20°

33°

Parma

Prostituzione, alcolici, spaccio: continuano i controlli in città

Prostituzione, alcolici, spaccio: continuano i controlli in città
Ricevi gratis le news
16

Multe a prostitute e a locali che vendevano alcolici dopo le 21. È questo il bilancio dei controlli della polizia municipale, per controllare il rispetto delle ordinanze sulla sicurezza emesse dal Comune. Nel corso della serata sono stati fatti controlli anche sulla velocità dei veicoli e sull'eventuale stato d'ebbrezza dei conducenti. Hanno preso una multa da 450 euro ognuna due prostitute di nazionalità rumena e un cliente parmigiano. I tre sono stati identificati e multati in via Emilia Est. Multati un kebab e una pizzeria di via Bixio: vendevano alcolici dopo le 21.
«Continua in modo incessante l’azione di controllo da parte della polizia municipale - dice l'assessore alla Sicurezza Fabio Fecci - sia nello svolgimento delle sue funzioni classiche sia nel controllo del rispetto delle ordinanze. In queste ultime settimane sono stati fatti presidi fissi nelle zone dove ci sono state segnalazioni particolari e sono stati ottenuti risultati importanti, garantendo il rispetto della legalità e rassicurando i cittadini attraverso una presenza e un controllo assiduo del territorio. Attività diventano sicuramente più incisive se svolte in collaborazione con le altre forze dell’ordine. Non rientra invece nelle nostre competenze, il contrasto del fenomeno quando avviene in ambiente privato, anche perché va sottolineato come in Italia la prostituzione non sia considerata un reato».

I CONTROLLI DEI CARABINIERI IN ZONA SAN LEONARDO. In questi giorni i carabinieri hanno effettuato numerosi controlli su passanti, veicoli ed esercizi pubblici in via Palermo, via Trento, piazzale Dalla Chiesa e nelle altre vie del quartiere San Leonardo. Un 34enne napoletano è stato arrestato: era latitante dopo una condanna per ricettazione e porto abusivo di armi. In manette anche un 29enne nigeriano clandestino che ha reagito ai controlli dei militari e un 22enne della Guinea fermato mentre guidava in stato d'ebbrezza. Arrestato anche un 26enne moldavo: era clandestino.

POLIZIA IN AZIONE IN CENTRO STORICO. La polizia di Stato in questi giorni si è concentrata su via Saffi, via Corso Corsi e la zona della Cittadella, in particolare il Parco Ferrari.
Nella prima zona gli agenti hanno ascoltato i residenti, acquisendo informazioni su esposti presentati in questura e hanno effettuato controlli in vari stabili. Nella zona del Parco Ferrari, l’attività preventiva è rivolta in sostanza allo spaccio degli stupefacenti.
In particolare, ieri sera una volante è riuscita a sedare una lite tra extracomunitari, che si erano riuniti nella zona tra via Zarotto e via Torelli.
Si tratta di due nordafricani e un palestinese, che per motivi da accertare avevano avuto una lite. Tutti erano in evidente stato di ebbrezza, il che ha contribuito al degenerare della situazione. I tre sono stati portati al pronto soccorso, anche se non sono rimasti feriti in modo grave, poi sono stati trasportati in questura per accertamenti. I nordafricani (un tunisino e un algerino) e il palestinese sono risultati clandestini e hanno vari precedenti per reati contro il patrimonio e in tema di stupefacenti.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    08 Novembre @ 20.37

    Per Dario - Mi sembrava di essere stato chiaro, ma se non è così chiedo scusa e preciso meglio: a lei, come a tutti gli altri, ho solo fatto un invito per gli interventi futuri, in modo da non aggiungere insulti (eventuali) a insulti, cosa che peraltro non avrei permesso. Il giudizio su chi ha insultato lei l'ho invece espresso chiaramente, anche ammettendo che potevamo censurare quel commento. Spero che adesso sia tutto chiaro. (G.B.)

    Rispondi

  • dario

    08 Novembre @ 20.14

    Superiore nel linguaggio? Sarebbe stato molto meglio indirizzare questa raccomandazione al signore che mi ha insultato non a me che nelle risposta non ho insultato nessuno. Vabbè.

    Rispondi

  • Francesco

    08 Novembre @ 19.48

    Il signor Giorgio ha ragione. L' ho già detto in un' altra occasione , e lo ripeto. Il modo migliore per eliminare un reato è cancellarlo dal Codice. In verità non è un' idea nuova. Ci ha già pensato qualcun altro, che lo fa con successo da qualche anno. A parte questa considerazione preliminare , gli Stati, secondo me, fanno benissimo a proibire la vendita di stupefacienti , perché sono sostanze molto pericolose per la salute. Sarebbe come se, per eliminare il reato di sofisticazione alimentare, si permettesse la vendita di bibite contenenti candeggina , o di pane condito con acido muriatico ! Se lo si facesse , il reato di sofisticazione alimentare non esisterebbe più e cesserebbe ogni interesse per i sofisticatori.. E , secondo il signor Giorgio, sarebbe un bel risultato ? Peraltro, il signor Giorgio sa benissimo che non è neppure del tutto esatto dire che gli stupefacienti sono "proibiti" . E' proibita la loro commercializzazione clandestina e la loro assunzione "voluttuaria", ma esiste un' utilizzazione legale in Medicina, sia pure sotto stretto controllo medico. Il signor Giorgio è evidentemente interessato al problema, però, secondo me , dovrebbe cercare di porsi altre domande. E' vero che il traffico di stupefacienti procura profitti immensi alle Organizzazioni criminali, ma l' obiettivo delle Mafie, delle Camorre, delle N'dranghete non è quello di diffondere le sostanze d' abuso. Ciò che a loro interessa è guadagnare enormi somme di denaro in poco tempo. Se la Mafia potesse guadagnare quel che guadagna spacciando stupefacienti con la vendita di "santini" di Sant' Ignazio, invece di vendere eroina, venderebbe i "santini" di Sant' Ignazio. Ciò che io mi domanderei , se fossi nel signor Giorgio , è perché milioni di contadini , in molte parti del Mondo, nei loro terreni coltivano canapa indiana, o papavero da oppio, o coca, e non coltivano, invece, qualcos' altro. Ci sono Regioni molto estese interamente dedite alla coltivazione di stupefacienti. In queste Regioni ( ad esempio della Bolivia, della Thailandia , eccetera) , le Organizzazioni criminali hanno il controllo del Territorio. La Polizia e l' Esercito non si sognano neanche di entrarci. Quelli in mano ai trafficanti sono quasi Stati a sé stanti , anche se non ufficialmente riconosciuti. Le loro enormi ricchezze si distribuiscono in tutto il Mondo in mille rivoli. Alla tavola, riccamente imbandita, del mercato mondiale della Droga mangiano in moltissimi. Mangiano Partiti e uomini politici , mangiano Finanzieri e Banchieri , che riciclano e reinvestono capitali enormi , mangiano interi Governi. Lei sa che il Capo del Governo di uno di quei Paesi il cui Territorio è in larga parte dominio dei trafficanti , dai suoi Popolani è comunemente chiamato "el cocalero" . La droga è la moneta con cui viene pagato l' acquisto degli armamenti con cui si combattono tantissime guerre. I "Talebani" e "El Qaida" si finanziano in questo modo. L' oppio, che viene poi "lavorato", diventa eroina, ed è distribuito in tutto il Mondo, arriva in massima parte dal Pakistan e dall' Afghanistan. Viaggia, via terra, su carovane di camion che percorrono l' Afghanistan, per poi attraversare il confine ed entrare in Turchia. Signor Giorgio, in Afghanistan ci sono migliaia di Soldati (anche italiani) . Attaccano e bombardano le presunte postazioni dei Talebani, che, poi, non di rado, purtroppo, si rivelano villaggi civili , e fanno migliaia di morti, talvolta innocenti , ma non attaccano le strade sulle quali viaggiano le carovane di camion con l' oppio. Un rappresentante dell' ONU in Afghanistan ha pubblicamente detto che ci vuole un maggior impegno del Governo di Karzai "contro la corruzione". Cosa crede che volesse dire ? E crede che la CIA non lo sappia ? Le "carovane" attraversano la Turchia e passano il confine con la Bulgaria. La Polizia turca, da sola, sequestra, in un anno, più oppio di quanto ne sequestrino tutte le Polizie europee messe insieme. Non vuole domandarsi perché, signor Giorgio ? Non vuole domandarsi da dove vengono i soldi con cui si finanzia la costruzione di palazzi e quartieri nelle nostre Città, e con cui qualcuno compera gli edifici, ancora "sul progetto", "sulla carta" , contribuendo così a tenere alti i prezzi degli alloggi ? Dalla Bulgaria, poi, i camion si distribuiscono in tutta Europa, ed il loro carico di morte fa strage tra i nostri ragazzi. E lei vorrebbe consentire, legalizzare e perpetuare tutto questo, signor Giorgio ? Cioè dovremmo proibire il fumo di tabacco in sigarette nei Locali Pubblici, ma consentire il fumo di marijuana o di hashish ? Dovremmo proibire o limitare il traffico veicolare per contrastare l' inquinamento atmosferico, e poi consentire di "bucarsi" eroina nei giardinetti ? Proibiamo il fumo di tabacco e la circolazione veicolare perché nuocciono alla salute Pubblica , poi liberalizziamo gli stupefacienti , così facciamo un dispetto ai Corleonesi ? La liberalizzazione degli stupefacienti , signor Giorgio, diffonderebbe enormemente il loro uso, e Lei sa che le morti per cosiddetta "overdose" sono solo la "punta dell' iceberg" , perché i gravi danni alla salute, fisica e mentale, dei tossicodipendenti spesso sono conseguenza di un abuso cronico, più che di un avvelenamento occasionale. Cosa diciamo ai genitori di questi ragazzi , alle mogli di questi mariti, ai mariti di queste mogli, ai figli di questi genitori ? Che il loro figlio è morto , o è in Ospedale Psichiatrico, però abbiamo fatto dispetto ai Casalesi ?

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    08 Novembre @ 17.43

    Per Dario - Forse abbiamo sbagliato nel lasciar passare quel commento, ma ora non voglio aggiungere errore a errore. Ci sono dibattiti nei quali, visto il tema, a volte proviamo ad allentare la guardia (anche perchè non vogliamo passare per censori), ma se il risultato è quello di vedere che si fa a gara a chi insulta di più non ci stiamo. Se vuole replicare lo faccia pure, ma sia superiore anche nel linguaggio. Grazie

    Rispondi

  • dario

    08 Novembre @ 17.07

    x la redazione. E la mia replica a roberto? Questo signore non ha capito nulla del mio post, mi dà dell'ipocrita,i dice che lo faccio vomitare e non ho diritto ad una risposta? Distinti saluti Dario Rubes

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

Spettacolo

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

2commenti

Flop al botteghino per Kevin Spacey

Spettacolo

Flop al botteghino per Kevin Spacey

1commento

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Far ricrescere i capelli si può, nuova tecnica tutta italiana

Foto d'archivio

SALUTE

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

Lealtrenotizie

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la "regina" di Miss Italia a Parma

12 tg parma

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la signora delle Miss a Parma Video

Il ritratto

Elisa, sorriso contagioso e amore per la vita

1commento

Sorbolo

Il Tir si incastra nel viadotto e il sindaco Cesari s'arrabbia

Anteprima Gazzetta

Ragazza con il volto coperto di sangue in via Casa Bianca. Lei accusa: "E' stato il mio patrigno"

Croazia

Fermato con un camion carico di migranti clandestini: arrestato parmigiano Video

3commenti

Giovani on line

Troppo connessi? Addio alle emozioni reali

Le pagelle del Parma

Di Gaudio e Alves al top

12 tg parma

D'Aversa soddisfatto: "Un'ora di buon gioco poi il rigore ha cambiato il match" Video

Anziano in stazione

Borseggiato da tre nordafricani

4commenti

Medesano

Svaligiate tre case. I ladri a bordo di una Panda?

parma senza amore

Cittadella, quel che resta dei.... bagni Foto

6commenti

FIDENZA

«Sono Marocchi, ho bisogni di aiuto». Ma è una truffa online

LA LETTERA

"Punto dal calabrone al bar e salvato dal cliente che sapeva fare il massaggio cardiaco"

rifiuti

Rifiuti ingombranti abbandonati in via Volturno

eurosia

Ruba, si barrica nel bagno del fast food e poi prova a picchiare i vigilantes

Monchio

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Basta bufale. Pretendiamo la verità. A tutti i costi

di Filiberto Molossi

1commento

EDITORIALE

La colonna sonora della strage di Genova

di Michele Brambilla

1commento

ITALIA/MONDO

BRESCIA

Donna scomparsa: l'ex amante confessa il femminicidio

genova

Scricchiola il moncone, stop al recupero dei beni. Il pm: "Il carroponte ha aumentato il peso". Il momento del crollo: video

SPORT

Pallavolo

Il parmigiano Carlo Magri si è dimesso dalla giunta del Coni

Serie a

Barillà : "Peccato i piccoli errori". Faggiano: "Questa è la A: c'è da soffrire" Video

SOCIETA'

ROMA

Bagno nudi sotto l'Altare della Patria: è caccia ai due turisti

12 tg parma

Torna la rassegna 'Segni urbani 2018": cinquanta writers in città Video

ESTATE

METEO

Non ci sono più le estati di una volta. Ecco perché

animali

Oltre 50 tartarughine escono dal nido tra i teli dei bagnanti all'isola d'Elba