20°

31°

rifiuti

Folli: "Differenziata, Parma la prima a superare il 65%"

"Siamo probabilmente il primo comune capoluogo che raggiunge gli obiettivi dell'UE"

Folli: "Differenziata, Parma la prima a superare il 65%"
Ricevi gratis le news
22

L’Assessore all’Ambiente Gabriele Folli, con un comunicato, vuole illustrare i dati sulla raccolta differenziata a Parma.
In relazione a notizie fuorvianti apparse sui media che mettono in dubbio i risultati della raccolta differenziata nel Comune di Parma e la percentuale del 70% (69,8% per la precisione) raggiunta a maggio 2014, è utile chiarire che Iren produce un report che viene inviato periodicamente al sistema di monitoraggio Regionale ORSO e ad Atersir di cui anche il Comune di Parma riceve copia, dati questi che poi vengono utilizzati a fine anno per fare il report annuale emesso da ARPA che raccoglie le informazioni dei comuni di tutta la regione con gli stessi criteri uniformi.
A scanso di equivoci allego l’ultima versione inviata da Iren al Comune di Parma dove si vede la progressione della raccolta nei primi 5 mesi dell’anno messa a confronto con l’anno precedente. Interessante notare il + 10% fatto registrare in soli 5 mesi dall’inizio del 2014 e il +11,8% confrontando i primi 5 mesi del 2014 con lo stesso periodo dell’anno passato.
Nel piano finanziario predisposto da Iren, che verrà discusso in consiglio martedì prossimo, le previsioni a fine anno vedono consolidarsi una media annuale del 67,13%, rendendoci quindi probabilmente il primo tra i comuni capoluogo che raggiunge gli obiettivi di legge del 65% dettati dall’Unione Europea.
Questi sono i dati che riceviamo dal gestore. Se l’Ing. Paterlini, direttore generale di Iren Ambiente, rilascia dichiarazioni con dati difformi dai report che ci vengono inviati dai suoi collaboratori sarebbe bene che le smentisse altrimenti ci troveremmo di fronte ad un grave problema di comunicazione tra il gestore e il Comune di Parma con conseguenze e ripercussioni non prevedibili.
Tornando ai dati non interpretabili è bene far notare che già nel 2013, secondo i dati annuali ufficiali di ARPA, il Comune di Parma risulta essere il capoluogo di provincia con i migliori risultati in Emilia-Romagna per quanto riguarda il rifiuto residuo inviato a smaltimento (249 kg/ab/anno; Reggio 288 kg/ab/anno; Bologna 334 kg/ab/anno e Forli 355 kg/ab/anno per fare alcuni esempi) e che ovviamente visto che il porta a porta nel 2015 sarà a pieno regime in tutta la città, ci aspettiamo che questo dato migliori sensibilmente in maniera progressiva (già nel 2014 nelle previsioni di piano finanziario Iren si prevede un calo di 100 kg/ab/anno) facendo di Parma un esempio di assoluta eccellenza non solo a livello regionale ma guardato con interesse da tutta Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    23 Settembre @ 08.30

    L'unica differenziata seria è quella fra persone intelligenti e no: in questa giunta sono tutti nella seconda.

    Rispondi

  • andrea66

    22 Settembre @ 10.58

    Posso fare una provocazione? E chi se ne frega? e cosa ci abbiamo guadagnato? Spendere meno non se parla, rudo dappertutto (anche se è vero che questo dipende poi dalla gente più che dai politici) e tempo perso in discussioni inutili ed infinite..... anche il sistema del "pago per quanto conferisco" ha senso se davvero si fa poi un controllo su chi invece di "conferire" lancia i sacchetti dalle macchine o butta tutto nella prima discarica - abusiva - che trova .... e ho paura che sarebbero ancora più di adesso. Detto questo, resta il fatto che comunque la situazione è fuori controllo; differenziata o no qui non ci si salta fuori e le cose invece che migliorare peggiorano. Questa è l'unica cosa sicura, purtroppo.

    Rispondi

  • sabcarrera

    22 Settembre @ 10.52

    La differenziata non c'entra niente. Quello che non capiscono quelli che si lamentano con il Comune/Pizzarotii ecc. che questi, che buttano i rifiuti in giro non pagano tasse, quindi non avrebbero diritto ad avere i rifiuti raccolti. Quindi, inutile citare l'Alto Adige, la sono tedeschi, nati con un'altra testa. In altri paesi la raccolta è come a Parma, solo che chi sgarra paga .... salato e se vedete uno che butta i rifiuti in strada segnalatelo o rimproveratelo, fategli capire che è un paria.

    Rispondi

  • James Joyce

    22 Settembre @ 10.44

    Premesso che nulla giustifica gli incivili (io per primo trovo assurda questa differenziata ma mio malgrado mi ci adeguo), i numeri che Folli ed il suo capo vanno sbandierando stanno, oramai, assumendo i contorni della candid camera ai cittadini... Certo, ci credo che la percentuale di differenziata sale (a dicembre saremo al 126%, ricicleremo più rifiuti di quanti ne produciamo!!!), del resto i sacchi del rudo lasciati in giro per Parma e provincia restano lì dove sono a marcire, ed intanto noi poveri Cristi ce li dobbiamo tenere sul balcone fino a quando l'Iren non passa a raccoglierli... Se Folli, ed il suo capo, avessero anche un briciolo di quell'onestà intellettuale della quale si credono dotatissimi avrebbero il coraggio di dire che questo sistema non funziona, e magari anche di fare marcia indietro e cercare una soluzione alternativa. Ma siccome loro, a quanto pare, sono portatori di una verità esclusiva, alla faccia della condivisione coi cittadini vanno avanti per la strada intrapresa, che essendo stata intrapresa da loro è CHIARAMENTE quella giusta, ed intanto l'inceneritore affamato brucia e a breve brucerà ancora di più. Il nuovo che avanza, e le promesse elettorali da cialtroni come tutti gli altri.

    Rispondi

  • Paolo

    22 Settembre @ 10.02

    Quando è che questo incompetente se ne va??? Almeno fa un favore alla cittadinanza!! Stavano così male i cassonetti (magari faccia un giro a Bolzano dove sono in strada e sono anche carini..)? E tutto per un inceneritore che (dati alla mano!) non inquina??

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Dopo il colpo di pistola, l'aggressione con un forcone

Il caso di strada Argini Enza

Dopo il colpo di pistola, l'aggressione con un forcone

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

Casalmaggiore

Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Agricoltura

Organizzazioni divise sull'accordo commerciale col Canada

COLORNO TORRILE

Un comitato contro la fusione

Il Parma a processo

La Procura: «Pena da scontare in B»

Salsomaggiore

In vacanza a Peschici, salva un anziano in mare

Santa Maria del Taro

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

Gazzetta domani

Parma a processo, lo stillicidio delle indiscrezioni sulle richieste dell'accusa

PARMA CALCIO

Caso sms, promozione a rischio: Calaiò lascia il ritiro per partecipare al processo

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

24commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

PISA

Choc anafilattico: muore dopo la cena

VIALE ZARA

Si dà fuoco a Milano: 27enne in gravi condizioni

SPORT

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

4commenti

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery