16°

29°

Parma

Pagliari scrive a Mora: "No alla pista ciclabile di via Montebello" E l'assessore: "La pista si fa per motivi di sicurezza"

Ricevi gratis le news
10

Chiede di fermare i lavori e di rivedere il progetto. Di ascoltare i residenti e i commercianti della zona e di agire "nell'interesse pubblico". Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Giorgio Pagliari ha scritto una lettera aperta a Davide Mora, assessore alla Viabilità, elencando i problemi connessi alla pista ciclabile in via Montebello. La pubblichiamo:
 
"Caro Assessore,
Ti scrivo come abitante della zona, prima e più che non come Consigliere comunale.
So bene che la pista ciclabile di Via Montebello rappresenta per Te una eredità e non una Tua decisione.
La continuità amministrativa Ti impone di farTi carico della situazione, avendo, insieme con l’onere, il vantaggio di essere libero dal naturale condizionamento determinato dalla responsabilità diretta della scelta precedente. E ciò rilevo senza dimenticare la convinzione che ritornare sulle scelte è segno di intelligenza e non necessariamente un atto di “autoaccusa”: solo chi non opera, infatti, non ha il problema di verificare la puntualità delle proprie decisioni e non viene a trovarsi nella condizione di ripensarle.
In passato, ho già esposto le ragioni della contrarietà alla pista ciclabile di Via Montebello: inutile, controproducente per la percorribilità complessiva della strada e dannosa per il sistema del commercio della strada medesima e della zona circostante.
In questi giorni, vedendo la posa dei primi cordoli di perimetrazione della pista ciclabile mi sono domandato e mi domando: e la sicurezza? E la funzionalità del nuovo assetto tanto per il traffico veicolare quanto per quello ciclabile?
Il cordolo, in particolare, è un pericolo evidente: chi dovesse cadere e battere contro quest’ultimo dovrebbe affidarsi alla provvidenza o al caso (a seconda delle convinzioni individuali) e sperare di non subire conseguenze traumatiche.
Non solo: l’organizzazione del cantiere sta creando disagi infiniti ai cittadini e agli esercizi commerciali. Questi ultimi sono paralizzati nella loro attività tanto sul piano dei rapporti con i fornitori (carico e scarico), quanto sul piano dell’esercizio della propria attività imprenditoriale.
Convengo che quest’ultimo è un disagio temporaneo, ma un’organizzazione più attenta ne attenuerebbe la portata. Cerca di intervenire e, soprattutto, oggi che è ancora possibile, ferma i lavori e rivedi il progetto.
Ti assicuro la massima collaborazione, senza polemiche, del Gruppo del PD, ma, in particolare, posso garantirTi, per aver sentito gli esercenti e la gente per strada che avrai il sostegno dei residenti e dei commercianti della zona.
Sia ben chiaro: non Ti sto dicendo di agire demagogicamente, ma Ti sto sottolineando che il disagio è profondo e sentito e non immotivato e che, pertanto, riprendendo in mano la questione agiresTi nell’interesse pubblico con il consenso della gente.
Con i migliori saluti"
 
Giorgio Pagliari
  Capogruppo PD

LA CONTRO-LETTERA DI MORA:
 
“Caro consigliere Pagliari, ho avuto venerdì scorso un incontro in via Montebello con i commercianti, abbiamo fatto insieme un giro sul cantiere e abbiamo condiviso alcune scelte che ho già messo in pratica”. Inizia dalla fine, cioè dalle decisioni, la contro lettera aperta dell’assessore alla Viabilità Davide Mora sulla pista ciclabile di via Montebello.
“Posto che l’opera è importante perché è importante, per l’Amministrazione, la sicurezza di chi va in bicicletta, ho avuto la settimana scorsa un incontro con i commercianti, che mi hanno presentato proposte concrete per migliorare un’opera che non subirà nessun dietrofront. Le loro richieste sono state accolte ieri, giovedì, quando ho firmato quattro ordinanze: sia nel parcheggio fra via Alberti e via Galimberti che in quello di via Martiri di Cefalonia abbiamo istituito stalli di sosta regolamentati da disco orario, dalle 8 alle 19 dei giorni feriali, per dare il tempo di fare la spesa ai clienti. Inoltre sono stato istituiti tre stalli di carico/scarico presso via Galimberti, a ridosso dei negozi, in via Brambilla e in via Montebello davanti all’80/b.
Venendo poi alla questione cordolo – conclude Mora - anch’io avevo espresso alcuni dubbi. Tuttavia è quanto prescrive la legge: il dm 557 del 30/11/99 infatti prevede forme e modi, ad esempio la larghezza di 50 centimetri, per il cordolo che separa le piste ciclabili in sede propria dalla carreggiata stradale proprio per motivi di sicurezza”.
 

Voi che ne pensate? Dite la vostra nello spazio commenti legato a questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto e giancarla

    04 Luglio @ 12.38

    fare,disfare,rifare,serve benone per appalti,sub-appalti,sottosubappalti,ci hanno preso gusto.Puo'darsi che qualcuno ci guadagni?????????

    Rispondi

  • giancarla

    04 Luglio @ 12.32

    Sappiamo per esperienza, vedi Via Zarotto, che i nostri amministratori, per principio non ritornano mai sulle proprie decisioni, prese con totale disprezzo delle esigenze reali e dei disagi dei cittadini. La pista ciclabile di Via Montebello , quindi non verrà mai toccata. La strada non reggerà la mole di traffico, quindi ci aspettiamo: senso unico, altre tre rotatorie e aumento a dismisura di traffico nelle residenziali vie laterali, senza nessuna logica di persone dotate di normale raziocinio.

    Rispondi

  • franco

    03 Luglio @ 20.29

    PROPONGO DI ISTITUIRE IL DIVIETO DI TRANSITO IN VIA MONTEBELLO, NATURALMENTE ANCHE AI BUS E AI TAXI!!!! SOLO BICICLETTE E PEDONI, E FESTE CAMPESTRI E MERCATINI E E AMBIENT E MAGARI UN PO' DI MOVIDA MA DI QUELLA "ISTITUZIONALE"QUELLA CHE "NON DISTURBA"......... NATURALMENTE TUTTI A PIEDI ANCHE I RESIDENTI CON L' AUTORIMESSA! MA VOLETE METTERE QUANTO INQUINAMENTO IN MENO E QUANTI INCIDENTI IN MENO A CAUSA DI CICLISTI RIMBAMBITI!!!!!! NATURALMENTE SCHERZO, MA SECONDO ME C'E' QUALCOSA CHE STRUSA!!!!! MEDITATE GENTE....MEDITATE!

    Rispondi

  • Bruno

    03 Luglio @ 19.00

    Forse chi parla non ha mai percorso quel tratto di strada in bicicletta, o semplicemente non usa la bici come mezzo di spostamento. Sono state istituite isole pedonali e piste ciclabili nel resto della città, senza per questo che il commercio ne abbia risentito, producendo anzi una riqualificazione urbana molto profonda. Parlare di scarsa sicurezza nel momento in cui creo un nuovo percorso ciclo pedonale mi sembra errato e diseducativo. Seprarare il flusso ciclabile da quello viabilistico è forse l'unica soluzione per ridurre il rischio infortuni per i ciclisti.

    Rispondi

  • Flavia

    03 Luglio @ 18.52

    Sono d'accordo ! La pista ciclabile e'troppo grande e penalizza la circolazione. Il tratto di via Montebello piu' pericoloso per i ciclisti e' quello che costeggia la scuola elementare e si immette su viale Rustici (dove da un paio d'anni e' stato ripristinato il doppio senso di circolazione). Purtroppo pero' , fino ad ora non e' stato previsto alcun intervento

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

3commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

paura

Fuori da Buckingham Palace con un taser, arrestato

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse