12°

25°

Parma

"Rischiammo la vita per salvare Castelguelfo"

"Rischiammo la vita per salvare Castelguelfo"
Ricevi gratis le news
0

Luca Molinari
Ricorda tutto perfettamente Claudio Paglia. Il 10 dicembre 1969 si trovava sul marciapiede davanti alla stazione di Castelguelfo quando un treno merci carico di benzina si schiantò contro un binario morto, perdendo cento tonnellate di carburante.
In quella occasione, a differenza di quanto è avvenuto in questi giorni a Viareggio, la tragedia venne evitata anche grazie all'intervento dell'allora capostazione Aidano Peveri (scomparso lo scorso anno), e di altri uomini, tra cui appunto Claudio Paglia (allora manovratore), che rischiarono la loro vita per salvare quella degli altri. Subito dopo l'incidente Peveri e la sua «squadra», dopo aver avvisato le famiglie del luogo di non compiere azioni che potessero innescare un incendio, staccarono gli ultimi otto vagoni del convoglio, rimasti intatti dopo l'urto, per poi spostarli con un carrello a quattrocento metri di distanza, in una zona in sicurezza.
Una manovra che, unita alla raccomandazioni alle famiglie, si rivelò provvidenziale per evitare che l'incidente ferroviario si trasformasse in tragedia. A distanza di 40 anni da quei fatti, Paglia, ora 69enne, ripercorre con grande precisione l'accaduto. «Era quasi l'una. - racconta - Il mio turno stava per finire e mi trovavo in stazione sul marciapiede. Ho visto il treno merci che arrivava e, anzichè fermarsi per dare la precedenza, proseguiva la sua corsa andandosi a schiantare contro un binario morto».
Nell'impatto 12 vagoni si accavallarono e alcune cisterne persero il proprio carico. «La benzina usciva in grande quantità - prosegue l'ex manovratore, ora in pensione - e così mi sono precipitato dal capostazione, per avvisarlo di quanto era accaduto».
A quel punto Peveri avvisò le famiglie che abitavano nelle vicinanze della stazione di spegnere la luce, di chiudere le condutture del gas, di non azionare motori e di non utilizzare l'acqua. «Ci siamo quindi organizzati - continua Paglia - per togliere dall'abitato le cisterne che erano ancora integre».
Un'operazione molto rischiosa. «Abbiamo fatto quello che bisognava fare - ricorda l'ex manovratore - senza pensare ai rischi che correvamo. Abbiamo collegato i vagoni ancora integri ad una carrello di manovra per poi spostarli lontano dalla zona dell'incidente, in un'area priva di abitazioni».
Il gesto compiuto dalla squadra di uomini capitanata da Peveri è stata molto rischiosa, ma Paglia non ama definirsi un eroe. «Non ho fatto nulla di eroico, - rimarca - ma soltanto il mio dovere assieme agli altri componenti della squadra».
Sul posto arrivarono poi i Vigili del fuoco, gli Agenti della Polfer ed altre persone, per rendere innocua la grande quantità di carburante perso dalle cisterne incidentate. «Siamo rimasti a dare man forte tutta la notte. - aggiunge Paglia - La situazione si era stabilizzata solo il mattino successivo. Ricordo bene che i fossi vicini erano pieni di benzina e la nostra più grande paura era che qualcuno di passaggio buttasse inavvertitamente un mozzicone di sigaretta. Per asciugare il combustibile era arrivato da Parma anche un treno di sabbia dalla Bormioli».
Quando nei giorni scorsi a Viareggio è scoppiato quel treno carico di Gpl, Paglia ha subito ripensato a quello che era accaduto il 10 dicembre del '69. «Mi è subito venuto in mente quell'incidente. - afferma - Se ci ripenso, posso soltanto dire che allora fummo molto fortunati, perchè il rischio che il carburante prendesse fuoco era davvero alto».
L'ex manovratore vive a pochi metri dalla stazione di Castelguelfo dal '61. «Abito vicinissimo ai binari - sottolinea -  e quando vedo passare alcuni treni merci, penso ai rischi che corriamo e mi torna alla mente quello che era successo quarant'anni fa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

1commento

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

1commento

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

6commenti

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

mostra

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

5commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

cosa cambia

Sabato Parma-Carpi al Tardini: ecco le modifiche alla viabilità

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

ancona

Dimentica lo zaino con un chilo di marijuana sul treno: arrestato

bari

Norman Atlantic, dopo 3 anni chiuse le indagini per 32 persone

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

verde

L’hobby del gardening conquista sempre di più

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery