19°

32°

comare & co.

Il Natale made in Parma

Il Natale made in Parma
Ricevi gratis le news
6

LE NUOVE TRADIZIONI NATALIZIE MADE IN PARMA

1 - La corsa all’ultimo regalo il pomeriggio del 24 dicembre: l’ansia da prestazione correndo avanti e indietro dal ponte di Mezzo, con l’assillante paura di non essere un bravo amico, fratello, figlio, fidanzato, e con il pensiero martellante che l’anno prossimo no, non ci si ridurrà così. Finire in uno dei tanti centri commerciali da sempre disprezzati, ripetendo dentro di sé, senza nemmeno accorgersene, i versi del grande Elio: “Mi accontento di qualunque puttanata, una maniglia colorata, un portaspilli, un portafogli, un portafigli, una cagata”.
2- L’accensione dell’albero, ogni anno tragicamente più brutto, l’8 dicembre in piazza Garibaldi, come al Rockefeller Center. Ché ci porti i figlioletti per far loro respirare la magica atmosfera natalizia e ogni volta ti ritrovi a maledire le tradizioni mentre ti si congelano le dita dei piedi.
3 – La pista di pattinaggio. Sempre. Anche se il riscaldamento globale impera e ad andare sottozero, ormai, è solo la classifica del Parma, la spianata di ghiaccio ricoperta di pargoli urlanti e rotolanti non ve la risparmieranno mai.
4 – Il concerto di Capodanno in piazza. Riuscire a dribblare fino al 29 dicembre i fastidiosi interrogativi sul da farsi a San Silvestro. Essere così elegantemente snob da ritrovarsi con le sole alternative di una tombolata in famiglia e di una serata all’addiaccio a ciondolare in centro.
5 – La messa a mezzanotte la sera della vigilia. Con la gara di disdette creative last minute da parte dell’intero parentado: “Il bambino che muore di sonno”, “La colite fulminante”, “La spada nella roccia”.
6 – Le tradizioni culinarie sono intramontabili e sempre le stesse: gli anolini, il bollito, i tortelli. Gli avanzi che si ripresenteranno per giorni, fino a Capodanno, quando si ricomincerà da capo.
7 – L’aperitivo della vigilia con gli amici in centro. Fare tardi perché un brindisi tira l’altro e arrivare alla cena in famiglia un po’ trafelato e in difficoltà. Sentirsi in un film in slow motion.
8 – Il concerto di Vinicio Capossela al Fuori Orario.
9 – Alle prese coi pacchetti: perché ormai nessun negoziante ha più tempo di mettersi lì con nastrini e carta regalo. Provare pena per se stessi di fronte ai risultati.
10 – I biglietti di buone feste virtuali, i video-storia dell’anno trascorso su Facebook, gli auguri sui social network: anche i più cinici ci cascheranno.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    02 Dicembre @ 18.51

    11 - Quando il giocattolino ai bambini l' aveva portato Santa Lucia , ed il regalo di Natale consisteva nello stare tutti insieme a mangiare qualcosa di un pò più lussuoso del solito, come la carne di pollo , ai tempi in cui , per dire che uno era ricco , si diceva che mangiava pollo tutti i giorni. 12 - Quando , al pomeriggio della Vigilia , tutti i negozi abbassavano le saracinesche , e, per strada , non c' era più nessuno , perchè tutti erano in famiglia , fino all' ora della Messa di mezzanotte. 13 - Quando sull' albero si mettevano le candeline colorate , attaccate ai rami con una molletta , e bisognava stare attenti che non appiccassero il fuoco a tutto l' albero . 14 - Quando l' UPIM , all' inizio di via Mazzini , con le vetrine di latta rosse , aveva uno stanzone pieno di statuine per il Presepio , pastori , falegnami , cammellieri , legionari romani , buoi , asinelli , Giuseppe , Maria , Bambinelli , donne con fascine di legna sulle spalle. Erano di gesso . Se cadevano , si rompevano . Dove si possono trovare oggi statuine per il Presepio ? Non se ne vedono più ! 15 - Quando si sentiva il rumore della neve , che fa un leggero fruscio , quando cade , con un odore di gelo. 16 - Quando , sebbene la Città fosse saldamente comunista ,nessuno si azzardava a disturbare chi entrava ed usciva dalla Messa di mezzanotte , alla quale , qualche volta , si vedeva anche qualche comunista. 17 - Quando se qualcuno si fosse azzardato a mettere una supposta in Piazza al posto dell' Albero , si sarebbe trovato con tante pedate nel didietro da un Sindaco Partigiano , che starebbe ancora correndo adesso.

    Rispondi

    • annamaria

      03 Dicembre @ 00.52

      Bello, bello, condivido. Buon vecchio Natale.

      Rispondi

  • Margherita

    02 Dicembre @ 13.28

    L'articolo è tristemente scherzoso perchè impietosamente mette alla berlina ciò a cui si è ridotto il Natale: da annuncio di buona novella e rivoluzione d'amore a luccicante ma vuoto contenitore del NULLA , specchio dei tempi e dei cervelli contemporanei.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    02 Dicembre @ 12.26

    SCUSATE SE SONO SFACCIATO : non si potrebbe togliere la supposta in fotografia ? Quest' anno mi sembra , per fortuna , che ci sia un abete .

    Rispondi

    • 02 Dicembre @ 12.27

      E' un articolo scherzoso su cui abbiamo inserito l'immagine di un Natale un po' particolare. L'albero nuovo, arrivato proprio oggi, è in Mediagallery

      Rispondi

      • paolo

        03 Dicembre @ 13.57

        Mediagallery?

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen

CINEMA

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen Video

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia

PGN

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

1commento

Berceto

Sciacalli a Valbona, rubate le pietre del «Castello»

PARMA

Lavori in tangenziale nord: code e rallentamenti in zona aeroporto

INCENERITORE

Al coro dei «no» si unisce Franco Maria Ricci

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

DAL RITIRO

Rigoni raggiunge la squadra. Fermo Iacoponi, Scozzarella si allena a parte Video

Anche Carra e Faggiano dai giocatori a Prato allo Stelvio

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

Università

Reggio, ritardi al test di Psicologia

Il caso

Sale e grassi: l'Onu dichiara "guerra" al Parmigiano. Poi la marcia indietro: "Solo una dichiarazione politica"

24commenti

parma

Portata con l'inganno in Italia e costretta a prostituirsi: minorenne salvata dai vigili

2commenti

12 tg parma

Migranti, la nuova mappa dell'accoglienza Video

PARMA

"Sì al divertimento sicuro": l'alcoltest davanti a locali e ingressi di feste Video

Ecco il calendario delle uscite dal 20 luglio in poi

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

4commenti

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MILANO

Kabobo in carcere lavora e studia l'italiano

1commento

GRAN BRETAGNA

Spia russa avvelenata: identificati i responsabili, coinvolti diversi russi

SPORT

ciclismo

Tour: Thomas vince l'11ª tappa ed è la nuova maglia gialla

EDITORIALE

Va in scena «Il processo» di Kafka

SOCIETA'

curiosità

Spopola sul web il primo robot in cerca di un'anima

VERONA

Grave tamponamento in A4: ferite due donne, indagato l'attore Marco Paolini

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani