16°

28°

Parma

Cambi, il futuro da imprenditore è ancora lontano

Cambi, il futuro da imprenditore è ancora lontano
Ricevi gratis le news
0

Georgia Azzali
Punterà sul suo talento  creativo, l'ex  re della Margherita. Su una nuova linea di  magliette che è un inno alla rinascita: «Freee», con tre «e», perché sia esclamazione vera.  Ma Matteo Cambi -  libero da giovedì dopo un paio di mesi di carcere e altri dieci  ai domiciliari  tra comunità   Betania  e villa di famiglia - non potrà certo ripresentarsi come imprenditore dall'oggi al domani. Lui, come la madre Simona Vecchi e il patrigno Gianluca Maruccio De Marco,  hanno patteggiato  4 anni per bancarotta fraudolenta (con un mese  di condono per i reati commessi prima del maggio 2006), ma devono far fronte  a un lungo periodo di interdizione dalle  cariche sociali.  Dieci anni durante i quali non potranno ricoprire ruoli societari. «Cambi non vuole fare l'imprenditore, potrà comunque lavorare come consulente o essere assunto come dipendente», sottolinea il suo difensore Stefano Putinati.
Un percorso segnato da  alcune tappe obbligate. Il gup,  con il  parere favorevole della procura,  ha concesso a Cambi e famiglia  la libertà, perché sono venuti meno i presupposti della misura cautelare.   Nessun pericolo di reiterazione del reato, né di inquinamento delle prove o di fuga.  Inoltre, avendo  alle spalle  un  anno di pena e avendone  ancora poco meno  di tre da scontare, la legge  concede a tutti e tre   la possibilità di essere affidati in  prova ai servizi sociali.  Dovranno passare ancora alcuni mesi prima dell'udienza davanti al Tribunale di sorveglianza di Bologna, ma la strada sarà quella. «Per quanto riguarda Cambi, in particolare, continuerà l'affidamento terapeutico al Sert e allo stesso tempo l'obiettivo è quello di trovare un lavoro»,  spiega Putinati.
Ma anche per madre e patrigno con l'affidamento in prova  dovrebbe arrivare un    nuovo impiego.   «E' un aspetto che dovremo affrontare - dice il difensore Mario Bonati - ma  prima di chiedere l'affidamento in prova dovranno passare necessariamente alcuni mesi».
A spianare la strada verso i domiciliari, prima, e  ora  alla libertà è stato anche il  maxi risarcimento che  Cambi e famiglia hanno messo a disposizione dei creditori: 21  milioni di euro  soprattutto in beni immobili.  E' questo l'accordo  tra curatela fallimentare e  creditori firmato lo scorso novembre.  Ciò significa che la gran  massa di coloro che vantavano  crediti  non  possono più pretendere nulla,  anche se il termine ultimo per insinuarsi al passivo  è il 23 dicembre prossimo.
Il buco complessivo?  Ancora non è possibile avere una cifra precisa, proprio perché la procedura non è finita, ma al  momento il passivo fallimentare è di circa 100 milioni.  E in quattro mesi ne sono stati recuperati la metà: una cifra record,  perché spesso si va avanti per 10-15 anni, arrivando a mettere insieme  ben poco se si considerano anche le spese.
Insomma, soddisfatti o  meno, la gran parte dei creditori ha firmato l'intesa e  avrà quanto concordato in tempi brevi. I 21 milioni di euro sono la stima fatta sui  beni messi a disposizione  dalla famiglia.  A parte i  Rolex di De Marco - che hanno fruttato  860mila euro - e un bilocale in strada Nuova per cui sono arrivate numerose offerte, il patrimonio di  casa Cambi andrà all'asta in autunno. E il ricavato  - crisi permettendo - potrebbe  superare  le previsioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"