10°

24°

Parma

Domande parmigiane: ma ci stiamo preoccupando anche di chi la compra?

Ricevi gratis le news
6

Gabriele Balestrazzi

Gazzettadiparma.it, così come la Gazzetta oggi in edicola e praticamente tutti gli organi di informazione di Parma, sta dedicando ampio spazio alla questione-spaccio in San Leonardo.

I nostri lettori stanno dicendo in gran numero che Parma non può tollerare che una via, o addirittura una fetta di quartiere, sia nelle mani degli spacciatori, quasi che in quella zona la legge non esista o non ci sia modo di applicarla.

Ma intanto, da cronista parmigiano, vorrei porre anche un'altra domanda, su una questione che in 30 anni di giornalismo locale è purtroppo sempre stata presente: ok il problema-spacciatori (e lasciamo agli addetti ai lavori la scelta fra l'esercito o altre misure). Ma poi (o prima), non sarà il caso di preoccuparci anche e soprattutto di chi quella droga l'acquista ? Ci sarano extracomunitari anche fra loro, ma forse ci sono soprattutto i nostri figli. I parmigiani di domani, come il 15enne che domenica era al cinema con uno zaino pieno di hashish.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio G.

    22 Ottobre @ 12.18

    Caro valerio, innanzitutto gli "stupefacenti legali" uccidono molto più di tutte le sostanze psicotrope messe assieme. Secondo l' ISS nel 2008 per sostanze illegali sono morte non più di 600 persone. In stati dove l' assistenza nei confronti dei tossicodipendenti prevede "addirittura" la somministrazione controllata di sostanze quali eroina e cocaina (vedi Svizzera) le morti sono ...ZERO. I decessi collegati ad alcol e tabacco superano le 100.000 unità l' anno. Se dovessero proibire delle sostanze andrebbero proibite quelle che attualmente sono legali e legalizzate quelle illegali. Il solito argomento che viene portato a questo punto contro chi è a favore della legalizzazione delle droghe è: se si legalizza aumenta il consumo. Sbagliato. Uno studio dell' Unione europea che ha comparato i risultati delle politiche europee con quelle americane, ha sottolineato come la "tolleranza europea" abbia portato ad una minore diffusione degli stupefacenti tra la popolazione. Negli stati uniti la droga, fino all' amministrazione Bush, è stata combattuta SOLO con la repressione. La nuova amministrazione Obama, invece, consapevole del fallimento di questa politica, sta iniziando ad adottare una politica che, ad esempio nei confronti della cannabis terapeutica, non prevederà più la persecuzione da parte delle forze dell' ordine. Tornando all' esempio europeo, l' Olanda, è il paese europeo con il più basso tasso di diffusione di stupefacenti in europa. E' nota in tutto il mondo la tolleranza sulla cannabis degli Olandesi. Chi chiama in causa la cultura dello "sballo e dei costumi facili" è semplicemente una persona che non ha conoscenza del fenomeno.

    Rispondi

  • francesca

    22 Ottobre @ 10.17

    chi consuma ,alludo ai ragazzini,è in condizioni di debolezza,ma questi spacciatori che spesso vengono qui "spacciandosi" per poveri migranti disperati sono veri delinquenti,il più delle volte impuniti.

    Rispondi

  • valerio

    22 Ottobre @ 10.17

    droghe legali? bravo! infatti si vede come le droghe 'di stato' alcol e tabacco sono sotto controllo! e quali sono gli effetti su minori, giovani, meno giovani e disadattati. Ci rendiamo conto che il problema è culturale, ovvero di cultura ce nè sempre meno, soprattutto quella per dell'amor proprio e la convivenza civile, mentre stà imperversando quella dello 'sballo' e dei costumi facili... e dovremmo pure legalizzare tutto ciò? ma per piacere!!! non creiamo più danni di quanti già ne abbiamo fatti, di questo passo dove pensiamo di arrivare?

    Rispondi

  • Giorgio G.

    21 Ottobre @ 20.36

    Fino a che la droga è illegale, nessuno si preoccupera di nulla! COme è possibile che a Parma NESSUNO abbia il coraggio di dire che tutto questo è frutto di una politica che ignora totalmente il problema? Come si fa a dire "ci stiamo preoccupando anche di chi la compra?" se il fatto che la droga è illegale permette l' accesso a questo mercato a CHIUNQUE? Possibile che tutti i "benpensanti" parmigiani quelli della domenica in chiesa, della partita in tribuna (perchè in curva i problemi si conoscono), della gazzetta alla domenica e, soprattutto del "no alla droga", non abbiano il coraggio di ammettere: PROIBIRE LE DROGHE E' UN FALLIMENTO, SE LE DROGHE FOSSERO LEGALI SI VIETEREBBERO AI MINORI , CI SAREBBERO CONTROLLI E CHI VENDE LA DROGA LEGALE, SE SGARRA E VENDE AD UN MINORE CHIUDE!!!!!! Perchè i parmigiani sono così vigliacchi e ipocriti? APRITE GLI OCCHI IL PROBLEMA E' CHE LA DROGA E' ILLEGALE

    Rispondi

  • manu

    21 Ottobre @ 12.14

    A parte che non credo che la tossicodipendenza sia una malattia, cmq se si elimina chi la vende, chi acquista non esisterebbe più. Inoltre, se posso dire la mia opinione, credo anche che se le famiglie stessero un po' più dietro ai figli, probabilmente il 15enne nello zaino avrebbbe avuto solo i libri. Anche ai miei tempi (e non sono molto lontani) la droga girava, ma casualmente erano sempre i ragazzini con problemi di famiglia alle spalle a caderci. Chissà come mai?!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

anteprima gazzetta

Bimba di dieci anni, da Bari salvata al Maggiore dopo mesi da incubo Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

16commenti

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

22commenti

ASSEMBLEA

Parmalat: Bernier conferma i target 2018. Scontro con il fondo Amber

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

Brescia

Bimbo di 4 anni muore investito dalla mamma

Parco d'Abruzzo

Un orso muore durante la cattura e si riapre la polemica

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

Musica

Nessun colpevole per la morte di Prince

MOBILITA'

Auto senza pilota: parte anche in Italia la sperimentazione

MOTORI

MOTORI

Audi e le altre: la Design week a quattro ruote

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti