri comunali  Matteo Caselli, Franco Torreggiani, Massimo Iotti e Gabriella Biacchi, i neo eletti in Consiglio provinciale  - adesso sicuri di essere in maggioranza -    Cristina Merusi, sindaco di Sala Baganza,   e Massimo Pinardi.  Oppure consiglieri uscenti come Antonio Bertoncini,  gente  della  area-Bernazzoli  come Johann  Marzani.
 
Nella saletta,  dove c'è un computer aperto sul sito della Provincia,  ci sono il suo capo di gabinetto Jenny Sandei e l'ex vice presidente della Fondazione Cariparma Marcella Saccani.  L'elenco non può essere completo, anche perchè c'è tanta gente che va e viene, facce note della politica, persone che lavorano nell'ombra e gente comune, magari semplici elettori che mettono un attimo dentro il naso. A  Bernazzoli passano  cellulari come se piovesse: nemmeno lui sa  con chi deve parlare. «Chi è?», urla il presidente per   avere la meglio sulla mancanza di campo. «Ah, ciao Titti...». Stretta di mano e altro cellulare: stavolta è una direttrice  di non si capisce bene quale istituto privato. Uno telefonata, invece,   tiene a farla lui.  «Ciao Antonio, visto, è andata bene...». Antonio, dipendente Enìa in pensione, è quel signore con i capelli grigi che si è messo al volante dell'auto e in tre mesi ha macinato 18mila chilometri per portare Bernazzoli dall'Appennino alla Bassa, andata e ritorno chissà quante volte.

Poi si passa all'analisi del voto, all'esito del  ballottaggio. Alle sei e mezza del pomeriggio c'è già stata una telefonata con l'avversario Lavagetto. «Sì, ci siamo sentiti poco fa.  Ci siamo fatti reciprocamente i complimenti perchè nessuno dei due ha portato attacchi personali all'altro.  Ci siamo anche detti che collaboreremo nel reciproco rispetto dei nostri ruoli:  gli ho ribadito che  non ho pregiudizi ideologici e che  sono pronto a valutare  buone proposte».  Una forbice così ampia, nemmeno Bernazzoli se l'aspettava. «Dopo il primo turno - dice il presidente - non ho  fatto previsioni. Poi va detto che  l'astensionismo  rappresentava un elemento di incertezza oggettivo».   Poi il lavoro, a partire da  oggi. «Appena tornerò in ufficio  - aggiunge - comincerò subito ad occuparmi della crisi economica perchè l'autunno è già alle porte e bisogna subito prenderla di petto:  contatterò di nuovo tutte le realtà del territorio. Quindi comincerò a lavorare  per realizzare quanto promesso nei primi cento giorni di governo».  Quando è sera, a Bernazzoli   cade  in testa la tegola di Fidenza. Catini ha vinto e Montanari no: «Faremo un'analisi dettagliata  di quanto successo per individuare anche le responsabilità che ci sono state. Colgo l'occasione per ringraziare Montanari: una persona seria che si è messa in gioco  e si è spesa gratuitamente». Una macchia nera nel bianco della festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

A21

Incidente a Piacenza: un morto e tre feriti gravissimi. Due bimbi portati al Maggiore

ROMA

Auto investe pedoni vicino a San Pietro: 4 polacchi feriti

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design