20°

32°

Parma

Via Trento e via Tonale, un "Bronx" alla parmigiana

Via Trento e via Tonale, un "Bronx" alla parmigiana
Ricevi gratis le news
49

Parma «isola felice» e città tranquilla dove la qualità della vita è alta e la sicurezza dei cittadini è garantita? Un teorema che può forse valere in generale, ma che non vale certamente per i malcapitati residenti del tratto di via Trento dopo il sottopasso ferroviario e delle sue laterali fino almeno a via Brennero. Prigionieri in casa propria e abbandonati dalle istituzioni: è questa, in estrema sintesi, l'opinione prevalente fra di loro, costretti a combattere una «battaglia» quotidiana con spacciatori, «clienti» e «nullafacenti apparenti» che rende persino un problema semplicemente entrare nel proprio cortile con l'auto. (...)

Una zona che ormai da mesi è quasi quotidianamente alla ribalta della cronaca per episodi collegati a spaccio di droga, risse, minacce e ordinaria violenza. E che, senza tema di smentita, può essere oggi definita come il «Bronx» parmigiano. (...)

Via Tonale è una strada di poche decine di metri che fino a qualche anno fa era tranquilla. La situazione è gradualmente peggiorata, ma da quando questa laterale di via Trento è diventata «cieca» con l'apertura del cantiere per i lavori della Stu Pasubio, la situazione è diventata invivibile. A denunciare la situazione è stata con una lettera alla «Gazzetta» una giovane che abita in una casa della via. Ma è sufficiente andarci di persona per capire come le lamentele corrispondano alla realtà.
È proprio di notte che via Tonale diventa «terra di nessuno». «Con la chiusura della strada tutto è peggiorato. Di notte ci sono gli spacciatori che attendono qui i clienti e addirittura a volte saltano le recinzioni e si piazzano nei giardini. E se gli viene detto qualcosa dicono “chiama polizia”. Il fatto è che, anche se vengono, le forze dell'ordine possono al massimo fare controlli di documenti, ma il giorno dopo “quelli” - dice un residente - si ripresentano e dicono “hai visto che sono ancora qui?». Peggio ancora è andata alla figlia di un'altra signora: «Qualche sera, quando è rientrata con l'auto, si è trovata davanti al cancello un gruppo di extracomunitari che le hanno offerto della droga. Non ha avuto altra scelta che quella di andarsene e tornare più tardi quando si sono allontanati per loro scelta».

L'articolo completo di Gian Luca Zurlini, con molte altre testimonianze sulla situazione di via Trento e via Tonale, è sulla Gazzetta di Parma in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    05 Agosto @ 19.09

    Sia ben chiaro che io sono addolorato , scandalizzato , amareggiato e umiliato , come tutti gli altri lettori , dal fatto che alcune parti della mia , una volta bella, Città, sia degradata in balìa della feccia di mezzo Mondo. Non sono mai stato razzista , ma ho paura di diventarlo , e, questo, non fa piacere a me per primo. Premesso questo ho difficoltà a proporre una via d' uscita. Non la vedo. Cacciarli fuori dai confini a bastonate, come tutti (o quasi) desidereremmo, non si può. Le Leggi sono quelle che sono. Non sono la Questura di Parma, o il Comune di Parma, a farle. Le "ronde" per far che ? Quattro pensionati disarmati, solo con un telefonino , un "walkie talkie" , un giubbetto fosforescente e una torcetta elettrica , che telefonano alla Polizia , ai Carabinieri , o ai Vigili Urbani ,per dire che c' è una strada piena di gruppi d' Africani , come se non lo sapessero già . E, se , per sbaglio, ne toccano uno , rischiano d' andare in galera loro, e vengono indicati al pubblico ludibrio sui giornali e le televisioni di tutta Italia, come nel caso Bonsu. Un presidio fisso di Polizia in via Palermo ? Ma se Polizia e Carabinieri non hanno neanche il Personale per presidiare uno dei "cuori" delle Istituzioni della Repubblica , come i Tribunali e le Procure della Repubblica , dove la vigilanza è affidata a Guardie private ? Io, quando vedo 'ste robe , ho i brividi ! L' Esercito ? Ma andiamo ! Circa 3500 soldati in tutta Italia ! Ma sapete quante vie Palermo ci sono, purtroppo, in Italia ? E' soltanto l' ennesima trovata pubblicitaria del Governo ! L' Esercito non è addestrato , organizzato ed equipaggiato per svolgere attività di Ordine Pubblico. Questo è un compito della Polizia. Ma ve l' immaginate una Compagnia di Paracadutisti coi mitra spianati , a bordo dei blindati "Lince" , che mitragliano, dalle torrette girevoli, gli Africani in via Palermo ? Magari mettiamo anche un paio di "tornado" all' eroporto "Verdi" per mitragliamenti a volo radente ! Ma andiamo ! Io credo , come già ho detto, che questo "ghetto" , questo "bronx" di via Trento-via Palermo si sia formato intorno a locali pubblici e negozi, gestiti da extracomunitari , che fanno da punto d' aggregazione , da luogo d' incontro e di ritrovo, da basi operative, per bande di stranieri , molti dei quali, se pur non tutti , criminali. Ci sono un paio di bar , negozi di generi alimentari e di abbigliamento , un paio di kebaberie . C' è perfino una parrucchiera africana , che si dice faccia prezzi particolarmente convenienti , poi , quanto sia brava, non so... Ci sono poi appartamenti , spesso in cattive condizioni, che sarebbe difficile affittare , o vendere , ad Italiani, che vengono affittati o venduti a caro prezzo ad immigrati . Spacciatori di stupefacienti , prostitute e "magnaccia" non hanno problemi di soldi....Bisogna disperdere questi punti di aggregazione , bisogna reinsediare gestori parmigiani nei negozi, che attirino clientela parmigiana. Bisogna ripopolare la zona di Parmigiani , e, forse, i brutti ceffi si disperdono. Speriamo nello "STU Pasubio" , nella speranza che non si trasformi in un "bronx" anche quello, perché, altrimenti, tutta la zona nord della Città dovrebbe essere abbandonata dalla Gente e dalle famiglie per bene.

    Rispondi

  • Marco Finelli

    05 Agosto @ 12.54

    Ma basta difendere questa feccia!!! Finchè continueranno così non saranno degni neppure di respirare l'aria di questa città, ricca di storia di cultura di fraternità di arte di spirito di accoglienza e civiltà. Il nostro futuro deve essere la storia dei nostri nonni e delle nostre tradizioni, non certo un'invasione di barbari clandestini senza nulla da perdere. Certo la porta è sempre aperta per chi ha veramente bisogno come lo è sempre stata in passato ma deve rimanere chiusa per chi mina la nostra vita quella dei nostri figli ed il futuro della città!!! Adesso se volete dare contro ai parmigiani fate pure, ma sappiate che non abbiamo nulla di cui vergonarci e soprattutto siamo fieri di esserlo grazie anche ad un passato esemplare non certo come quello di certa gente che stà infamando la nostra città.

    Rispondi

  • enrico

    05 Agosto @ 11.29

    sig. Mauro passi da quei quartieri a piedi con sua moglie o sua figlia poi mi sa dire se si scandalizza per certe frasi scritte qui nei commenti... posso capire che e' un esagerazione quella della signora con il lancia fiamme ma e' capibile.... c'e' una situazione che sta peggiorando sempre piu e nessuno fa niente! sembra quasi che si aspetti la disgrazia! negli ultimi anni parma e' peggiorata parecchio... nn si parla solo di spacciatori.. ce ne sono anche di parmigiani... ma si parla di delinquenza generica... la maggior parte di quella gente e' clandestina senza un lavoro e come fanno a sopravvivere? di questo bisogna scandalizzarsi!!! Fossimo da loro a fare cosi ci rinchiuderebbero in galera buttando via la chiave! speriamo che qualcuno della giunta legga tutte queste lamentele..

    Rispondi

  • victor

    05 Agosto @ 11.07

    BuonGiorno a tutti voi,vorrei tornare sull'argomento "bronx",continuo a chiedermi il perchè queste persone che spacciano sono anche INTOLLERANTI verso chi abita nei dintorni,perchè sono arroganti e sicuri della loro impunità,cosa li rende tanto sicuri? E' vero,in Italia abbiamo leggi fatte per un popolo civile ed intelligente ma purtroppo la storia invece di migliorare và peggiorando,le colpe?..sono di tanti!!..me compreso. Volevamo essere un popolo una generazione che avrebbe dovuto aprire la strada ad essere cittadini del mondo ovunque,essere e sentirsi accettati dovunque e con chiunque.Purtroppo per noi tutti non è stato così,non abbiamo sbagliato solo noi che credevamo in un mondo migliore in un mondo dove lavorare e vivere doveva essere un diritto e non un obbligo.Tornando a quella specie di ombre che vendono morte,dico solo BASTA!..SONO STANCO di vederli in giro impuniti e non poter fare nulla;le ronde no per piacere,i militari lo stesso,ci vorrebbero molte più forze dell'ordine in giro e gente preparata.Credo e sono convinto che chi ha il potere dovrebbe lavorare meglio.

    Rispondi

  • parmense

    05 Agosto @ 10.06

    e no SINDACO E ASSESSORI il giro in via farini non costa nulla, si va tranquilli, ci sta bella gente..la stessa ben vestita e firmata che magari compra la coca dai nigeriani,...la stessa che magari vota a destra o a sinistra e poi però trova sempre dei motivi per giustificare la presenza di questa gentaglia in città...è solo unja questione politica..SE VOLESSERO CACCIARE QUESTA GENTE i mezzi ci sono eccome, ma evidentemente fanno comodo a molti...poi comunque ci sta sempre il problema di Preti no-global e COMITATI ANTIRAZZISTI pronti a dare la vita (..) per difendere spcciatori, clandestini, finti asilanti e stupratori tunisini....avanti PARMA l'isola felice ci sta solo nella testa di qualcuno, facciamo finta di nn vedere che fan comodo a molti...VIA SAFFI, PILOTTA, SAN LEONARDO, OLTRETORRENTE sono perduti...quale sarà il prossimo quartiere?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Furto in casa Gassmann: rubati anche i cimeli di papà Vittorio

Alessandro Gassmann in una foto d'archivio

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

Monchio

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

PIAZZA GHIAIA

Fotografa un gruppo di immigrati: minacciato e aggredito

VIABILITA'

Via Pontasso, riparte il cantiere del sovrappasso

Intervista

Maxx Rivara: «Gli Emotu a Deejay on stage»

FIDENZA

Da via Illica al sottopasso di via Mascagni: la mappa dei cantieri

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Collecchio

«Perché via Verdi è così trascurata?»

Corniglio

La chiesa di Graiana riaperta dopo 10 anni

IL PERSONAGGIO

Mazzadi, l'Indiana Jones della Valtaro

genova

Trovato il corpo di Mirko: originario di Monchio era l'ultimo disperso. Muore un ferito: le vittime sono 43

carabinieri

Arriva anche a Parma la droga etnica: due arresti in via Cenni

terremoti

Scossa di 2.4 nella zona di Borgotaro: avvertita da diverse persone

parma

Il minuto di silenzio in piazza Garibaldi per le vittime del crollo del ponte Video

1commento

Lago Santo

Allarme per un bimbo disperso. Ma era al rifugio con i genitori

parma calcio

Parma, mercato ricco ma poche uscite. Voci su Marchisio Video

Ma la società crociata per ora smentisce

Intervista

Gianni Mura rievoca il mondiale di Adorni

Cinquant'anni fa l'impresa di Imola. Il giornalista e scrittore sarà presente all'inaugurazione della mostra fotografica dedicata ad Adorni sabato 25 agosto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Manovra finanziaria tra equilibrismo e magia

di Marco Magnani

1commento

COMMENTO

La Freccia di Ferragosto e Parma «interconnessa»

di Francesco Bandini

3commenti

ITALIA/MONDO

Svizzera

Rifiutano la stretta di mano. Niente cittadinanza

genova

Crollo del ponte, l'ad di Autostrade Castellucci: "Mi scuso profondamente"

2commenti

SPORT

Serie A

Parte a rilento l'avventura di DAZN

Serie A

La Juve batte il Chievo, Ronaldo, 90 minuti senza gol

SOCIETA'

Pietrasanta

Struttura in legno in riva al Twiga, il capogruppo Pd chiede spiegazioni

1commento

Alopecia

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert