18°

28°

Parma

Il questore Gallo: "Combattere l'insicurezza"

Ricevi gratis le news
0

di Anna Maria Ferrari

Va subito al cuore del problema: la questione sicurezza nelle piccole città padane. A quarantott’ore dal «Security Day», due giorni dopo l’appello bipartisan lanciato dai 16 primi cittadini guidati dal nostro sindaco Vignali, Gennaro Gallo, il nuovo questore di Parma che proprio oggi debutta a Palazzo Rangoni, riconosce che il problema esiste, eccome, e lo affronta così: «Bisogna incidere sulla percezione di insicurezza ormai insita nella gente delle città del Nord e lavorare con impegno perché la percezione di insicurezza, che purtroppo non è solo percezione, si trasformi nel contrario: in percezione di sicurezza». Pesante afflusso di immigrati, troppi clandestini, prostituzione incontrollata: «Problemi comuni a Parma, Reggio, Modena, Bologna, Brescia, a tutte le città del Nord che hanno subito un enorme afflusso di immigrati. L’impegno è quello di lavorare su questi fronti aperti. Lavorare per la città». Anche se le leggi non aiutano le forze dell’ordine - come ha denunciato Gallo nel suo commiato a Reggio, città dove è stato prima vicario e poi questore -, visto che gli autori dei reati troppo spesso tornano in libertà poche ore dopo l’arresto, lasciando un senso di amarezza e di inutilità negli uomini in divisa. Eppure il nuovo questore di Parma sa bene i passi da compiere.

Certo, leggi più severe. Ma anche massima collaborazione tra le forze dell’ordine, e - importante - «fare sì che la città sia sempre più vissuta». Un concetto fondamentale per il nuovo questore. E Gallo lo getta sul tappeto, pensando sia a Reggio che a Parma: «A Reggio attualmente c’è un grande dibattito tra gli amministratori per capire come impostare positivamente la vivibilità del centro storico. Un centro che negli ultimi anni è diventato più deserto, terreno di stranieri che facilmente possono compiere reati. Io credo che sia necessario mantenere il centro storico delle nostre città vivo e affollato di famiglie e di giovani. Solo affiancando gli sforzi - da un lato il lavoro delle forze dell’ordine all’insegna della massima collaborazione, dall’altro delle amministrazioni per mantenere i centri “vissuti” - si può davvero trasformare la percezione di insicurezza in sicurezza». Conosce benissimo Parma. Perché alla stazione di piazzale Dalla Chiesa è sceso nel 1975, al suo primo gradino di carriera: vicecommissario in prova. La sua è stata una scalata: capo della Squadra mobile, capo di gabinetto, primo dirigente, così fino al ’96. Poi il volo verso altri lidi: vicequestore vicario prima a Sondrio, poi all’Ufficio ispettivo di Bologna; vicario a Reggio, periodo alla scuola interforze di Roma, questore a Reggio e ora il grande ritorno con il massimo incarico.

Ancora a Parma, che è la città dove si è sposato e dove attualmente vive con la moglie e due figli. Da capo della nostra Squadra mobile, ha guidato le indagini sul tragico sequestro di Anna Silocchi (28 luglio 1989), identificando la banda del primo rapimento «misto», cioè messo a segno da una gang di sardi intrecciata a un gruppo di terroristi eversivi dell’estrema sinistra: lui e i «suoi» uomini, durante un’intercettazione telefonica, ebbero la geniale intuizione di collegare la voce di un anonimo interlocutore della latitante Rose Ann Scrocco a quella del telefonista dei sequestratori. Fu la svolta che portò gli investigatori sulla pista giusta, quella del gruppo anarchico intrecciato all’Anonima sarda. A Parma, dice, ritorna volentieri: «È cambiata tanto in questi 12 anni, è sempre più bella e internazionale». Pacato, modi sobri e equilibrati, ha la fama di essere un gran lavoratore, uno Stakanov che non si fermerebbe mai, che non guarda gli orari ma gli obiettivi da raggiungere. Eppure è amato, i «suoi» uomini lo stanno aspettando con fiducia: «Questo mi fa piacere - ammette - perché vuol dire che dal momento che mi conoscono e sanno che sono abituato a lavorare, vuol dire che anche loro sono determinati in tal senso». Preferisce non anticipare che tipo di questore sarà, rimanda al suo primo incontro con la stampa parmigiana: «L’ho detto anche nel salutare gli amici di Reggio Emilia: l’unica cosa che io personalmente mi sento di offrire come questore di Parma è il massimo impegno per la tranquillità della cittadinanza. E spero che a me si associ tutto il personale della questura, in particolare i funzionari».

Sa bene che mancano uomini, macchine, uffici: «Ma ho notizia del progetto della nuova questura. Mi auguro che i tempi siano abbastanza brevi. Con l’intervento del prefetto che è arrivato da poco, il dottor Scarpis, che io conosco come persona molto seria e capace di raggiungere risultati, con l’aiuto delle Amministrazioni comunale e provinciale e dei parlamentari, mi auguro che si possano iniziare presto i lavori e concluderli in tempi stretti». Parola del nuovo questore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design