19°

focus

Scec, chi li ha visti?

Il progetto non decolla e la giunta ritira il contributo. Calo dei volontari e clima teso col Comune. «Ma si può ripartire»

Scec, chi li ha visti?
Ricevi gratis le news
9

L'Arcipelago (Scec)? Terra di naufraghi, al momento. Poche settimane fa le garitte-vetrina sono state riportate alla loro funzione originaria, il Comune ha appena revocato per mancato utilizzo il (pluri-criticato) contributo da 10mila euro, e quella che solo due anni fa doveva essere la rivoluzionaria «moneta» locale (trattasi in realtà di buoni sconto da mettere in circolo virtuoso) compare in ben pochi portafogli parmigiani.
Stando ai numeri, l'associazione conta ad oggi 340 iscritti e 52 accettatori di Scec: dall'imbianchino alla band, dalla gelateria alle lezioni private. Ma il circuito più che virtuoso sembra essere corto, quasi invisibile. All'apparenza manca, in particolare, la possibilità della spesa quotidiana (o quasi): i generi alimentari, l'abbigliamento, certi servizi. Ossia ciò che potrebbe garantire una circolazione continua degli sconti, e non solo un'esperienza spot da «estimatori».
«Come la definiamo? Una situazione di stand-by - commenta amaro Claudio Cerchiaro, referente del progetto -. O in attesa di verifica politica». Politica non a caso: perché tra Arcipelago e Comune l'aria che tira non è esattamente quella dell'iniziale idillio. «Subito sembrava che non potessero fare a meno degli Scec, poi non c'è stato più interesse - sottolinea Cerchiaro -. Cos'hanno fatto il sindaco, l'assessore Casa e quello al Welfare, con cui siamo andati a parlare? E sa da quanto non sento il consigliere di riferimento, Mirco Zioni? Almeno due mesi».
Fa anche una parte di autocritica, Cerchiaro: «Eravamo un gruppo nutrito, le prospettive erano buone, poi sono venute a mancare forze. Purtroppo siamo volontari, e queste cose si fanno nel tempo libero: così ad esempio non abbiamo potuto sfruttare l'opportunità delle garitte. Ed è mancato anche uno spirito propositivo: gli Scec circolano se chi li accetta li promuove. In più, l'Arcipelago regionale non aveva abbastanza mezzi per sostenerci: è vero che il Comune ci ha concesso 10 mila euro, ma era un finanziamento al 50 percento, di cui noi dovevamo anticipare la spesa per intero. Sulla carta è tutto pronto, dai volantini alle iniziative possibili, ma a noi sono mancate le risorse». Persi i 10mila euro, restano invece, come da delibera, le concessioni di permessi per l'ingresso in centro e posteggi gratuiti in occasioni di mercati e fiere.
«Però io non mi sento troppo responsabile se il progetto non è decollato... Il Comune lo ha abbandonato. Perchè, se no, non mettere la partecipazione agli Scec nel bando per le nuove attività in Oltretorrente? Se credi nel progetto dev'essere automatico». «Non è così - risponde a distanza il consigliere 5 Stelle Zioni - Un patrocinino da 10 mila euro e le garitte mica li abbiamo concessi a tutti. Più di così cosa potevamo fare?». Il punto, secondo Zioni, è che «Arcipelago Scec avrebbe dovuto metterci del suo: non abbiamo mai ricevuto proposte per iniziative o per partecipare a ciò che organizziamo. Poi capisco che sia un lavoro duro di volontariato, e anche che i commercianti parmigiani siano un po' così. Ma ci sono isole felici tra chi ha aderito. E io continuo a credere nel futuro del progetto: a livello nazionale funziona bene. Forse qui serve un approccio più “marketing”. Intanto, se organizzeremo ad esempio un mercato del riuso saranno i primi ad essere chiamati. Ma senza favoritismi. L'obiettivo è sempre stato quello di non legarli a un movimento politico. E' il progetto in sè ad essere di pregio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    03 Marzo @ 12.38

    Quando lessi di questa iniziativa, iniziai a ridere............e lo sto facendo ancora!!! Fu riclicata, e fatta passare per nuova e originale, una vecchia idea nata al sud ( a Napoli, per la precisione) . L'idea ebbe origine nel "lontano" 2009. Leggete, leggete : http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2009/03/17/buoni-acquisto-a-napoli-si-inventano-gli-scec/

    Rispondi

  • gherlan

    03 Marzo @ 10.32

    "Cos'hanno fatto il sindaco, l'assessore Casa e quello al Welfare, con cui siamo andati a parlare?" Niente, ed è bene così. Hanno capito che il grillismo fanatico non paga, e sono ridiscesi sulla Terra. Almeno hanno risparmiato diecimila euro...

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    03 Marzo @ 10.03

    Qualcuno ha già dimenticato che gli SCEC erano un cavallo di battaglia dei grillini ? L'arma per smontare l'euro e uscire dalla crisi ? Benedetti dalla pletora di economisti di riferimento del M5S ? Memoria corta....Manenti avrà spedito un bonifico in SCEC ?

    Rispondi

  • federicot

    03 Marzo @ 07.28

    federicot

    meno male che non hanno preso piede....sarebbero la mazzata definitiva per i commercianti.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    03 Marzo @ 03.37

    la rivolta di atlante

    PIÙ CHE SCEC ERANO DA SCIOC... INIZIATIVE INUTILI VOLTE SOLO A PAPPARSI IL CONTRIBUTO PUBBLICO, BEN FATTO DAL COMUNE IL RITIRO DI SOLDI E ENERGIE, ADESSO INDIETRO ANCHE PERMESSI ZTL COSÌ SI SMONTA OGNI POLEMICA E SI FA CAPIRE CHE I VOLI A PARMA DURANO POCO. COME UN AEROPORTO SENZA PASSEGGERI. CONCRETEZZA E RAZIONALITÀ.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Franco Battiato: "La salute? Il peggio è passato"

musica

Franco Battiato: "La salute? Il peggio è passato"

Speciale vinili: mandate le foto della vostra collezione

PGN

Speciale vinili: mandate le foto della vostra collezione  Gallery

Acquolina: quelli che  si incontrano  in via D'Azeglio - Fotogallery

feste pgn

Acquolina: quelli che si incontrano in via D'Azeglio Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Emmanuelle, e l'Italia scoprì lo scandalo

C'ERA UNA VOLTA

Emmanuelle: e l'Italia scoprì lo scandalo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Riccardo Bertoli: il dolore dei commercianti e degli amici

Il ricordo

Riccardo Bertoli: il dolore dei commercianti e degli amici

Raid

«La Doria», arrivano i ladri ma gli operai li scoprono

MOBILITÀ

Auto in centro: sì o no? Comune vs. comitato

WEEKEND

I tesori di "I like Parma", escursioni e teatro (anche) Impertinente: l'agenda

Prima al Regio

Rosina rende il «Barbiere»... di qualità

PELLEGRINO

Il sindaco Pedrazzi indagato per abuso d'ufficio

SALSO

Sicurezza, sono arrivate quattro nuove telecamere

BORGOTARO

Terremoto con un cupo boato

CARABINIERI

Busseto, i ladri tornano nella casa già svaligiata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

il caso

Zerbilli, il carabiniere fidentino che ha fermato il bus guidato da Sy: "Ho avuto paura" Foto

PARMA

Lutto in Oltretorrente: è morto Riccardo Bertoli, titolare della Cafetteria Ducale di via Bixio

Bertoli avrebbe compiuto 44 anni in aprile

Teatro Regio

Ecco chi c'era alla prima del "Barbiere di Siviglia" Fotogallery

il fatto del giorno

Aprire il centro storico alle auto? Opinioni a confronto sulle Ztl Video

12 tg parma

La chat erotica finisce in tentata estorsione: vittime diversi parmigiani Video

AUTOSTRADE

Lavori conclusi: il casello di Parma riapre domani 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

È iniziata la crisi di social e influencer?

di Patrizia Ginepri

VELLUTO ROSSO

Il "Barbiere", un Amleto "take away" e proposte "impertinenti" Video

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

Migranti

Mare Jonio, indagato anche Casarini

2commenti

SALUTE

Allarme fecondazione eterologa, a rischio dal 29 aprile

SPORT

calcio

Viareggio Cup, Parma - Fiorentina 4-1: i crociati agguantano la semifinale

televisione

Calcio, accordo Fifa-Sky: in diretta tutto il Mondiale Under 20

SOCIETA'

IL DISCO

La casa degli Animals Video

IL CINEFILO

"Ricordi?" a Parma: Luca Marinelli riceverà il Premio Schiaretti

MOTORI

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)