21°

30°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Collecchio: indimenticabile notte rosa

FESTE PGN

Collecchio: indimenticabile notte rosa Foto

La Top5 delle donne del  Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

L'INDISCRETO

La Top5 delle donne del Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

Notiziepiùlette

La ricetta della domenica - Riso all'ortolana

Riso all'ortolana

LA PEPPA

La ricetta  - Riso all'ortolana

giudizio positivo

Legambiente: differenziata ok. Però...

Legambiente: differenziata ok.  Però...
Ricevi le news
13

Giudizio positivo di Legambiente sulla raccolta differenziata a Parma. Ma - dice il comunicato - sono necessari miglioramenti nell'organizzazione. Ecco il documento:

Il 67% di raccolta differenziata raggiunto nel 2014 a Parma è un risultato lusinghiero. Legambiente dice Grazie ai parmigiani, perché non è stato facile. Sappiamo che il cambiamento è stato, ed è, impegnativo: separare i rifiuti in 5 tipologie e tenerli da parte in attesa del giorno di esposizione comporta un cambio di abitudini e qualche disagio da affrontare.
Però è importante farlo perché in questo modo contribuiamo a rendere migliore il futuro: meno inquinato e con più recupero di risorse.
Nel complesso diamo un giudizio positivo della raccolta differenziata domiciliare spinta introdotta a Parma dall'Amministrazione Comunale. Il nostro giudizio contempla la valutazione di due fattori: da un lato, molto bene, la volontà politica e la coerenza e la pervicacia nel perseguire questa innovazione (già attuata nei comuni parmensi e in via di decollo in molte parti d'Italia); dall'altro, a contraltare, il deficit organizzativo del sistema. Ci sono molti appunti su cui ci si potrebbe dilungare ma, a testimoniare che le cose siano stati difficili, bastano le 100.000 telefonate in un anno al call center di Iren. Un po' troppe.
Sommando i due fattori ne esce comunque un giudizio positivo da parte nostra.
Sulla raccolta differenziata domiciliare abbiamo un'interlocuzione dialettica continua con l'Amministrazione Comunale, di supporto e di critica. Ad esempio abbiamo da subito offerto l'apporto concreto delle Guardie Ecologiche, per la vigilanza e i controlli. Purtroppo constatiamo di essere rimasti soli, rispetto al fronte composito e scomposto che per diversi anni si è battuto sul tema rifiuti, a difendere e “parlare bene” della RD.
Proprio perché difendiamo la RD ci permettiamo di avanzare critiche costruttive poiché il timore che abbiamo, e che si è accresciuto nell'ultimo anno, è di un rigetto verso la RD da parte dei parmigiani, a causa dei disagi e del degrado nelle strade. La RD è uno dei pochi comportamenti quotidiani ambientali che è sempre stata vissuta favorevolmente. Se dovesse mutare il “sentimento”, sarebbe deprecabile.
Nei fatti, queste sono le sei osservazioni che abbiamo avanzato in un recente incontro con Comune ed Iren:
1) istituire una "cabina di regia" tra Comune, Iren e cooperative sociali per la gestione della raccolta differenziata, che sia identificabile chiaramente dal cittadino con unico numero telefonico e unico sportello al pubblico.
2) incontri aperti, ogni 2 mesi, della commissione consiliare ambiente dedicati esclusivamente al tema rifiuti, per valutazioni dell'operato. In alternativa istituire un organismo di supervisione con gli stakeholder.

3) una revisione del sistema di raccolta in centro storico con la valutazione, tra le varie possibilità (cambio orari e sistemi di raccolta) anche dell'inserimento di cassonetti per il residuo ad apertura personalizzata con tessera magnetica o altri sistemi. Inserimento da considerare strettamente sperimentale. Da evitare i cassonetti interrati. 

4) fare una comunicazione positiva della tariffa puntuale. L'idea di un numero di svuotamenti minimi del residuo (bidone grigio o sacco con microchip) sta inducendo una sensazione di "paura" tra i cittadini, con il rischio di aumento dell'abbandono rifiuti. Siamo convinti che il sistema non darà adito a problemi ma va spiegato bene.

5) affrontare il problema degli “affitti in nero” che, tra le altre cose, producono spazzatura non regimentabile. Secondo stime di Iren questo problema riguarda circa 10.000 persone.

6) intervenire prontamente per tenere pulite le strade di accesso alla città, sanzionando i proprietari di terreni privati se occorre, e accordandosi con Anas per intervenire costantemente sulle tangenziali.

Infine un rapido resoconto dell'attività svolta dalle Gela (guardie ecologiche volontarie di legambiente) nella vigilanza sui rifiuti a Parma:

Numero ore attività svolte
408,5
Numero servizi effettuati
42
Numero chilometri percorsi
940
Numero Guardie che hanno svolto l’attività
24
Numero segnalazioni effettuate
44
Numero sanzioni comminate
5 + 28 in itinere

 

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vitto

    17 Gennaio @ 17.20

    l'eliminazione dei cassonetti stradali di carta , vetro e plastica (che si potevano lasciare) ha prodotto un continuo via vai di furgoncini con costi esorbitanti e se vogliamo anche maggior inquinamento e consumo di carburante, a mio modestissimo avviso la raccolta dell'umido e dell'indifferenziato andrebbero potenziate,mentre per plastica ,carta e vetro (che non puzzano) tornerei ai cassonetti come in tutti i paesi occidentali,con evidente risparmio in tutti i sensi....

    Rispondi

  • Paul

    17 Gennaio @ 15.59

    Come al solito Legambiente vive nel suo mondo fatato.............. è tornato Pecoraro Scanio ?

    Rispondi

    • SILENZIOSO

      17 Gennaio @ 18.06

      Lega Ambiente deve aver gestito il sondaggio. Infatti percentuali sopra il 90% erano tipiche dei paesi balcanici. Loro però ancora non si sono accorti che nemmeno più in Bulgaria si raggiungono queste quote. L'ideologia rende ciechi.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Gennaio @ 13.50

    LA FOTOGRAFIA PUBBLICATA SUL TITOLO dice , meglio di ogni parola , quanto sia "OK" !

    Rispondi

    • SILENZIOSO

      17 Gennaio @ 18.07

      Constatazione esemplare.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Gennaio @ 13.48

    PUNTO 3 : una revisione del sistema di raccolta in centro storico con la valutazione, tra le varie possibilità (cambio orari e sistemi di raccolta) anche dell'inserimento di CASSONETTI PER IL RESIDUO AD APERTURA PERSONALIZZATA CON TESSERA MAGNETICA O ALTRI SISTEMI ( ISOLE ECOLOGICHE n.d.r.) . Inserimento da considerare strettamente sperimentale. Da evitare i cassonetti interrati. ( Non si capisce perchè , visto che ci sono dappertutto ) -- resoconto dell'attività svolta dalle Gela (guardie ecologiche volontarie di legambiente) nella vigilanza sui rifiuti a Parma: numero sanzioni comminate 5 + 28 in itinere . Numeri irrilevanti in una città ridotta a letamaio---affrontare il problema degli “affitti in nero” che, tra le altre cose, producono spazzatura non regimentabile. Secondo stime di Iren questo problema riguarda circa 10.000 persone ( dal Libro delle Favole).

    Rispondi

    • SILENZIOSO

      17 Gennaio @ 18.09

      Meraviglioso quel "Numero chilometri percorsi : 940". C'è anche il dato delle calorie consumate ?

      Rispondi

Lealtrenotizie

Spara alla moglie e si getta nel vuoto

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

CALCIO

Caso sms, domani il processo: secondo indiscrezioni sarà chiesta una dura sanzione per il Parma

Anche per il Chievo è a rischio la serie A

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via da lunedì 16 al 30 luglio

1commento

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SAN SECONDO

Auto si schianta contro una casa a Castell'Aicardi: un ferito, ingenti danni Foto

In seguito all'impatto è stato rotto anche un tubo del gas

Emporio solidale

Al Montanara sta per rinascere il supermercato della dignità

COLORNO

Ponte sul Po, la proposta: «Gratis i treni e i bus per i pendolari»

Lo chiedono i Comitati ambientalisti per il periodo che va dal 1° settembre alla fine dei lavori

PARMA

Maniaco in scooter in via Burla

MONTAGNA

Grandine, allagamenti, vento forte: danni e paura in Appennino Foto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ceta, quando il meglio è nemico del bene

di Paolo Ferrandi

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

IL PIU' GRAVE SULLA A1

Drammatico weekend sulle strade italiane, 9 morti in incidenti

NELLA NOTTE

Cinque colpi di pistola contro la casa di un giornalista a Padova

SPORT

RUSSIA 2018

Da Messi a Lewandowski: la "flop 11" del Mondiale

calcio

Ronaldo è arrivato: eccolo appena sbarcato a Caselle Video

SOCIETA'

BLOG

"Il bugiardino dei libri" di Marilù Oliva - "Cetti Curfino"

PONTREMOLI

Villa Dosi Delfini: visite guidate in estate

MOTORI

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery

IL TEST

Nuovo Jeep Wrangler: come cambia in 5 mosse Foto