17°

27°

Parma

Le pendolari del borseggio smascherate sull'autobus

Le pendolari del borseggio smascherate sull'autobus
Ricevi gratis le news
0

Pensavano di agire indisturbate, senza essere notate da nessuno mentre portavano a compimento il loro ennesimo colpo. Ma qualcuno, a bordo di quell'autobus della Tep, le stava tenendo d'occhio già da un po', e quando ha avuto la certezza che si trattasse di due borseggiatrici, ha dato l'allarme, consentendo così che le due donne venissero arrestate dagli agenti della squadra volanti della questura, guidata dal dirigente Ornella Iorio.
È accaduto mercoledì mattina su un mezzo della linea 12, protagoniste due cittadine ecuadoregne, E.C. di 43 anni ed E.A. di 46: con ogni probabilità due «pendolari» del borseggio sugli autobus, visto che - in base a quanto è stato accertato - pare che esercitassero la medesima attività anche a Bologna e in Liguria. Ma sempre attente a viaggiare con regolare biglietto: non volevano infatti rischiare che la loro attività venisse scoperta per una banale corsa non pagata. Entrambe sono state denunciate per furto aggravato in concorso, mentre la 46enne è anche stata condannata per direttissima a otto mesi di reclusione.

L'altro ieri viaggiavano sul 12, ciascuna con due borse: una con gli effetti personali, l'altra, di stoffa, completamente vuota, da utilizzare proprio per mettere a segno i borseggi. Un particolare, però, che non è sfuggito all'attenzione di alcuni passeggeri, così come non sono passati inosservati i movimenti sospetti delle due donne: a seconda di chi saliva sull'autobus, infatti, cambiavano posto, approfittando dei momenti di salita e discesa dei passeggeri per avvicinarsi ora all'uno, ora all'altro, coprendo la visuale alle altre persone con le loro borse di stoffa. Ma una donna in particolare che viaggiava sullo stesso autobus, insospettita dal comportamento delle due ecuadoregne, ha seguito tutti i loro movimenti con lo sguardo. In particolare, ha notato che una delle due straniere, dopo essersi avvicinata a una donna seduta che teneva la propria borsa appoggiata sulle gambe, ha appoggiato la borsa di stoffa sulla borsa della passeggera, in modo che questa non fosse più visibile a nessuno. A questo punto è intervenuta la complice, che si è avvicinata e in un attimo ha allungato un braccio, infilando una mano nella borsa dell'ignara vittima.

Quando ha avuto conferma dei suoi sospetti, la donna che stava osservando tutta la scena ha gridato all'autista di fermare l'autobus e di chiamare la polizia. Cosa che il conducente della Tep ha immediatamente fatto, fermando il 12 all'altezza del ponte delle Nazioni, e tenendo le porte chiuse in attesa dell'arrivo delle pattuglie della squadra volanti. Nel frattempo le due straniere, vistesi in trappola, hanno cercato di disfarsi della refurtiva, nascondendo il denaro nello scomparto fra il sedile dell'autista e la parte metallica dietro il sedile stesso. Ma anche questo gesto è stato notato da alcuni passeggeri, permettendo alla polizia, pochi minuti dopo, di recuperare 90 euro. Gli agenti della questura, sentiti i testimoni, hanno arrestato le due donne e le hanno accompagnate in borgo della Posta, dove dai controlli è emerso che entrambe avevano numerosi alias e procedimenti penali a loro carico per reati contro il patrimonio. A carico della 46enne è risultata anche la pendenza di un provvedimento di espulsione con accompagnamento coatto alla frontiera, emesso dal prefetto di Bologna nel 2007, che imponeva il divieto di rientrare in Italia per dieci anni.

Dalle borse sono spuntati una serie di biglietti dell'autobus sia di Parma, sia di Bologna (da dove hanno dichiarato di provenire) e di alcuni comuni della Liguria. A quanto pare, quindi, le straniere erano dedite al borseggio non solo nella nostra città, ma comunque erano sempre attente e utilizzare i mezzi pubblici con regolare biglietto, per non rischiare di essere pizzicate senza biglietto mentre erano dedite ai loro borseggi. Per le due ecuadoregne è scattato l'arresto: ad entrambe è stato contestato il reato di furto aggravato in concorso, mentre alla 46enne anche la violazione della normativa sugli stranieri. E se per il furto il pm Adriana Blasco ha emesso un decreto di scarcerazione per entrambe, indagandole a piede libero, la 46enne è stata invece processata ieri per direttissima perché inottemperante all'espulsione e condannata a otto mesi di reclusione, che sconterà in carcere. f.ban.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design