13°

28°

Commercio

Casa: "Eliminati i box in legno, ora rimettere al centro piazza Ghiaia"

L'assessore attacca le passate amministrazioni e le associazioni dei commercianti

Casa: "Eliminati i box in legno, ora rimettere al centro piazza Ghiaia"
Ricevi gratis le news
13

L'assessore Cristiano Casa, in una lettera aperta alla città, sottolinea che l'ultima delle casette di legno di piazza della Pace è stata eliminata, "simbolo paradossale di una classe politica che non risolveva problemi ma li creava". L'assessore critica le associazioni di categoria, che a suo giudizio non hanno difeso i commercianti a suo tempo e non hanno fatto le dovute riflessioni sul problema di piazza Ghiaia e piazza della Pace. Ora, dice Casa, bisogna puntare sul rilancio della Ghiaia, su "un commercio che rimetta al centro Piazza Ghiaia". 


Ecco la lettera aperta di Casa: 

 

Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto: è stata rimossa l’ultima delle casette in legno di Piazzale della Pace, simbolo paradossale di una classe politica che non risolveva problemi, ma li creava. Oggi di questa bruttura estetica, una delle pagine più tristi di Parma, non vi è più traccia: la città e i parmigiani si sono tolti un importante sassolino grazie al lavoro concreto della giunta Pizzarotti.
Chiusa ora questa infelice vicenda mi sia concessa una denuncia: l’odissea di Piazzale della Pace è durata otto lunghi anni, anni in cui i commercianti sono stati vessati nella loro dignità di lavoratori, lasciati alla deriva dalla classe politica e dalle associazioni di categoria le quali, al contrario, avrebbero dovuto difenderli e tutelarli, affiancandoli in una battaglia civile e di diritti.
In gioco, infatti, vi era il loro futuro. Invece i commercianti di Piazza della Pace e di Piazza Ghiaia sono stati lasciati completamente soli, nella completa indifferenza della classe dirigente e alla mercé di una totale mancanza di visione politico-strategica della piazza mercatale più importante di Parma. Denunciamo tutto ciò in piena coscienza e con l’assoluta certezza di dire la verità.
Eppure erano poche le domande che allora bastava porsi: che idea si ha del futuro della Ghiaia? In che modo è possibile tutelare il commercio salvaguardando il lavoro e le necessità dei commercianti? Quali strumenti dovrà adottare la politica per rilanciare la piazza? Nessuna di queste riflessioni è stata fatta, né dalla politica, né tantomeno dalle associazioni di categoria, per nulla in grado di rappresentare gli interessi del commercio e dei commercianti. Oggi tutti i parmigiani, ed in particolare i commercianti, pagano le conseguenze di quel freno a mano tirato, di quella politica dell’inefficienza che ha rallentato e impoverito la nostra Parma.
Al contrario al nostro arrivo abbiamo fatto la cosa più semplice, naturale e concreta di questo mondo: ci siamo seduti al tavolo del confronto assieme ai commercianti. Ci siamo seduti per individuare e discutere le possibili soluzioni, più volte e per più giorni, rifiutando l’idea di un mercato in ginocchio e battendoci per restituire a Piazza della Pace la sua storica bellezza. Ma rifiutando anche l’idea di lasciare soli i boxisti, sicuramente vittime della mala-gestione. Quindi non si creda all’idea che questa Giunta non abbia valutato ogni possibile rimedio normativo per salvaguardarli: ancor prima di sgomberare le casette abbiamo cercato di individuare le strategie per tutelarli, cercando un cavillo tra i meandri normativi, fino all’ultimo articolo dell’ultima norma esistente.
Ora, chiusa un’epoca quasi decennale, e ricostituito lo splendido paesaggio di Piazza della Pace, è tempo di riorganizzarsi e ristabilire le priorità. La Giunta Pizzarotti rivuole il commercio che Parma e i parmigiani meritano; un commercio che rimetta al centro Piazza Ghiaia, la sua storia, le tradizioni del centro storico e la qualità dell’offerta che è possibile garantire a livello nazionale e internazionale. Non accettiamo più di farci rallentare da discussioni vuote e che litigano con la realtà, come spesso è avvenuto con le associazioni di categoria, ferme al bianco e nero quando il mondo oggi è a colori. I commercianti hanno dimostrato più volte di essere ben più avanti rispetto a chi dovrebbe rappresentarli, e come loro noi guardiamo avanti, perché non siamo più disponibili a parlare con chi ha il freno a mano tirato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silviococconi

    30 Luglio @ 18.05

    E cosa ne sarà dei boxisti sfrattati prima per i lavori della nuova Ghiaia (che a me piace) e poi dall'autoritario Ass. Casa ?! ... La cosa più ovvia sarebbe rimetterli in Ghiaia, magari cercando di sfruttare quanto speso per il rifacimento e quindi creando una specie di "Centro Commerciale" fra piano terra e sottoterra con una bella entrata accattivante che induca la gente ad andare anche sotto ! ... Nei Paesi europei più evoluti di noi lo fanno e Vignali voleva proprio questo (v. centro di Galway in EIRE : se accompagnate la squadra di rugby lo potrete constatare) ! Ciao Silvio

    Rispondi

  • Oberto

    30 Luglio @ 15.47

    era ora, un po' di pulizia e ordine.

    Rispondi

  • Confesercentiparma

    30 Luglio @ 15.04

    aggiorna@confesercentiparma.it

    Stupisce sempre un pò leggere un Amministratore Pubblico che dice cose del genere. C'è da augurarsi che non siano le idee del Movimento 5 Stelle ma le idee un po' confuse di una singola persona Purtroppo la pagina triste è anche questa sua lettera che denota un cattivo gusto al limite della calunnia. E' veramente paradossale che un Assessore allo sviluppo economico vada fiero di aver chiuso delle imprese. Lei le chiama brutture ma dietro a quelle brutture ci vivevano delle famiglie. Certo il progetto era sbagliato e chi lo ha fortemente voluto non erano certo le Associazioni di categoria lei però lo ha concluso nei peggiori dei modi. Ma veniamo ai fatti e non alle sue personali visioni. Il Comune di Parma da lei rappresentato ha risposto no a tutte le proposte fatte dai commercianti e dalle Associazioni. Sono state proposte: cercare nuovi posizionamenti dei box in altre aree quali: Barriera Bixio, area Ghiaia, Via Costituente, nei parchi pubblici, in altre zone a disposizione del Comune di Parma con costruzione dei box a carico dei commercianti. Risposta no. Sono stati richiesti eventuali negozi in proprietà del comune. Risposta non ne abbiamo disponibili. E' stato chiesto di farsi promotore con Progetto Ghiaia, proprietaria per molti anni futuri della Piazza, di un eventuale progetto di alcuni Box nell'area e la risposta è stata, conoscete i proprietari quindi arrangiatevi. Sono stati richiesti gli indennizzi come per gli altri boxisti usciti precedentemente, ovviamente la risposta è stata no. E anche la tanto sbandierata possibilità data agli attuali boxisti di partecipare al Bando, andato quasi deserto, per insediare imprese innovative in Via Bixio è stato voluta e richiesta dalle Associazioni perché in prima battuta anche per questa richiesta ci era sto dato un secco no. Smentisca signor Assessore ma purtroppo ci sono molti testimoni! Lei ha chiuso una pagine triste di questa città nel peggiore dei modi. Non ha nulla da rallegrarsene e da vantarsene, anzi! Ci dica, dopo due anni di Assessorato, quali sono le sue vision e le sue strategie nazionali ed internazionali sul commercio Parmigiano. Ci illumini, ci faccia vedere il mondo a colori. Il nostro è ancora in bianco e nero. Luca Vedrini Direttore Confesercenti Parma

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    30 Luglio @ 10.54

    Che le casette fossero una vergogna lo vedevano tutti ! Ma anche i grillini non è che siano stati dei fulmini di guerra : ci hanno impiegato 2 anni e passa per far pulizia. Invece per fare sporcizia con le loro politiche demenziali ci hanno impiegato molto meno. Per questo credo che Casa non abbia capito bene : non sono lui e gli altri adepti dell'ortottero a non essere disponibili a parlare "con chi ha il freno a mano tirato"; è una città che li ha bocciati 52 a 19 che non ne vuole più sapere di talebani.

    Rispondi

  • Massimo

    30 Luglio @ 10.07

    @gigiprimo, probabilmente non ne sei a conoscenza ma tutta la nuova Ghiaia , piani interrati compresi non sono gestiti dal comune. Cioe' è tutto in mano a un solo privato, affitti compresi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno