13°

28°

Parma

Con la Gazzetta la storia della «volpe del deserto»

Con la Gazzetta la storia della «volpe del deserto»
Ricevi gratis le news
1

Abile nel corpo e nella mente, lo chiamavano «la volpe del deserto».
Erwin Rommel, generale tedesco, fu comandante dell’Afrika Korps durante la seconda guerra mondiale. A lui è dedicato il secondo volume della collana storiografica «Le grandi battaglie della Seconda guerra mondiale», in edicola sabato prossimo con la Gazzetta a 9 euro e 99 centesimi. Il personaggio è accattivante. Rommel venne nominato personalmente da Hitler capo delle truppe tedesche in Africa. Ma, come capita, anche i migliori cedono. A volte. E l’offensiva italo-tedesca finì per esaurirsi a due passi dalla piccola stazione ferroviaria di El Alamein, a un centinaio di chilometri dal Cairo.

 La campagna di El Alamein segnò il punto di svolta per le fortune degli Alleati, in particolare della Gran Bretagna. Tra il luglio e il novembre del 1942 furono combattute a El Alamein tre battaglie distinte, il cui obiettivo era quello di arrestare l’avanzata di Rommel verso il canale di Suez. L’ultimo appuntamento bellico vide l’incessante bombardamento delle posizioni dell’Asse che Hitler aveva ordinato di tenere a tutti i costi. Gli Alleati scardinarono le difese nemiche e Rommel fu costretto alla preparazione, con l'aiuto della flotta italiana, di un attacco in forze verso l'isola di Malta. Tuttavia i brillanti successi della «volpe del deserto» indussero Hitler a convincere Mussolini a rimandare l'assalto a Malta e a concentrarsi sull'offensiva verso l'Egitto e il canale di Suez.
Era il 1942, fine di giugno. Le forze del generale britannico Auchinleck erano state ricacciate in Egitto con ingenti perdite di uomini e materiali. La possibilità di sconfitta era concreta. Nella Panzerarmee Afrika di Rommel dominava l’ottimismo, l’odore di vittoria era tangibile. Valutazioni sbagliate. La prima battaglia di El Alamein venne persa da Rommel. Fu in quest’occasione che la divisione corazzata italiana «Ariete» diede prova di grande coraggio meritando la stima del feldmaresciallo e degli stessi avversari. I britannici erano più vicini ai punti di rifornimento e disponevano di truppe fresche.

Il comandante tedesco tentò invano di penetrare le linee nemiche nella battaglia di Alam Halfa, ma venne fermato definitivamente dal nuovo capo inglese, Bernard Montgomery. Nonostante le difficoltà, accorse una seconda battaglia. La seconda di El Alamein. L’obiettivo era uno: costringere le truppe al ritiro. Le pressioni di Hitler e Mussolini servirono a poco, gli uomini di Rommel non riuscirono a resistere e combattere fino a quando entrarono in Tunisia. E' qui che il generale tedesco affrontò prima le truppe americane nella battaglia del passo di Kasserine, l’esito fu incerto. Poi provò ancora una volta a fronteggiare le forze britanniche sul vecchio confine difensivo francese della linea del Mareth. Così facendo, Rommel riuscì solo a posticipare l’inevitabile. Abbandonò l’Africa dopo essersi ammalato. I suoi uomini dopo alcuni mesi dovettero arrendersi per l’impossibilità di ricevere rifornimenti e rinforzi attraverso il canale di Sicilia, ormai sotto lo stretto controllo degli Alleati.
Si concluse così, nella disfatta, uno dei più grandi conflitti della storia. Frutto di previsioni troppo ottimistiche, fallimentari nella loro convinzione. R.M.
 

 

 54 volumi
 L'opera
Fatti e retroscena  dell’evento bellico più logorante di tutti i tempi arrivano in edicola. Raccontati con rigore quasi scientifico ne «Le grandi battaglie della seconda guerra mondiale», un’opera storiografica composta da 54 volumi monografici in vendita con la Gazzetta di Parma.
 «Rommel sconfitto» è il titolo del secondo volume, in edicola sabato prossimo a 9 euro e 99 centesimi. Le successive uscite sono previste ogni sabato, allo stesso prezzo. I tre conflitti di El Alamein , sono rivissuti con particolare attenzione al dettaglio. Le origini del conflitto, la cronologia, i comandanti avversari, gli schieramenti, i piani.


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • borelli

    01 Febbraio @ 16.27

    Ho letto "La sconfitta di Rommel"e devo ammettere che è abbastanza obiettivo e preciso,anche se,come al solito,agli Italiani è riservata una parte del tutto marginale.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

PARMA

Gervinho non VI ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno