14°

25°

Parma

Vigili urbani: "Autovelox nei viali e più controlli"

Vigili urbani: "Autovelox nei viali e più controlli"
Ricevi gratis le news
15

Ai parmigiani piace schiacciare il piede sull'acceleratore, anche quando sono in città, e purtroppo in molti bevono prima di mettersi alla guida dell'auto. A confermarlo ci pensa il comandante della polizia municipale, Giovanni Maria Jacobazzi. «La maggior parte delle infrazioni - spiega - sono date dall'eccesso di velocità, soprattutto lungo i viali di circonvallazione». E' su queste strade larghe e dritte che gli automobilisti di Parma amano sfrecciare superando molto spesso i limiti di velocità. E mettendo a rischio la vita di pedoni e ciclisti. «Agli utenti della strada vorrei ricordare che in città il limite è di 50 chilometri orari», fa notare Jacobazzi. Ma per fermare questa cattiva abitudine, la municipale sta già pensando ad una contromossa molto efficace. «Intensificheremo i controlli - promette il comandante - e posizioneremo degli autovelox, sia fissi che mobili, per far rispettare i limiti, perché i viali non possono essere scambiati per degli autodromi».
La guida in stato di ebrezza è un altro fenomeno preoccupante registrato sulle strade di Parma, come dimostrano le 47 patenti ritirate dalla municipale nell'ultimo anno. «La nostra priorità è la sicurezza stradale - aggiunge - tanto che circa il 90 per cento degli incidenti è rilevato da noi». Infatti, nell'ultimo anno gli agenti della municipale hanno rilevato qualcosa come 966 incidenti.

Altre informazioni sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola, con anche un ampio servizio sulla "classifica" dei punti persi sulla patente

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    30 Giugno @ 20.41

    Finiti i soldi in comune, ritornano i velox, ritornano i vigili che giocano a nascondino. Questa sarebbe la soluzione per disincentivare l'alta velocità? La vedo più una soluzione per portare a zero il bilancio preventivo di inizio anno. Non solo a Parma, ma in tutti i comuni della provincia. Basta vedere a Felino, dove piazzano il velox davanti ad un passo carraio, e loro, i vigili, vanno a giocare a nascondino nel casolare 300 mt più avanti. Tutto questo solo quando c'è il sole, e dopo qualche festa in paese (vedi l'ultima notte bianca di Felino) quando poi il comune deve pagare l'Enia per la pulizia delle strade. Di certo non pensano minimamente a pattugliare le strade di sera, notte...quando gruppi di ragazzini si divertono ad imbrattare i muri con bombolette di vernice. Per non parlare poi delle biciclette, libere di scorazzare a destra e manca, in senso unico, alla faccia dei soldi spesi per le piste ciclabili. Ma poi ci pensano gli automobilisti a tirar fuori i soldi.

    Rispondi

  • massimo taibi

    30 Giugno @ 19.12

    Ma perchè non multate anche chi, con le biciclette, non usa le piste ciclabili? O si da sempre e solo le multe agli automobilisti? Provate a fare un giro in città...

    Rispondi

  • michele

    30 Giugno @ 18.03

    ogni tanto ritorna 'sta lagna dei "più autovelox sulle strade", seguita dall'altrettanto lagna "non c'è contestazione immediata perchè abbiamo scarso personale", unita a migliaia di cartelli messi lì da anni assolutamente a caso, sempre per via dello scarso personale. Ma allora a cosa serve? Solo a far soldi, lo sanno tutti, e a denti stretti e telecamere spente lo ammette anche chi i soldi li incassa, il quale non a caso comunica agli organi di stampa locali le strade dove sono i controlli, così beccano maggiormente chi viene da fuori e non rompe le palle perchè è più scomodo a farlo. In Francia, dove hanno dimezzato i morti sulle strade, non ti avvisano prima, c\'è molta più efficienza e soprattutto quasi ovunque ci sono limiti "rispettabili". Qualche mese fa ha fatto scalpore la notizia che hanno beccato in autostrada uno a 270km/h 4 volte in un'ora. Bene, era talmente pericoloso che l'ha fatto in novembre gli han mandato la multa in febbraio! Ma 4 uffici diversi ci mettono 3 mesi a sviluppare il rullino di una macchina fotografica (digitale)? o dentro ai gabiotti c\'è uno con lo straccio nero in testa e il magnesio a fare da flash? p.s. per silvio. I 70 di via Mantova per me sono uno dei pochi limiti "rispettabili" della provincia, e infatti io li rispetto.

    Rispondi

  • lucio

    30 Giugno @ 16.15

    Ben vengano più controlli. Ma non solo per la velocità, ma anche per tutte quelle infrazioni che molto spesso creano situazioni di pericolo. Quindi più vigili per strada a multare chi chiacchiera al telefonino mentre guide (per non parlare di chi scrive messaggi), chi crede che le frecce non servano più (tanto basta leggere nel pensiero), chi non rispetta le distanze di sicurezza, chi viaggia in contromano in moto o bici o macchina, ecc ecc. L'elenco sarebbe lungo e le strade da controllare tante, tutte. Nessuna strada è veramente sicura a Parma. Se i vigili hanno voglia di far rispettare il codice della strada a tutti gli indisciplianti penso che avrebbero un sentito ringraziamento da chi le regole cerca di rispettarle tutti i giorni e magari leggeremmo meno cronache di incidenti sul giornale.

    Rispondi

  • edgardo

    30 Giugno @ 16.06

    Non serve essere distruttivi sul comportamento dei vigili, ma questa dovrebbe essere l'occasione per essere propositivi. Porto rispetto per chi lavora tutti i giorni, quindi includo anche i vigili, che peraltro svolgono degli ordini altrui. Dovremmo forse farci qualche domanda suile voci di bilancio del comune e del legame con le multe, ma soprassediamo. Credo che i dati statistici valgano poco, visto che l'Italia e lunga e stretta. Invece più importante è la reale percezione del cittadino della propria città. Obiettivamente abbiamo (finalmente) una buona viabilità, ma una eccessiva azione di repressione e monetizzazione di certi comportamenti nei soliti posti. Per intenderci: va bene lavorare sulla velocità in viale Fratti, ma va altrettanto bene controllare le mancate precedenze su Vle Partigiani d'italia o ai passaggi pedonali davanti al Barilla Center. Anche se questi tipi di controllo non giocano a favore dei dati statistici ai quali i comuni sono sempre più sensibili, sicuramente vanno nella direzione della sicurezza del cittadino (automobilista, motociclista, pedone o ciclista che sia) e dell'opinione che lo stesso ha della sua città.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

In 5mila in piazza Garibaldi. I Baustelle sul palco dopo le 23

25 APRILE

In 5mila in piazza Garibaldi. I Baustelle sul palco

tg parma

Azzannata da un pitbull e insultata per il velo: la denuncia di una donna a Parma Video

La proprietaria del cane se n'è andata dopo il violento episodio

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta sugli affitti: 2 sfratti al giorno in media a Parma e provincia Video

Inquilini abusivi: proprietario di un appartamento "accolto" con un coltello

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

6commenti

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

AUTOSTRADE

Schianto in A1: due in Rianimazione. Incidente in A15 in serata

Una moto è finita a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

borgo gallo

L'accumulatore seriale ha «ridotto» così il palazzo in centro: le foto Video

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

4commenti

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

cavriago

Non gli andava bene l’orario di consegna: prende la postina a bastonate

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

DEGRADO

Stazione, parcheggio H: vigilanza armata dalle 14,30 alle 22,30

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

CAMERINO

Dopo la condanna per abusi assume un mix farmaci: morto prof di Anatomia

TECNOLOGIA

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

1commento

SPORT

CHAMPIONS

Il Real Madrid sbanca Monaco: 2-1 al Bayern

PARMA CALCIO

Verso Vercelli: Vacca torna in gruppo, si lavora per il recupero di Scavone Video

SOCIETA'

COPENHAGEN

Ergastolo all'inventore del Nautilus per l'uccisione della reporter

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel