17°

29°

Parma

L'Arma «obbedisce» al Tar: Garofano torna al comando del Ris

L'Arma «obbedisce» al Tar: Garofano torna al comando del Ris
Ricevi gratis le news
0
Il Comando generale - almeno per ora - si è dovuto arrendere. Dopo il doppio «richiamo» del Tar di  Parma, ha reintegrato Luciano Garofano alla guida del Ris. Da lunedì scorso, dopo la notifica da parte dell'Arma, il colonnello è tornato a comandare il reparto di investigazioni scientifiche di Palazzo Ducale.
Una scelta obbligata dopo l'ordinanza del Tar dell'8 settembre, in cui i giudici avevano di fatto dato l'ultimatum  ai vertici dell'Arma: in attesa della decisione del Consiglio di Stato, Garofano, 56 anni, doveva tornare al comando del Ris, pena la nomina da parte del tribunale di  un commissario ad acta che facesse rispettare d'imperio  la decisione.
Era stata la scelta di lanciarsi in politica a far scattare la controffensiva da parte dell'Arma. Dopo la decisione da parte di Garofano di candidarsi alle Europee  con l'Mpa di Lombardo,  il 1° giugno scorso il Comando generale gli aveva notificato l'immediato trasferimento a Roma.  Un provvedimento basato sulla legge 121 del 1981 che impedisce agli appartenenti alle forze di polizia di prestare servizio nell'ambito della circoscrizione nella quale si sono presentati come candidati alle elezioni per tre anni dalla data delle consultazioni. Spostato nella capitale, senza un incarico preciso, in attesa del quale era a disposizione del Comando. Una decisione contro cui, però, Garofano aveva fatto subito ricorso. E il Tar, il 23 giugno scorso, aveva sospeso l'efficacia del provvedimento. La norma su cui si basava la decisione di trasferire l'ufficiale  concerne le elezioni amministrative e politiche, non le europee, avevano infatti sottolineato gli avvocati di Garofano, Daniele Carra e Paolo Piva  nel ricorso. 
 Poi, il Comando generale dei carabinieri aveva impugnato l'ordinanza al Consiglio di Stato, non chiedendo tuttavia la sospensione del provvedimento che bloccava il trasferimento, che a tutti gli effetti restava  dunque valido. Insomma, il colonnello  avrebbe dovuto tornare già da fine giugno al comando del Ris, guidato nel frattempo dal vice di Garofano,  Marco Pizzamiglio.  
Ma così non è stato, perché non è arrivato alcun atto che  sancisse  ufficialmente il ritorno dell'ufficiale  al suo posto. Tanto che il Tar ha dovuto pronunciare una nuova ordinanza. E Garofano è tornato dove era stato per 14 anni. Da parte sua, nessun commento. Almeno fino al 6 ottobre, quando sul trasferimento della discordia si pronuncerà il Consiglio di Stato.G. Az. 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Colpo nella notte al Mercatone uno di via Mantova

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

1commento

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

1commento

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

CALCIO

I calciatori del Parma in municipio. Domani arriva Lizhang Video

Il ds Faggiano: "I big? Solo se hanno voglia"

GAZZAREPORTER

Auto in fiamme: l'intervento in viale Vittoria Video

Ecco un video sull'emergenza di ieri pomeriggio

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

PARMA

Anziana truffata da un finto addetto Iren in via Furlotti Video

E' intervenuta la polizia: ecco la notizia del 12 TgParma

OLTRETORRENTE

Premio da 10mila euro con un "gratta e vinci" in via D'Azeglio

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

1commento

MALTRATTAMENTI

Insulta, picchia e minaccia la compagna con un'accetta: condannato

Arbitri

Clara e Alberto, due generazioni con il fischietto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Investita del treno: gamba aputata ad una donna. Indaga la Polfer

OMICIDIO-SUICIDIO

Calciatore sequestra l'ex a Prato, la uccide e si suicida.

SPORT

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

CICLISMO

Giro d'Italia: trionfo di Froome, a Roma in maglia rosa

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional